Giovedì 28 Maggio 2020 | 04:27

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Il cantiere del gasdotto

Pisignano, operaio 35enne muore schiacciato da tubo in gasdotto: cantiere sequestrato

 
L'INTERVISTA
Lecce, a un anno dall'elezione il bilancio di Salvemini: dai buoni spesa alle grandi opere, il Covid non ferma il Comune

Lecce, a un anno dall'elezione il bilancio di Salvemini: dai buoni spesa alle grandi opere, il Covid non ferma il Comune

 
nel salento
Coronavirus, ecco gli orrori della rsa di Soleto. La Regione: «Chiudere»

Coronavirus, ecco gli orrori della rsa di Soleto. La Regione: «Chiudere»

 
La decisione
Soleto, «La Fontanella» verso la chiusura: Regione revoca autorizzazione Rsa

Soleto, «La Fontanella» verso la chiusura: Regione revoca autorizzazione Rsa

 
il rogo
Fiamme divorano vegetazione a S.Cesarea Terme e vanno verso il mare: richiesto intervento Canadair

Incendi in Salento, vigili del fuoco domano fiamme con canadair VIDEO

 
nel salento
Copertino, riapre l'Ospedale sia pure fra luci e ombre

Copertino, l'ospedale riapre i ricoveri fra luci e ombre

 
Il rilancio del turismo
OTRANTO

La bellezza di Otranto d'estate in totale sicurezza: lo spot con Lele Spedicato

 
Festa
VIDEO EMMA MARRONE

Buon compleanno Emma Marrone: e si canta da sola il «Tanti auguri»

 
ripartenza
Fase 2, è via libera, ma in Salento riapre solo un lido a Gallipoli

Fase 2, è via libera, ma in Salento riapre solo un lido a Gallipoli Pulsano, sindaco rinvia apertura spiagge libere

 
L'INTERVISTA
Lecce, parla il questore: «Giovani indisciplinati, potenzieremo i controlli»

Lecce, parla il questore: «Giovani indisciplinati, potenzieremo i controlli»

 
Sanità
Ospedale di S. Giuseppe

Copertino, parte domani la rinascita dell’ospedale Greco

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul prosieguo del torneo»

Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul prosieguo del torneo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLutto
Brindisi piange la scomparsa si «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

Brindisi piange la scomparsa si «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

 
Battragedia sfiorata
Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

 
Potenzafase 2
Basilicata economia, 53 milioni per microimprese e turismo

Basilicata economia, 53 milioni per microimprese e turismo

 
BariLa decisione
Salvataggio Popolare Bari, via libera del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi con 1,17 miliardi

Salvataggio PopBari, via libera del Fondo interbancario con 1,17 miliardi

 
MateraLavori pubblici
Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

 
Tarantofase 2
Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

 
Foggiafase 2
Foggia, vietato mangiare e bere all'aperto: arriva ordinanza anti-assembramenti

Foggia, vietato mangiare e bere all'aperto: arriva ordinanza anti-assembramenti

 
LecceLa tragedia
Il cantiere del gasdotto

Pisignano, operaio 35enne muore schiacciato da tubo in gasdotto: cantiere sequestrato

 

i più letti

il fenomeno

Salento, teenager e cocaina: attrazione fatale

Si abbassa l'età del consumo, per il prefetto sono dati preoccupanti

Salento, teenager e cocaina: attrazione fatale

Circola sempre più droga tra i ragazzini del Salento: dopo l’alcol e i cannabinoidi, riflettori puntati sull’assunzione di cocaina nelle fasce adolescenziali.
È quanto emerso da un vertice a porte chiuse che si è tenuto nelle sale della prefettura di Lecce. Si è riunito infatti nella mattinata di ieri, negli uffici di via XXV Luglio, il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha acceso i riflettori sul fenomeno. Il prefetto Maria Teresa Cucinotta ha invitato i 14 dirigenti scolastici degli istituti secondari del capoluogo leccese per un confronto aperto alla presenza delle forze dell’ordine.

Hanno infatti partecipato il questore Andrea Valentino, i comandanti provinciali di Arma dei carabinieri e guardia di finanza, i colonnelli Paolo Dembech e Luigi Carbone e il capo della polizia locale, il colonnello Donato Zacheo.
Ma la novità dell’incontro, questa volta, è stata anche la partecipazione di un dirigente della Asl, Salvatore Della Bona, a capo del Serd (ex Sert) il Servizio che cura le dipendenze, il quale ha affiancato il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Vincenzo Melilli.

Tutto il gruppo di lavoro d’accordo sulla necessita di fare fronte comune nella lotta al fenomeno dello spaccio e dell’uso di sostanze. «Registriamo un interesse in aumento da parte dei ragazzini verso le nuove droghe, cosiddette psicostimolanti. In tanti si avvicinano da piccoli alla cocaina senza riuscire a tornare indietro», avverte Della Bona. Si parla addirittura di 14enni che cominciano a familiarizzare con le droghe pesanti.
Un dato allarmante su cui ha puntato l’attenzione il prefetto Cucinotta: «Abbiamo a disposizione dei dati chiari, che fanno riferimento a un abbassamento della soglia d’età della prima assunzione. Vi sono casi di consumo di droghe fin dall’età delle scuola media», avvisa la numero uno di via XXV Luglio.

«Faremo subito il punto sulla situazione assieme ai dirigenti scolastici e all’Ufficio prevenzione della Asl per elaborare nuove collaborazioni tra istituzioni e mondo della scuola». Fare rete, dunque, come unica opportunità di soluzione e di controllo sociale sulle fasce d’età considerate a rischio. Gli agenti di polizia locale, già da tempo, hanno avviato un’attività di servizio denominata non a caso “Scuole sicure”. Si tratta di una serie di misure, tra cui anche perquisizioni e controlli, per disincentivare lo spaccio all’uscita degli istituti superiori. Ma fondamentale, ribadiscono all’unisono, è la collaborazione non soltanto delle forze dell’ordine e dei docenti scolastici, dai quali spesso partono le prime segnalazioni. Ciò che si rivela fondamentale nella lotta al consumo di droghe è l’apporto delle stesse famiglie d’origine.
Non a caso, i primi input sulle scrivanie del Tribunale dei minori e degli ambulatori sanitari giungono proprio dai genitori di ragazzini sorpresi a consumare stupefacenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie