Venerdì 30 Luglio 2021 | 03:50

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

 
Il caso
Lecce, zuffa all'hub vaccinale: denunciati due ragazzi

Lecce, zuffa all'hub vaccinale: denunciati due ragazzi

 
il verdetto
Tribunale di Lecce

Lecce, sospesa l'interdittiva antimafia per Fersalento

 
Droga
Melendugno, nel vecchio torrino il deposito della marijuana: arrestato

Melendugno, nel vecchio torrino il deposito della marijuana: un arresto

 
Movida fuorilegge
Gallipoli, armi e turisti sulla navetta abusiva: denuncia e sanzioni

Gallipoli, armi e turisti sulla navetta abusiva: denuncia e sanzioni

 
Finita l'odissea
Rientrano da Dubai gli studenti salentini

Rientrano da Dubai gli studenti salentini

 
Il giallo
Morto lo pneumologo magliese De Donno: avviò la cura del plasma iperimmune

Morto il medico di origini salentine De Donno: avviò la cura del plasma iperimmune

 
Il caso
Galatina, pestano un ragazzino per gelosia: in due nei guai

Galatina, pestano un ragazzino per gelosia: in due nei guai

 
La rissa
Otranto, botte e pistolettate contro un minorenne e droga in casa: scatta l'arresto

Otranto, botte e pistolettate contro un minorenne e droga in casa: scatta l'arresto

 
aggressione
Parabita, anziana spintonata e rapinata in casa: stava portando fuori il cane

Parabita, anziana spintonata e rapinata in casa: stava portando fuori i cani

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraL'allarme
Incendi: fiamme in pineta nel Materano, evacuato campeggio

Incendi: fiamme in pineta nel Materano, evacuato campeggio

 
FoggiaL'Irccs di San Giovanni Rotondo
Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

 
BrindisiTokyo 2020
Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

 
Batviolenza domestica
Picchia moglie e figlio minorenne disabile, 52enne in carcere

Picchia moglie e figlio minorenne disabile, 52enne in carcere

 
TarantoSicurezza
Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

 
Potenzal'emergenza
Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

 
BariFiamme altissime
Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione

Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione - LE FOTO

 
LecceSerie B
Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

 

i più letti

Il gip: manca la prova

Covid, «Non contagiò paziente in studio»: archiviazione per un medico salentino

L’inchiesta era stata avviata dopo la denuncia di un 79enne di Uggiano La Chiesa, che sosteneva di essersi contagiato proprio dopo la visita da un cardiologo

sanità medici salute

Non c’è prova che sia stato il medico contagiato ad infettare il paziente. È questo il ragionamento alla base del decreto di archiviazione emesso dal gip di Lecce Laura Liguori nei confronti di un cardiologo della Grecìa salentina accusato di epidemia colposa per aver visitato un anziano nonostante avesse i sintomi del Covid. L’inchiesta era stata avviata dopo la denuncia di un 79enne di Uggiano La Chiesa, che sosteneva di essersi contagiato proprio dopo la visita presso lo specialista, avvenuta il 16 luglio scorso. Sia il paziente che il medico indossavano la mascherina Ffp2: ma quest’ultimo avrebbe manifestato un forte raffreddore. Il 22 luglio l’anziano veniva poi contattato dalla Asl, che gli comunicava la positività del professionista.
«Non vi è prova - scrive il gip - del nesso di causalità tra la malattia contratta dall’opponente e quanto accaduto all’interno dello studio del medico, nè detta prova può essere in alcun modo acquisita, anche in considerazione delle note caratteristiche del Covid 19, di elevata contagiosità, e come tale suscettibile di essere contratto facilmente in diversi ambienti». Ma c’è di più.
«Ove l’indagato - si legge ancora - avesse effettivamente manifestato sintomi riconducibili al Covid già in occasione del contatto con l’opponente per motivi professionali, si tratterebbe di comportamento in astratto censurabile sotto il profilo deontologico, poichè non rispondente a regole di prudenza particolarmente necessarie in questo contesto storico e tuttavia inidoneo a integrare l’ipotesi di reato».
Il medico, difeso dall’avvocato Luigi Corvaglia, era stato anche assolto al termine del procedimento disciplinare avviato dall’ordine professionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie