Giovedì 21 Febbraio 2019 | 08:21

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
Nel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
Componente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
In via Milizia
Scritte su sede Movimente 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

Scritte su sede Movimento 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

 
Nel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
Nel Leccese
Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

 
Verso il voto
Lecce, Salvemini strart: «Non permetteremo un ritorno al passato»

Lecce, Salvemini riparte: «Non permetteremo un ritorno al passato»

 
Nel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
Sud Salento
L'accendino era in realtà un contenitore porta-droga: 8 segnalazioni nel Leccese

L'accendino era in realtà un contenitore porta-droga: 8 segnalazioni nel Leccese

 
A Lecce
Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

 
La storia
Gallipoli, nigeriano sventa rapina in supermercato: titolare lo assume

Gallipoli, nigeriano sventa rapina in supermercato: titolare lo assume

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
HomeLa decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

A Castrignano del Capo

Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Il ragazzo ha bevuto del brillantante ed è ora in pericolo di vita. Era consuetudine conservarlo in una bottiglia dell'acqua vuota. Indagati i due baristi

corsia d'ospedale

In un bar di Castrignano del Capo hanno versato per errore detersivo brillantante per lavastoviglie a un cliente che aveva chiesto un bicchier d’acqua, un imprenditore di 28 anni che è stato poi sottoposto a un intervento di asportazione dello stomaco, durato 5 ore, all’ospedale Panico di Tricase. Il giovane è ora in terapia intensiva. La notizia è riportata dal Quotidiano di Puglia.

L’imprenditore era andato nel bar per assumere un farmaco in un bicchiere d’acqua. E il barista, per errore, gli avrebbe versato il detersivo, conservato in una bottiglietta di plastica, scambiandolo per acqua. Dopo avere ingerito il liquido nel bicchiere, il giovane si è sentito male: ha vomitato ed è svenuto. Il giovane è stato portato in ospedale dove gli hanno asportato lo stomaco. La vittima ha riportato anche ustioni all’esofago. Dalle prime indagini dei carabinieri sembra che fosse un’abitudine quella di conservare il detersivo nella bottiglietta d’acqua di cui non era a conoscenza il dipendente che ha servito l’imprenditore.

«È in prognosi riservata e tuttora in pericolo di vita» il 28enne di Castrignano del Capo che ha subito l’asportazione dello stomaco dopo aver bevuto in un bar della città del brillantante per lavastoviglie che gli è stato servito per errore, al posto di un bicchiere d’acqua. Lo riferisce il direttore sanitario dell’ospedale Panico di Tricase, Pierangelo Errico, dove il giovane è ricoverato in terapia intensiva. L’uomo è attualmente sedato e costantemente sotto monitoraggio. «L'aver ingerito il detersivo - evidenzia Errico - gli ha provocato una sorta di ustione chimica interna che in pochi istanti ha necrotizzato le pareti dello stomaco». Sulla vicenda indagano i carabinieri, coordinati dalla Procura di Lecce, che stanno in queste ore ricostruendo la dinamica dei fatti.

INDAGATI I DUE BARISTI - I carabinieri del Nas e Asl Lecce area sud Maglie hanno eseguito un provvedimento di sospensione a tempo indeterminato dell’attività di bar-centro scommesse di Castrignano del Capo dove hanno servito per errore detersivo al posto dell’acqua a un giovane imprenditore del posto. Il provvedimento, a firma del direttore del Servizio igiene degli alimenti (Sian) dell’Asl, scaturisce dall’esito della attività di indagine dei carabinieri Nas del comando di Tricase, e del personale Sian, che hanno riscontrato alcune irregolarità all’interno dell’esercizio commerciale. Il contenitore originale del brillantante, e quello in cui era stato travasato, cioè una bottiglietta di plastica, sono stati sequestrati. I due baristi che erano presenti quando è accaduto il fatto sono indagati per lesioni colpose gravissime.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400