Giovedì 27 Febbraio 2020 | 13:29

NEWS DALLA SEZIONE

libri
«Il gioco di Lollo», la giornalista Federica Angeli a Martano racconta la sua lotta contro la mafia

«Il gioco di Lollo», la giornalista Federica Angeli a Martano racconta la sua lotta contro la mafia

 
Isolato a Codogno
La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

 
“Final Blow”
Lecce, associazione mafiosa dedita allo spaccio e gioco d'azzardo: 70 arresti

Lecce, associazione mafiosa dedita a spaccio, armi e gioco d'azzardo: 69 arresti VD

 
L'operazione Camaleonte
Lecce, falsi documenti per truffare banche e assicurazioni: 4 arresti

Lecce, falsi documenti per truffare banche e assicurazioni: 4 arresti

 
L'incidente
Fuori strada con la moto: muore una donna in Salento

Fuori strada con la moto: muore una donna in Salento

 
I controlli
Dal Lodigiano ad Andrano: sospetto contagio da Coronavirus a pranzo nuziale per famiglia salentina

Dal Lodigiano ad Andrano: sospetto contagio da Coronavirus a pranzo nuziale per famiglia salentina

 
nel Leccese
Tubercolosi a Salice Salentino: 30enne contagia i genitori

Tubercolosi a Salice Salentino: 30enne contagia i genitori

 
Nel Salento
Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

 
Misterioso episodio
Imbrattato col sangue citofono abitazione ex sindaco di Carmiano

Imbrattato col sangue citofono abitazione ex sindaco di Carmiano

 
università
Istituto Nazionale Astrofisica inaugura sezione all'UniSalento

Istituto Nazionale Astrofisica inaugura sezione all'UniSalento

 
nel Leccese
Chiesanuova, un'auto e una moto dati alle fiamme all'alba: indagano i cc

Chiesanuova, un'auto e una moto dati alle fiamme all'alba: indagano i cc

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in trasferta a Terni per non perdere la speranza

Bari, 2-2 a Terni. Pareggio amaro: la Reggina se ne va, il Monopoli si avvicina

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batcos aci faceva lì
Trani, è mistero sul ritrovamento di un coltellaccio su davanzale

Trani, è mistero sul ritrovamento di un coltellaccio su davanzale

 
Tarantoil siderurgico
Mittal, attese domani firme su accordo ex Ilva. Sindaco Taranto a Conte: «Stop emissioni o fermo attività»

Mittal, attese domani firme su accordo. Sindaco Taranto a Conte: «Stop emissioni o fermo attività»

 
NewsweekLa storia
Lucera, Ozn e Jaguar 14 anni appassionati di rap e futuro da cantanti

Lucera, Ozn e Jaguar 14 anni appassionati di rap e futuro da cantanti

 
BariL'iniziativa
Triggiano, la raccolta di alimenti per i poveri viaggia online

Triggiano, la raccolta di alimenti per i poveri viaggia online

 
Leccelibri
«Il gioco di Lollo», la giornalista Federica Angeli a Martano racconta la sua lotta contro la mafia

«Il gioco di Lollo», la giornalista Federica Angeli a Martano racconta la sua lotta contro la mafia

 
BrindisiLa curiosità
Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la carta dai funghi

Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la pelle dai funghi

 
MateraIl recupero
Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

 

La polemica

Gallipoli, turismo di lusso: Briatore torna all'attacco «Non cacciate gli yacht»

Un nuovo attacco dell'imprenditore affidato ad Instagram. Uno yacht di 60 metri «con importanti turisti a bordo» sarebbe stato fatto andare via da Gallipoli e sarebbe attraccato ad Otranto

Briatore cerca candidati giovani per lo staff del «Twiga Otranto»

GALLIPOLI - Si spara sul Salento, alzo zero. O meglio, su mezzo Salento e con mezza verità, non si conosce se per scelta oppure no. Ci risiamo? Beh, sì, si può senz’altro affermare di sì, considerato che a sparare, verbalmente beninteso, è Flavio Briatore. Che proprio un amico del Salento, e della Puglia più in generale, non si può certo definire, e non bisogna andare troppo indietro nel tempo per ricordare il perché. La più fresca, proprio di giornata, riguarda la locale capitaneria di porto; che però opportunamente replica con l’intera verità.

Ma vediamo le motivazioni del nuovo attacco affidato ad Instagram. Uno yacht di 60 metri «con importanti turisti a bordo» sarebbe stato fatto andare via da Gallipoli e sarebbe attraccato ad Otranto (che sempre nel Salento si trova, e l’imprenditore non lo dimentica certo) a causa del divieto di fare approdare in porto il tender che doveva fare rifornimento.
Non dice, Briatore, che l’accesso era stato richiesto per il porticciolo del Canneto e sottintende - scrivendo di «Gallipoli che rifiuta l’approdo» - che a non autorizzarlo è stata la capitaneria di porto. È la stessa autorità marittima, però, a rendere nota la motivazione: uno yacht destinato al charter, che abbia la stazza di quello di 60 metri battente bandiera delle Isole Cayman che intendeva approvvigionarsi in città, svolge un’attività commerciale; per legge l’imbarcazione principale e i mezzi alla stessa asserviti possono ormeggiare solo in una zona di Port-security, Isps l’acronimo, quale è quella della banchina «Salvatore Fitto» del porto commerciale.

Quando l’agenzia marittima di riferimento dello yacht ha reso nota la situazione al comandante, questi ha preferito proseguire la navigazione fino ad Otranto. Dove, è quasi superfluo aggiungere, ha ormeggiato in ambito Port-security.
Si diceva delle motivazioni che hanno trasformato in odio quello che prima era stato sbandierato per disinteressato amore verso il Salento. Correva l’Anno del Signore 2017 quando il lido «firmato>»Briatore, il Twiga, che l’imprenditoria locale stava realizzando in quel di Otranto (appunto), fu oggetto di un sequestro preventivo. A prescindere dalla vicenda giudiziaria, ciò che colpì l’opinione pubblica fu l’attacco al Salento, e segnatamente al turismo di Gallipoli, fatto di «gente che impasticca e di cultura» (eh, sì, associati nella reprimenda) inadatti ad un brand del lusso.
L’anno scorso non ha rappresentato soluzione di continuità nella polemica: l’attacco ha riguardato la gente del Sud che non ha voglia (dixit) di lavorare e le masserie che non sono il top per richiamare (ipse dixit) il brand del lusso (sempre quello).

A difesa dell’imprenditore - tutti hanno diritto alla difesa, ci mancherebbe altro - va detto che il suo ultimo intervento è stato sicuramente motivato dalla solidarietà; da leggere, beninteso, come convergenza che non nasce da sentimenti etici, ma da legittimi interessi sociali. Perché a bordo dello yacht - lo scrive lui - c’erano «12 persone facoltose».
E c’é chi avanza un dubbio: il «My Force Blue» di cui parla la capitaneria di porto, non è per caso lo stesso «Force Blu» con cui, almeno in passato, Flavio Briatore solcava il Mare Nostrum e che affittava per crociere - ça va sans dire - di lusso?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie