Domenica 20 Gennaio 2019 | 14:12

NEWS DALLA SEZIONE

Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 
Vandali al Vanoni
Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

 
Padre, madre e 2 figli
Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

 
Nel Leccese
Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

 
A Torre San Giovanni
Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

 
Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il festival
Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

 

giovani e svago

Beach party senza alcol sfida contro lo sballo parte dal Salento

Un gruppo di liceali leccesi ha deciso di invertire la pericolosa tendenza allo sballo, puntando dritto verso un modello di divertimento responsabile

spiaggia

«Happy beach, happy no alcol». Lo spirito del progetto, che avrà oggi la sua prima tappa a San Cataldo, è tutto racchiuso nello slogan pensato dai giovani organizzatori. A lanciarlo un gruppo di studenti liceali, “Fever events”, che ha deciso di invertire la pericolosa tendenza allo sballo, puntando dritto verso un modello di divertimento responsabile che possa richiamare migliaia di ragazzi in feste senza rischi collaterali.

Ieri mattina il progetto è stato presentato in piazza Sant’Oronzo, dove i giovani promotori hanno illustrato gli obiettivi dell’iniziativa assieme a Mauro Della Valle, presidente di Federbalneari Salento. «Un’alleanza che è nata subito - ha detto - perché riteniamo che un’associazione che rappresenta 150 imprese in provincia di Lecce debba interpretare e assecondare le migliori proposte dei giovani, veicolando il messaggio forte di un sano coinvolgimento in spiaggia». Il primo beach party senza alcol si svolgerà oggi al lido Sole Luna di San Cataldo, dalle 16 alle 20. «Questi ragazzi - ha spiegato Della Valle - ci hanno fatto scoprire un mondo che ci era sconosciuto: grazie all’uso della rete, che loro utilizzano con grande dimestichezza, si rilevano organizzatori intraprendenti ed evoluti, promuovendo eventi e attività di sensibilizzazione che richiamano migliaia di studenti. Ma hanno necessità di trovare spazi dove aggregarsi e vivere l’adolescenza in modo responsabile. E come balneari abbiamo deciso di aprirci alle loro esigenze, iniziando dalle spiagge delle marine leccesi, facilmente raggiungibili. Ma ci sarà anche una campagna itinerante, che toccherà le spiagge più importanti del Salento».

Raffaele Ripa è uno dei giovani artefici dell’iniziativa. «Il nostro obiettivo - afferma - è sfatare il mito secondo cui il divertimento giovanile è fatto di sballo. Spesso i giovani compaiono nelle cronache per gli incidenti del sabato sera, per ricoveri da coma etilico o altre circostanze negative. Non si parla invece dei ragazzi che organizzano, che offrono il loro contributo nel diffondere buone pratiche e modelli virtuosi. Nel nostro piccolo, cerchiamo di farlo. Ma spesso non veniamo aiutati».

Gli studenti che daranno vita a questo primo esperimento frequentano il liceo classico “Palmieri” ed i licei scientifici “De Giorgi” e “Banzi”, ed hanno avuto il sostegno di docenti e dirigenti. «È un primo passo di un percorso nuovo - spiegano i ragazzi - in cui intendiamo mostrare come il divertimento senza “sballo” sia non solo privo di rischi ma anche più appagante e creativo». Il gruppo degli organizzatori si chiama “Fever events” «proprio perché - sottolineano - vogliamo che come una febbre le nostre proposte siano contagiose ed alimentino lo spirito più sano della festa».

I drink saranno totalmente analcolici, offerti dall’azienda “Vaffan”, che ha prodotto una serie di bibite dal gusto paragonabile, in tutto e per tutto, a quello dei migliori cocktail in circolazione. «Un bere sano e senza pericoli», hanno ribadito i rappresentanti dell’azienda presenti. Il Comune, invece, metterà a disposizione un bus che partirà da viale della Libertà alle 14.20 e con cui i ragazzi, gratuitamente, potranno raggiungere San Cataldo e il Lido Sole Luna, che ospiterà il beach party (del programma riferiamo a parte). Alla conferenza stampa di ieri ha partecipato anche l’assessore regionale all’Industria culturale e turistica Loredana Capone e la dirigente del liceo scientifico Banzi, Antonella Manca e i rappresentanti del comando provinciale dei carabinieri. «Sono rimasta colpita dall’iniziativa - ha detto - perché c’è un’associazione che si fa interprete delle esigenze più sane dei ragazzi, proprio quando certi stereotipi commerciali spingono i giovani ad accostarsi al consumo di alcol. Anche la nostra scuola è impegnata in un percorso di sensibilizzazione ed educazione, che è solo all’inizio, ma che intendiamo sviluppare negli anni e rendere stabile anche con il coinvolgimento delle famiglie». [p.b.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400