Domenica 22 Settembre 2019 | 08:28

NEWS DALLA SEZIONE

Due operazioni
Lecce, nel garage droga e 4mila euro in contanti: 2 arresti

Fiumi di droga in Salento, recuperati 12mila euro in contanti: 3 arresti

 
Nel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
UN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 

Il Biancorosso

Calcio
Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDue operazioni
Lecce, nel garage droga e 4mila euro in contanti: 2 arresti

Fiumi di droga in Salento, recuperati 12mila euro in contanti: 3 arresti

 
TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
BariA bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
MateraL'indagine
Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 

i più letti

La polemica

Gallipoli, turismo di lusso: Briatore torna all'attacco «Non cacciate gli yacht»

Un nuovo attacco dell'imprenditore affidato ad Instagram. Uno yacht di 60 metri «con importanti turisti a bordo» sarebbe stato fatto andare via da Gallipoli e sarebbe attraccato ad Otranto

Briatore cerca candidati giovani per lo staff del «Twiga Otranto»

GALLIPOLI - Si spara sul Salento, alzo zero. O meglio, su mezzo Salento e con mezza verità, non si conosce se per scelta oppure no. Ci risiamo? Beh, sì, si può senz’altro affermare di sì, considerato che a sparare, verbalmente beninteso, è Flavio Briatore. Che proprio un amico del Salento, e della Puglia più in generale, non si può certo definire, e non bisogna andare troppo indietro nel tempo per ricordare il perché. La più fresca, proprio di giornata, riguarda la locale capitaneria di porto; che però opportunamente replica con l’intera verità.

Ma vediamo le motivazioni del nuovo attacco affidato ad Instagram. Uno yacht di 60 metri «con importanti turisti a bordo» sarebbe stato fatto andare via da Gallipoli e sarebbe attraccato ad Otranto (che sempre nel Salento si trova, e l’imprenditore non lo dimentica certo) a causa del divieto di fare approdare in porto il tender che doveva fare rifornimento.
Non dice, Briatore, che l’accesso era stato richiesto per il porticciolo del Canneto e sottintende - scrivendo di «Gallipoli che rifiuta l’approdo» - che a non autorizzarlo è stata la capitaneria di porto. È la stessa autorità marittima, però, a rendere nota la motivazione: uno yacht destinato al charter, che abbia la stazza di quello di 60 metri battente bandiera delle Isole Cayman che intendeva approvvigionarsi in città, svolge un’attività commerciale; per legge l’imbarcazione principale e i mezzi alla stessa asserviti possono ormeggiare solo in una zona di Port-security, Isps l’acronimo, quale è quella della banchina «Salvatore Fitto» del porto commerciale.

Quando l’agenzia marittima di riferimento dello yacht ha reso nota la situazione al comandante, questi ha preferito proseguire la navigazione fino ad Otranto. Dove, è quasi superfluo aggiungere, ha ormeggiato in ambito Port-security.
Si diceva delle motivazioni che hanno trasformato in odio quello che prima era stato sbandierato per disinteressato amore verso il Salento. Correva l’Anno del Signore 2017 quando il lido «firmato>»Briatore, il Twiga, che l’imprenditoria locale stava realizzando in quel di Otranto (appunto), fu oggetto di un sequestro preventivo. A prescindere dalla vicenda giudiziaria, ciò che colpì l’opinione pubblica fu l’attacco al Salento, e segnatamente al turismo di Gallipoli, fatto di «gente che impasticca e di cultura» (eh, sì, associati nella reprimenda) inadatti ad un brand del lusso.
L’anno scorso non ha rappresentato soluzione di continuità nella polemica: l’attacco ha riguardato la gente del Sud che non ha voglia (dixit) di lavorare e le masserie che non sono il top per richiamare (ipse dixit) il brand del lusso (sempre quello).

A difesa dell’imprenditore - tutti hanno diritto alla difesa, ci mancherebbe altro - va detto che il suo ultimo intervento è stato sicuramente motivato dalla solidarietà; da leggere, beninteso, come convergenza che non nasce da sentimenti etici, ma da legittimi interessi sociali. Perché a bordo dello yacht - lo scrive lui - c’erano «12 persone facoltose».
E c’é chi avanza un dubbio: il «My Force Blue» di cui parla la capitaneria di porto, non è per caso lo stesso «Force Blu» con cui, almeno in passato, Flavio Briatore solcava il Mare Nostrum e che affittava per crociere - ça va sans dire - di lusso?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie