Giovedì 29 Ottobre 2020 | 10:01

NEWS DALLA SEZIONE

Giustizia e Covid
Lecce, l'avvocato Vergine: «Si sospendano le udienze»

Lecce, l'avvocato Vergine: «Si sospendano le udienze»

 
Contagi in città
Lecce, 3 positivi al mercato Settelacquare: screening a tappeto ed esposto in Procura

Lecce, 3 positivi al mercato Settelacquare: screening a tappeto ed esposto in Procura

 
LA CURIOSITÀ
Olimpiadi invernali Milano 2026: avvocato leccese a capo del team che sovrintende opere infrastrutturali

Olimpiadi invernali Milano 2026: avvocato leccese a capo del team che sovrintende opere infrastrutturali

 
Le dichiarazioni
Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

 
Artigiani
«Panettone classico»: il salentino Zippo è campione del mondo

«Panettone classico»: il salentino Zippo è campione del mondo

 
La manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
la provocazione
Taviano, #iorestoaperto: gestore cinema sfida norme Dpcm

Taranto, nuovo Dpcm: titolare palestra si incatena. E nel Leccese gestore cinema: #iorestoaperto, ma poi ci ripensa

 
Il caso
Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

 
Il salvataggio
Sbarco di migranti a Nardò: in 28 soccorsi dalla Guardia Costiera. Tra loro anche minori

Sbarco di migranti a Nardò: in 28 soccorsi dalla Guardia Costiera. Tra loro anche minori

 
La nomina
Dopo la Congregazione santi, il salentino Semeraro diventa cardinale

Dopo la Congregazione santi, il salentino Semeraro diventa cardinale

 
opera «invasiva»
Tap, sindaco Lecce prende posizione: ««Chiederò al Governoi ristori per il gasdotto»

Tap, sindaco Lecce prende posizione: «Chiederò al Governo ristori per gasdotto»

 

Il Biancorosso

Il match
Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

 
LecceGiustizia e Covid
Lecce, l'avvocato Vergine: «Si sospendano le udienze»

Lecce, l'avvocato Vergine: «Si sospendano le udienze»

 
BrindisiCapitaneria
Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

 
MateraNel Materano
Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

 
Barinel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
PotenzaEmergenza contagi
Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

 
Foggiala scomparsa
San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

 
BatL'avvertimento
Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

 

i più letti

Le indagini

Duplice omicidio Lecce: recuperati resti dei guanti del killer, forse drogato prima di agire

Prosegue l'inchiesta sull'assassinio di Daniele De Santis ed Eleonora Manta in via Montello

Duplice omicidio Lecce: recuperati resti dei guanti del killer, forse drogato prima di agire

Sul luogo del massacro, l’assassino ha lasciato altri indizi. Non solo il biglietto con la mappa per evitare le telecamere nei dintorni di via Montello. Sulla scena del delitto i carabinieri hanno repertato anche brandelli, resti, frammenti di guanti di lattice, proprio quelli che indossava il killer per massacrare a coltellate Daniele De Santis e la sua compagna Eleonora Manta.

Il duplice omicidio risale a lunedì scorso. E gli interrogativi sono ancora tanti. Aveva assunto stupefacenti, pasticche o cocaina, l’assassino di Eleonora e Daniele? È un’ipotesi accreditata, corroborata dalle modalità dell’azione delittuosa.
Non bastano la premeditazione e la rabbia, in situazioni del genere, per infierire in quella maniera e così a lungo sulle vittime.

E sulla coppia la furia è andata oltre la fine della vita. La mano che ha colpito non si è fermata nemmeno dopo aver raggiunto il suo obiettivo: uccidere. Come narra la casistica sul tema, la crudeltà cieca e prolungata deriva spesso in maniera diretta dal senso di infallibilità e delirio di onnipotenza quale effetti immediati dell’assunzione di alcune droghe.

Ormai certa, quanto alla genesi del delitto, la premeditazione. Rabbia e follia tali da aver saturato i serbatoi emozionali dell’individuo misterioso sul cui identikit, fisico e interiore, si concentrano le ricerche dei carabinieri.

Al lavoro il comando provinciale, con i reparti dedicati. Nessun intervento dalla capitale né dal SIS - Sezione Investigazioni Scientifiche - di Bari, la cui strumentazione all’avanguardia si è pensato, di prim’acchito, potesse dare un ulteriore contributo alla soluzione del caso.

In realtà non mancano i rilievi, le verifiche, gli esami. Uomini e mezzi dispiegati e impegnati su più fronti, lavorano senza sosta dal momento in cui è giunta la richiesta di intervento, lunedì sera.

Uno degli scogli maggiori di questa truculenta pagina di cronaca, è rappresentato paradossalmente proprio dalle vittime.
Vite normali, persone comuni, nessuna ombra, nessuna defaillance, nessuna crepa. La quantità di dati e rilievi e informazioni da processare è vasta. Non solo le tracce nell’appartamento di via Montebello e nelle immediate vicinanze ma anche dati immateriali, telefonate, messaggi, chat, flusso di traffico sui social network dei due ragazzi. Tempo, occorre tempo.

Ricostruire le loro vite con meticolosità fino alle 20.30 di lunedì 22 settembre.
A ciò si aggiungono gli ascolti , dei familiari , degli amici stretti, di vicini di casa, dei colleghi , dei presunti testimoni. Un mosaico sito di tessere.

Il movente: nella ridda di ipotesi formulate dagli investigatori e sulla scorta dei dati al momento messi insieme, camminano in parallelo tanto la gelosia come degenerazione malata di un sentimento quanto la vendetta.

Ma per cosa? Un amore respinto o non ricambiato o piuttosto la “fastidiosa felicità di quella coppia che proprio il giorno della tragedia era andata a convivere nell’appartamento al civico 2 di via Montello? Casa per altro fino a poco tempo fa data in affitto.

La vendetta porterebbe anche all’attività professionale del giovane arbitro di C1, amministratore di condominio in città. Mestiere delicato, che muove sul terreno scivoloso di difficoltà economiche e abitative, incontri talvolta esasperati da divergenze e scambi di idee a toni alti.
Cuore, danari e la loro peggiore evoluzione. Questo il doppio binario a priorità di percorrenza nelle indagini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie