Venerdì 10 Luglio 2020 | 18:00

NEWS DALLA SEZIONE

Vip in Puglia
Lecce, tra jogging e cenette nel cuore della città: Matt Dillon torna in vacanza nel Salento

Lecce, tra jogging e cenette nel cuore della città: Matt Dillon torna in vacanza nel Salento

 
Società
Otranto, violata la privacy dei bimbi: multata una scuola

Otranto, violata la privacy dei bimbi: multata una scuola

 
Università
Lecce, una forma di riscatto sociale: fra i neolaureati due detenuti

Lecce, una forma di riscatto sociale: fra i neolaureati due detenuti

 
la tragedia
Gagliano del Capo, recuperato in mare cadavere imprenditore disperso da 48 ore

Gagliano del Capo, recuperato in mare cadavere imprenditore disperso da 48 ore

 
ennesimo episodio
Otranto, torna in azione lupo solitario: aggredita turista mentre fa jogging

Otranto, torna in azione lupo solitario: aggredita turista mentre fa jogging

 
Il caso
Otranto, violata la privacy dei bimbi, scuola multata

Otranto, violata privacy dei bimbi: scuola multata

 
l'evento
Lecce, al via i lavori per la sfilata di Christian Dior del 22 luglio: sarà senza pubblico

Lecce, al via i lavori per la sfilata di Christian Dior del 22 luglio: sarà senza pubblico

 
la tragedia
Lecce, ripescato cadavere in mare: potrebbe essere quello di un 58enne allontanatosi da casa

Lecce, ripescato cadavere in mare: forse è un 58enne allontanatosi da casa

 
Il provvedimento
Dl semplificazioni, esclusa ma ss 275. Fitto: incredibile, la Regione in silenzio

Dl semplificazioni, esclusa la ss 275. Fitto: incredibile, la Regione in silenzio

 
Incendio
Tricase, fuoco e paura: intervengono i Canadair, case evacuate

Tricase, fuoco e paura: intervengono i Canadair, case evacuate

 

Il Biancorosso

calcio
Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaEconomia
Basilicata, la Regione chiede 80 centesimi, Eni ne offre 20 a barile: scontro sul rinnovo

Basilicata, la Regione chiede 80 centesimi, Eni ne offre 20 a barile: scontro sul rinnovo

 
BariIl caso
Ruvo, si infittisce il mistero sulle ossa umane di via Ostieri

Ruvo, si infittisce il mistero sulle ossa umane di via Ostieri

 
BrindisiPolitica
Torchiarolo, sciolto il Consiglio. Viceprefetto Coluccia commissario

Torchiarolo, sciolto il Consiglio. Viceprefetto Coluccia commissario

 
MateraGiustizia
Matera, annullata la sentenza a 6 anni di reclusione

Matera, annullata la sentenza a 6 anni di reclusione

 
TarantoSanità
Taranto, al via campagna vaccinazione anti pneumococcica

Taranto, al via campagna vaccinazione anti pneumococcica

 
Foggiacontrolli Polizia locale
Vieste. vendita merce contraffatta sulle spiagge: allontanati 5 venditori ambulanti con Daspo

Vieste, vendita merce contraffatta in spiaggia: allontanati 5 ambulanti con Daspo

 
LecceVip in Puglia
Lecce, tra jogging e cenette nel cuore della città: Matt Dillon torna in vacanza nel Salento

Lecce, tra jogging e cenette nel cuore della città: Matt Dillon torna in vacanza nel Salento

 
BatNella Bat
Trinitapoli, scoperta maxi piantagione ci cannabis con oltre 3400 piante

Trinitapoli, scoperta maxi piantagione ci cannabis con oltre 3400 piante

 

i più letti

nel salento

Nardò, genitori non reggono alla scomparsa del figlio: muoiono pochi giorni dopo

Tragedia per un'intera famiglia: il 50enne, che viveva con mamma e papà, era stato colpito da una malattia fulminante

Nardò, genitori non reggono alla scomparsa del figlio: muoiono pochi giorni dopo

Lo hanno seguito, padre e madre, come tutti i genitori vorrebbero fare nei confronti dei figli. E lo hanno tenuto per mano veramente fino all’ultimo passo, quello che fa addentrare gli uomini nei territori misteriosi della morte, dove solo chi ha fede può nuovamente camminare. Insieme.

Una storia straordinaria, nella sua unicità ma anche nel suo dramma, ha scosso le comunità di Nardò e Copertino. Il figlio, appena cinquantenne, è scomparso a fine gennaio in seguito ad una repentina malattia che non gli ha lasciato scampo. Dopo qualche giorno l’anziano padre ha deciso di non lasciargli la mano. Ed è morto, addormentandosi per sempre nel suo letto alle quattro del mattino. Era il dieci febbraio. Poco più di due giorni e anche l’anziana moglie ha deciso di tendere loro la mano nel buio luminoso dell’Aldilà. È deceduta mentre ancora erano in corso le operazioni per la sepoltura dell’amato coniuge. La vicenda è accaduta a Nardò ma molto lontano dal centro abitato cittadino. Una storia che si è consumata, in tutta la sua drammaticità, nella masseria La Grande, uno dei pilastri più solidi dell’antico impianto rurale del comprensorio dell’Arneo. Come si diceva la zona, catastalmente nota come “Le Fattizze”, non è conosciuta se non fosse per la famosa pista circolare della Porsche, che si trova proprio lì.

L’azienda agricola dei Gioffreda, questo il nome della famiglia, è florida e molto conosciuta per gli ottimi prodotti caseari, per l’ottima qualità delle greggi e degli animali allevati in una zona a forte vocazione zootecnica. I valori condivisi non sono quelli di questo secolo ma affondano le proprie radici in una tradizione millenaria dove difesa dei territori e del bestiame, lavoro senza sosta e fedeltà alla famiglia rappresentano le pietre angolari di un perimetro inespugnabile. Non suonerà strano che la zona dove abita la famiglia Gioffreda si trovi proprio lungo quella denominata, nello stradario di Nardò, come la “strada della Transumanza”. Qualche anno fa, però, uno dei figli della coppia di allevatori – lui dedito alle greggi ed all’azienda, lei alla cura della casa e della prole – si ammala gravemente. La situazione peggiora ed in poco più di cinque anni la malattia di Angelo avanza tanto da togliergli la vita. «Non piangete – recita il manifesto funebre – sarò l’angelo invisibile della famiglia». Il funerale viene celebrato nella chiesa di Boncore il 29 gennaio.

Lo spirito dell’Angelo, e lo era davvero per i due genitori, non si allontana. Dopo la tumulazione del povero cinquantenne nel cimitero di Copertino – era nato nel luglio del 1969 – il dolore non si dissolve. Il padre, Paolo Antonio di 76 anni, si lascia andare all’alba del 10 febbraio. Era un uomo forte, temprato dalle avversità e dalla fatica. Si dice sia morto di dispiacere. L’11, sempre a Boncore, vengono celebrati i funerali. Alle 9 e 45 del giorno successivo si ricongiunge ai suoi cari anche Immacolata Tondo, di 75 anni. Stava poco bene ma nessuno si aspettava che la sua situazione precipitasse. I suoi funerali vengono celebrati ieri pomeriggio, sempre a Boncore. Dove il parroco ha visto, davanti ai suoi occhi, la storia di una famiglia sfilare in tre bare e in meno di due settimane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie