Domenica 20 Gennaio 2019 | 13:38

NEWS DALLA SEZIONE

Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 
Vandali al Vanoni
Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

 
Padre, madre e 2 figli
Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

 
Nel Leccese
Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

 
A Torre San Giovanni
Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

 
Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il festival
Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

 

In Salento

Uccise il cugino e gettò
il corpo in un pozzo
condannato a 15 anni

Uccise il cugino e gettò  il corpo in un pozzo condannato a 15 anni

LECCE - Il gup del Tribunale di Lecce Alcide Maritati ha condannato a 15 anni di reclusione Cosimo Mele, di 35 anni, di Matino (Lecce) accusato dell’omicidio volontario aggravato da futili motivi e occultamento di cadavere del cugino di secondo grado Ivan Regoli, di 30. Il procuratore aggiunto Antonio De Donno aveva chiesto una pena a 30 anni. Regoli scomparve il 12 settembre 2011; il cadavere fu ritrovato il primo agosto 2014 nel pozzo di un terreno agricolo di cui era all’epoca proprietaria la mamma di Mele. Il processo si è svolto col rito abbreviato.

La difesa dell’imputato ha contestato l’aggravante dei futili motivi ricordando che Mele confessò l’omicidio prima di essere arrestato nel marzo 2015, sostenendo che il delitto era il risultato di una lite degenerata. Al cugino, tra l’altro, Mele imputava il furto e il danneggiamento di suoi beni e richieste di denaro. Mele raccontò di aver picchiato Regoli alla testa con una mazza di ferro e, sotto choc dopo che si accorse che era morto, di averne gettato il corpo nel pozzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400