Venerdì 23 Aprile 2021 | 01:23

NEWS DALLA SEZIONE

trasporti
Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

 
Covid
Appello dal Salento: «No al coprifuoco dalle 22»

Appello dal Salento: «No al coprifuoco dalle 22»

 
Tv
San Cesario di Lecce, primo ciak con Sergio Rubini per una nuova fiction

San Cesario di Lecce, primo ciak con Sergio Rubini per una nuova fiction

 
indagini dei cc
Lecce, ladro seriale in attività commerciali arrestato a Putignano

Lecce, ladro seriale di attività commerciali arrestato a Putignano

 
Il caso
Maglie, ragazzo vittima dei bullichiuse le indagini

Maglie, ragazzo vittima
dei bulli: chiuse le indagini

 
il provvedimento
Maglie, branco perseguita e aggredisce 15enne: indagati 7 studenti

Maglie, branco perseguita e aggredisce 15enne: indagati 7 studenti

 
Mobilità
Alta velocità fino a Lecce, lettera ai parlamentari salentini

Alta velocità fino a Lecce, lettera ai parlamentari salentini

 
Il felino
Nuovi avvistamenti della pantera nelle campagne tra Galatone e Seclì in Salento

Nuovi avvistamenti della pantera nelle campagne tra Galatone e Seclì in Salento

 
Alessano
Don Tonino Bello presto venerabile: le sue spoglie donate alla Chiesa

Don Tonino Bello presto venerabile: le sue spoglie donate alla Chiesa

 
La tragedia
Montesano Salentino, Donato e Antonio, due fratelli uccisi dal Covid

Montesano Salentino, Donato e Antonio, due fratelli uccisi dal Covid

 
Nel Salento
Avvistata di nuovo la pantera nera? Segnalazione a Galatone

Avvistata di nuovo la pantera nera? Segnalazione a Galatone

 

Il Biancorosso

Serie C
Turris e Bari a confronto

Turris e Bari a confronto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccetrasporti
Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

 
BariViabilità
Bari, due tamponamenti sulla «100» e sulla «16»

Bari, due tamponamenti sulla «100» e sulla «16»

 
MateraLavori pubblici
Matera, cambia volto il teatro Quaroni

Matera, cambia volto il teatro Quaroni

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, il commissario del porto ascoltato in Commissione Ecomafie

Taranto, il commissario del porto ascoltato in Commissione Ecomafie

 
GdM MultimediaCultura
Trani, viaggio virtuale nel Polo museale diocesano

Trani, viaggio virtuale nel Polo museale diocesano

 
FoggiaTragedia sfiorata
Rignano Garganico, nigeriano con coltello e spranga di ferro aggredisce equipe medica

Rignano Garganico, nigeriano con coltello e spranga di ferro aggredisce equipe medica

 
BrindisiCovid
Brindisi, contagi in calo: «Merito della zona rossa»

Brindisi, contagi in calo: «Merito della zona rossa»

 

i più letti

Il processo

No Tap, disordini contro gasdotto: 67 condanne e 25 assoluzioni. E in 3 mesi iniettati 1 miliardo metri cubi

25 imputati assolti. Il processo è iniziato dopo le proteste del 2017-2019

Disordini e proteste in Salento contro il gasdotto Tap: 67 condanne

LECCE - Sessantasette condanne (a pene comprese tra i 6 mesi e i 3 anni 2 mesi e 15 giorni di reclusione) e 25 assoluzioni: si è concluso così il processo davanti al giudice monocratico di Lecce Pietro Baffa a 92 persone, molte delle quali aderenti al Movimento No Tap imputate in tre procedimenti per i disordini compiuti tra il 2017 e il 2019 in occasione dell’avvio dei lavori per la realizzazione del gasdotto Tap a Melendugno, in Salento. Tra gli imputati anche gli attivisti che arrivarono in Salento da ogni parte d’Italia per appoggiare la protesta del Movimento.

Le accuse, contestate a vario titolo, sono di violenza privata, interruzione pubblico servizio, accensione pericolosa di ordigni, deturpamento, danneggiamento, manifestazione non autorizzata, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, violazione del divieto di ritornare a Melendugno. La condanna alla pena più alta, invece, è stata inflitta a Giacomo Montefusco, ritenuto uno dei capi della sommossa. Per 25 imputati il giudice ha disposto l'assoluzione perché attraverso le foto e le riprese video non si è potuti arrivare ad una identificazione certa.

L’accusa è stata sostenuta dal procuratore aggiunto Guglielmo Cataldi e dai sostituti Francesca Miglietta e Maria Consolata Moschettini. La società Tap (Trans Adriatic Pipeline), che si è costituita parte civile in due dei procedimenti, sarà risarcita in sede civile. A presidiare l’area esterna dell’aula bunker in attesa della lettura della sentenza c'erano molti mezzi delle forze dell’ordine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie