Martedì 07 Luglio 2020 | 13:39

NEWS DALLA SEZIONE

Nettezza urbana
Lecce, Rifiuti, annullato l’appalto aggiudicato a Ecotecnica-Axa

Lecce: rifiuti, annullato l’appalto aggiudicato a Ecotecnica-Axa

 
Operazione dei Cc
Tricase, preso con due etti di cocaina: in cella 33enne

Tricase, preso con due etti di cocaina: in cella 33enne

 
Accusati di rapina
Squinzano, Sassuolo-Lecce senza abbonamento: aggredito ispettore Sky, 3 in manette

Squinzano, Sassuolo-Lecce senza abbonamento: aggredito ispettore Sky, 3 in manette

 
Il caso
ri

Nardò, ritrovata a Ostia la mamma sparita il 30 giugno: allontanamento volontario

 
Nel Salento
Mafia, droga ed estorsioni a Gallipoli: colpo alla Scu, 9 arresti

Mafia, droga ed estorsioni a Gallipoli: colpo alla Scu, 10 arresti, sequestrate armi

 
Social news
Gianni Morandi da Matera a Lecce: continua la vacanza del cantante al Sud

Gianni Morandi da Matera a Lecce: continua la vacanza del cantante al Sud

 
La tragedia
Torino, donna leccese uccisa dalla figlia a coltellate: la ragazza si getta dal balcone

Torino, donna leccese uccisa dalla figlia a coltellate: la ragazza si getta dal balcone

 
L'incidente
San Cataldo, un’auto finisce a «sorpresa» in mare, sgomento tra i bagnanti

San Cataldo, un’auto finisce a «sorpresa» in mare: sgomento tra i bagnanti

 
la sorpresa
Porto Cesareo, tartaruga «Caretta caretta» depone uova tra i bagnanti

Tartarughe «Caretta caretta» depongono uova tra i bagnanti a Ugento e Porto Cesareo

 
infrastrutture mancanti
Lecce, trasporti, Seccia alza la voce: Salento isolato, ora basta

Lecce, trasporti, mons. Seccia alza la voce: «Salento isolato, ora basta»

 

Il Biancorosso

Serie C
Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariaveva 26 dosi
Bari, mette in vendita la droga sul marciapiede: arrestato con marijuana e hashish

Bari, mette in vendita la droga sul marciapiede: arrestato con marijuana e hashish

 
Batnella bat
Bisceglie, insulti e lancio di sassi a uomo disabile: misure cautelari per 3 giovanissimi

Bisceglie, insulti e lancio di sassi a uomo disabile: misure cautelari per 3 giovanissimi

 
Tarantonel Tarantino
Palagiano, crolla solaio a scuola, famiglie preoccupate: «Tragedia sfiorata»

Palagiano, crolla solaio a scuola, famiglie preoccupate: «Tragedia sfiorata»

 
Brindisitra carovigno e brindisi
In casa ha una serra di marijuana: un arresto nel Brindisino

In casa ha una serra di marijuana: un arresto nel Brindisino

 
MateraIl caso
Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

 
PotenzaRandagismo
Potenza, adotti Fido e gli dai un tetto? Meno tasse e una card-bonus

Potenza, adotti Fido e gli dai un tetto? Meno tasse e una card-bonus

 
Foggianel foggiano
Monte Sant'Angelo: esplode bomba su marciapiede, forse intimidazione

Monte Sant'Angelo: esplode bomba su marciapiede, forse intimidazione

 

i più letti

L'iniziativa

Lecce, una mostra di gioielli d'arte per restaurare il Crocifisso in cera

Lo storico pezzo custodito nella Pinacoteca d’Arte Francescana «Roberto Caracciolo» dei Frati Minori

Lecce, una mostra di gioielli d'arte per restaurare il Crocifisso in cera

Una «mostra nella mostra» dove  preziose opere sacre, fra dipinti, pianete e calici,  si fondono alla genialità orafa del designer Gianni De Benedittis, fondatore del brand «futuroRemoto». Termina il primo dicembre, l’imperdibile viaggio alla scoperta della Pinacoteca d’Arte Francescana «Roberto Caracciolo» dei Frati Minori a Lecce, uno scrigno di rara bellezza custodito all’interno del convento di Sant’Antonio a Fulgenzio.

Una cinquantina di  gioielli altamente visionari realizzati da De Benedittis, appartenenti alle nuove collezioni primavera-estate 2020, «Carnivorous» e «Bacterium» (proposte alla Jewelry Week di Milano), risplendono, nell’eleganza prospettica di pareti rosso porpora, in teche che sfilano senza soluzione di continuità nelle otto sale tematiche e in uno dei corridoi della Pinacoteca. Collane, anelli, bracciali, tutti in argento e oro, disegnati in 3D e tempestati di pietre preziose,  dagli echi   fortemente legati alla difesa dell’ambiente  si integrano in modo perfetto - sorprendente, per alcuni versi, ai paramenti liturgici e quadri, che vanno dal XVI secolo al Novecento, firmati da  Padre Raffaello Pantaloni (a cui si deve la decorazione della chiesa di Sant’Antonio a Fulgenzio), Giuseppe de Ribera Oronzo Tiso, Gianserio Strafella, Serafino Elmo. Nel mezzo, le immaginifiche sculture di Ezechiele Leandro.

Gioiello fra i gioielli è il  Crocifisso anatomico in cera, anonimo di scuola napoletana del XVIII secolo, con le sue  interiora visibili e riprodotte al dettaglio, che vogliono rimarcare l’umanità di Cristo. Quest’opera, accolta nella sala denominata «Cappella», ha avvolto con la sua spiritualità l’estro creativo dell’artista gioielliere che deciso di riprodurla in piccola scala, con la croce nera, la figura del Cristo modellata in oro e le  interiora smaltate. I mini-prototipi sono custoditi in una piccola teca posta accanto al Gesù. «Quando l’ho vista - spiega il designer - ero accompagnato da fra Antonio Mattia, ogni cosa intorno a me è scomparsa, siamo rimasti da solo io e lei a intrecciare un dialogo fitto e intimo». Da qui è scaturito il suo progetto finalizzato a finanziare il recupero del Crocifisso anatomico che inevitabilmente evidenzia i segni del tempo.

La Pinacoteca, va sottolineato, è luogo tenuto in modo mirabile dai Frati Minori. Nata nel 1968 grazie a Padre Egidio De Tommaso, da tre anni è diretta da fra Paolo Quaranta, con Elvino Politi, responsabile dei servizi della Pinacoteca e curatore del catalogo. «Non sembri strana questa unione tra arte francescana e gioielli, che rappresentano un bene di lusso - annota fra Paolo - perché gli oggetti realizzati da Gianni De Benedittis lanciano un messaggio importante sul pessimo uso che viene fatto della natura, a cominciare dai colpi terribili inferti dalla plastica sulla terra e nei mari. Ora, seguendo l’insegnamento dell’ultima Enciclica di Papa Francesco, diciamo con fermezza che noi siamo solo depositari del mondo in cui viviamo ed è nostro compito valorizzare questo patrimonio donatoci da Dio e trasmetterlo quanto più integro possibile alle future generazioni».

L’allestimento della «mostra nella mostra» è di Fausto Poli e Cristina Tomada.  «Ogni passo del percorso - precisa Poli, di stanza tra Lecce e Milano - è stato creato in modo leggero e delicato nel più assoluto rispetto del luogo. In particolare, segnaliamo il lungo corridoio dedicato alla collezione “Bacterium”, dove ogni teca rende omaggio agli Oceani (Pacifico, Atlantico, Indiano e Artico) ed i gioielli sono immersi nell’acqua ricca di bollicine, una metafora che indica quanto l’esistenza di ossigeno sia fondamentale per la distruzione dei batteri».

Nell’ultima sala del museo, il visitatore incontra la scultura in ferro di Alice Mocellin Einaudi: «Il mondo è appeso a un filo». Il globo terrestre realizzato in ferro dall’artista, che vive tra Milano e Venezia, accoglie plastica violata, estratta dall’uomo. «Sono onorata che la mia opera sia accanto a quelle di Leandro - osserva - un autore salentino che ammiro molto per la sua capacità ferina e terrestre di guardare il suo (e nostro) mondo».

La «mostra nella mostra», realizzata in collaborazione con Villa Iris, potrà essere visitata dalle 9.30 alle 12 e dalle 16 alle 20.30; il ricavato del biglietto d’ingresso viene devoluto al sostentamento della Pinacoteca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie