Sabato 25 Giugno 2022 | 13:09

In Puglia e Basilicata

LA TRAGEDIA FAMILIARE

Tutti i Comuni del Nord Salento uniti per l’ultimo saluto a Donatella

Tutti i Comuni del Nord Salento uniti per l’ultimo saluto a Donatella

L'esterno della chiesa di Novoli dove si svolgeranno oggi i funerali di Donatella

Oggi a Novoli, celebrati dal vescovo, i funerali della donna uccisa dal marito che sarà «salutato» a Veglie

24 Giugno 2022

Dino Levante

NOVOLI - I concittadini di Donatella Miccoli – la 38enne, assassinata a coltellate dal marito Matteo Verdesca, 39enne (nella sua abitazione), nella notte tra sabato e domenica scorsa – sono pronti ad abbracciare la sua povera salma e a renderle l’ultimo saluto. La liturgia funebre si terrà nella chiesa Matrice Sant’Andrea Apostolo, alle 17. A officiare il rito religioso sarà l’arcivescovo metropolita di Lecce Michele Seccia, che presiederà la santa messa con la concelebrazione dei parroci di Novoli, don Luigi Lezzi e don Stefano Spedicato, di don Cosimo Vetrugno, del clero locale e del numeroso pubblico. Lutto cittadino, inoltre oggi, dalle ore 17 alle 19, con le attività commerciali del centro nordsalentino che osserveranno una chiusura in segno di partecipazione. All’ultimo saluto a Donatella Miccoli, parteciperanno il primo cittadino di Novoli, Marco De Luca, in veste ufficiale e a nome di tutta la collettività locale, accompagnato dall’intero consiglio comunale. Prenderanno parte al rito anche i rappresentanti di Comuni di Surbo e di Trepuzzi, rispettivamente con i sindaci Ronny Trio e Giuseppe Taurino. 

Surbo era la città dove lavorava Donatella e Trepuzzi, il centro al quale è particolarmente legato il papà di Donatella, Fiorello Miccoli, che per diversi anni ha prestato servizio come carabiniere in quella caserma. Nella serata di ieri la salma di Dona (come la chiamavano le amiche), dopo l’autopsia, è giunta a Novoli dall’obitorio dell’ospedale «Vito Fazzi» di Lecce, fermandosi nella «Casa del commiato» dell’agenzia funebre Murra (in via Carmelo Arcuti, 15). Qui rimarrà fino alle 11 di stamattina; poi sarà trasportata nella chiesa Matrice (fino a quell’ora la strada sarà chiusa al traffico). Intanto, sempre ieri, è arrivata in paese Serena, sorella di Donatella, psicologa, residente a Roma, da poco diventata mamma. Dopo la partecipata fiaccolata silenziosa di mercoledì sera, in paese si attende quest’ultima occasione di solidarietà e partecipazione comunitaria al lutto dei familiari e dell’intera collettività. «È stata una sentita manifestazione di popolo – ha detto don Spedicato – rappresentato da tutte le età, dai giovanissimi che aprivano il corteo, agli anziani, genitori e nonni. Dall’azione cattolica, alla scuola, alle varie associazioni presenti nel paese; tutti hanno voluto esserci, così com’è stato commovente vedere, attraversando le vie, i lumi accesi davanti alle case e qualche paio di scarpette rosse; un corteo che ha accolto il sentire della gente. In tanto silenzio ha parlato il calpestio dei nostri passi».

All’arrivo i partecipanti hanno sciolto il corteo lasciando i lumini vicino alla Panchina rossa in piazza Regina Margherita. Su quel simbolo contro la violenza sulle donne, prima intitolato solo a Teresa Russo, ora si dovrà aggiungere il nome di Donatella Miccoli. Anche i funerali di Matteo Verdesca si terranno oggi, alle 17.30, a Veglie, nella chiesa Madonna Immacolata di Lourdes, officerà don Alessandro D’Agostino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725