Martedì 22 Giugno 2021 | 10:25

NEWS DALLA SEZIONE

La rassegna
Salento Book Festival, si riparte: una carica di presentazioni per l'undicesima edizione

Salento Book Festival, si riparte: una carica di presentazioni per l'undicesima edizione

 
il fenomeno
Lecce,  volontari croce rossa

Castro, sbarco di migranti vicino la grotta Zinzulusa

 
L'allarme
Lecce, emergenza sfratti: sit in davanti la Prefettura

Lecce, emergenza sfratti: sit in davanti la Prefettura

 
l'allarme
Lecce, incendi, sos dei vigili del fuoco «Mancano uomini e mezzi»

Lecce, incendi, sos dei vigili del fuoco «Mancano uomini e mezzi»

 
Covid
Puglia, 3.157.341  le dosi di vaccino somministrate fino ad oggi i

Puglia, 3.157.341  le dosi di vaccino somministrate fino ad oggi - Stabile al 3% occupazione terapie intensive

 
i soccorsi
Migranti sbarcati a Porto Selvaggio tra lo stupore dei bagnanti

Migranti sbarcati a Porto Selvaggio tra lo stupore dei bagnanti

 
il giallo
Roberta, 22 anni di silenzi e misteri

Roberta, 22 anni di silenzi e misteri

 
Il fatto
Lecce, misterioso incendio distrugge tre auto

Lecce, misterioso incendio distrugge tre auto

 
La tragedia
Lecce, incidente mortale sulla 274 che collega Gallipoli a Santa Maria di Leuca.

Lecce, incidente mortale sulla 274 che collega Gallipoli a Santa Maria di Leuca.

 
Ambiente
Finalmente libere 12 tartarughe salvate dagli operatori del Centro di Calimera

Finalmente libere 12 tartarughe salvate dagli operatori del Centro di Calimera

 

Il Biancorosso

La squadra
Bari, in dieci tornano in biancorosso. Minelli, Rolando e Sarzi salutano

Bari, in dieci tornano in biancorosso. Minelli, Rolando e Sarzi salutano

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLa rassegna
Salento Book Festival, si riparte: una carica di presentazioni per l'undicesima edizione

Salento Book Festival, si riparte: una carica di presentazioni per l'undicesima edizione

 
BariL'intervista
Sindacalista investito e ucciso, parla la moglie molfettese: «Adil morto per i diritti negati»

Sindacalista investito e ucciso, parla la moglie molfettese: «Adil morto per i diritti negati»

 
MateraIl caso
Montalbano pronta a dire no alle scorie

Montalbano pronta a dire no alle scorie

 
PotenzaIl caso
Potenza, frenata sull’acqua cara

Potenza, frenata sull’acqua cara

 
TarantoIl fatto
Taranto, Bus in fiamme ai Tamburi

Taranto, bus in fiamme ai Tamburi

 
BrindisiIl fatto
Fasano, il navigatore «tradisce» camionista traffico in tilt

Fasano, il navigatore «tradisce» camionista traffico in tilt

 
Batil caso nella Bat
Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

 
FoggiaIl caso
Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

 

i più letti

Il caso

Covid e discoteche, la protesta del gestore del Praja: «Con mascherina e distanziamento falliremo»

Paradiso: «all’aperto sarebbe una follia, ok al Passaporto sanitario»

Covid Puglia, discoteca propone test rapidi all'ingresso per riaprire a giugno

LECCE - «E' d’accordo» su una possibile riapertura delle discoteche all’aperto il primo luglio con l'accesso consentito a chi ha il «passaporto sanitario», ma ritiene una «follia» affiancare a questo anche l’obbligo della "mascherina» e del «distanziamento": per l’amministratore della discoteca Praja di Gallipoli, Pierpaolo Paradiso, «se passasse questa linea i locali non potrebbero riaprire e saremmo destinati a fallire tutti. Se a oggi abbiamo avuto una chiusura del 30%, così arriveremo a una chiusura totale». E questo «vale per tutti i locali da ballo, anche per le balere - precisa - immaginiamo di fare un liscio o un ballo di coppia o di gruppo stando distanziati, con la mascherina e senza toccarci: facciamo il tango a distanza».

Il gestore del Praja, inoltre, si domanda come sia possibile controllare se un cliente tenga sempre la mascherina: «Mi chiudete il locale se quel singolo la abbassa? E che faccio, lo caccio? E’ una cosa che spetta alle forze dell’ordine».
Dal protocollo per riaprire in sicurezza alla disponibilità a collaborare su tamponi e vaccini, Paradiso evidenzia che "abbiamo fatto tutto il possibile e abbiamo teso sempre una mano allo Stato». Ma forse, ipotizza, «c'è un odio verso il nostro settore». Un timore che, per Paradiso, è giustificato «se pensiamo che quando a dicembre abbiamo scritto il protocollo per la sicurezza, mi è stato suggerito di evitare la parola discoteca, che a qualcuno non piace, e di sostituirla con intrattenimento danzante». «Abbiamo cinque medici che hanno firmato un protocollo dicendo che è possibile, abbiamo cinque sottosegretari che dicono è possibile, poi però un ministro decide da solo», sostiene.

«In Puglia - prosegue - e a Gallipoli in particolare, i tassi di prenotazione sono alle stelle, dove li metteremo tutti questi giovani? Staranno ammassati davanti ai bar senza mascherina a bere qualcosa, lì lo possono fare; staranno in spiagge e piazze, tanto lì si può fare: ballano nelle spiagge, ballano nei bar, non si può ballare solo in discoteca».
Chi ha già deciso che non riaprirà è Enrico Galli, titolare della nota discoteca riccionese Cocoricò. Per l’imprenditore «l'estate è compromessa. Non riapriremo e 500 persone rischiano di restare a casa». Galli sottolinea come per organizzare il calendario di spettacoli per una discoteca servono «anche 8-9 mesi prima dell’evento», non si può improvvisare. «Ci vorrebbe un mese e mezzo di promozione solo per far ripartire il Cocoricò». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie