Sabato 19 Gennaio 2019 | 08:05

NEWS DALLA SEZIONE

Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il festival
Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

 
All'ospedale Vito Fazzi
ospedale Vito Fazzi di Lecce

Polmone asportato senza aprire torace: super-intervento a Lecce

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 
Lontano almeno 300 metri
Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: mi tradisce

Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: «Mi tradisce»

 
nel Leccese
Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

 
Il progetto non decolla
Monteroni, stop all'università islamica: il Tar dà ragione al comune

Monteroni di Lecce, l'università islamica non si farà: il Tar dà ragione al comune

 
Il gasdotto
Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

 
La nomina
Lecce, dopo le dimissioni di Salvemini nominato commissario ex prefetto Sodano

Lecce, dopo dimissioni di Salvemini nominato commissario: è l'ex prefetto Sodano

 
12 e 13 gennaio
BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

 

il rettile viveva in puglia 70 milioni di anni fa

Fossile di lucertola preistorica scoperto a Nardò

Aveva l’aspetto di un lucertolone e 70 milioni di anni fa viveva dove oggi si trova la Puglia: è il rettile acquatico, chiamato Primitivus manduriensis in omaggio al vino pugliese Primitivo

Fossile di lucertola preistorica scoperto a Nardò

Il rettile acquatico Primitivus manduriensis viveva in Puglia

ROMA - Aveva l’aspetto di un lucertolone e 70 milioni di anni fa viveva dove oggi si trova la Puglia: è il rettile acquatico, chiamato Primitivus manduriensis in omaggio al vino pugliese (Primitivo), scoperto completo di tessuti molli. Il fossile è così ben conservato che nel suo stomaco i ricercatori italiani, che lo hanno studiato, hanno potuto vedere i resti del suo ultimo pranzo, cioè una lisca di pesce. E' descritto sulla rivista Royal Society Open Science, dai ricercatori coordinati dall’italiana Ilaria Paparella dell’università Sapienza di Roma e dell’università canadese di Alberta. Partecipano alla ricerca anche altri due italiani, Umberto Nicosia della Sapienza e Alessandro Palci dell’australiana Flinders University.

E’ il primo fossile di questo tipo rinvenuto nell’Italia meridionale, inoltre la sua scoperta mostra che questi rettili marini sono vissuti più a lungo del previsto. «Pensavamo che questo gruppo di lucertole fosse vissuto solo fino a 85 milioni di anni fa» ha detto Paparella. Il predatore, il cui fossile è stato scoperto dalla popolazione nei pressi di Nardò (Lecce), era lungo un metro, apparteneva al genere dei dolcosauri ed era cugino dei giganteschi rettili marini (mosasauri) che si aggiravano negli oceani del Cretaceo.

I ricercatori sono riusciti a ricostruire tutto il suo aspetto: aveva la coda piatta e il muso appuntito. In più, dalla struttura delle sue ossa pelviche, gli studiosi hanno dedotto che Primitivus manduriensis sapeva sia nuotare sia muoversi sulla terraferma. La sua scoperta è straordinaria anche per altri aspetti: il fossile è sorprendentemente ben conservato, tanto che si notano tracce delle squame della pelle e del tessuto muscolare. E’ così ben conservato che si può vedere persino quale era stato il suo ultimo pranzo: «Nel suo stomaco - ha concluso la ricercatrice - abbiamo trovato i resti di un pesce».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400