Sabato 19 Gennaio 2019 | 04:46

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

La vita barese del presidente biancorosso

Luigi De Laurentiis tra progetti, sogni e...orecchiette

Luigi De Laurentiis, presidente del Bari

Luigi De Laurentiis tra progetti, sogni e...orecchiette

Il massimo dirigente dei galletti ormai è in pianta stabile nel capoluogo pugliese per almeno cinque giorni a settimana

Dalla passione per il cibo alle riunioni fiume. Dall’osservazione attenta del lavoro quotidiano della squadra all’impegno per conoscere l’esatta portata del “suo” Bari. In poco più di un mese, Luigi De Laurentiis è diventato un barese adottivo a tutti gli effetti. Alzi la mano chi avrebbe pensato ad un presidente così presente in prima persona. Succede raramente persino in serie A. Figurarsi se fosse immaginabile per chi era abituato a dividere la sua vita tra Italia, Inghilterra e America. Tra incontri per produrre film con cast internazionali o con attori famosi in tutto il mondo. Oggi, invece, si può tranquillamente dire che Luigi De Laurentiis è innanzitutto il presidente del Bari. Lo studioso di una realtà che la sua famiglia ha acquistato i primi di agosto, ma che lui vuole rendere “sua” aggiungendo idee, progetti, strategie di sviluppo a lungo termine. Il campionato ed i risultati, certo, rappresentano la prima base su cui costruire. Ma l’impressione è che il maggiore dei figli di Aurelio De Laurentiis stia pensando molto più avanti. Archiviando nella mente tutto quanto ha permesso a suo padre di portare il Napoli dalle ceneri di un fallimento ad essere tra i top team d’Europa. Ma senza fare paragoni. Luigi De Laurentiis vuole percorrere la sua strada di successo, ma mettendoci le sue conoscenze e convinzioni. Ecco perché sta provando a comprendere ogni angolo della realtà pugliese, a cominciare dal tessuto sociale. “E’ vero: ho accettato ‘invito a pranzo di una signora che mi ha promesso le orecchiette con le cime di rape”, ha affermato il massimo dirigente dei galletti, ieri ospite dell’edizione pugliese del tg 3. “Mi sento davvero a casa, qui. Apprezzo la generosità tipica del nostro Sud, d’altra parte la mia famiglia ha origini meridionali. Quando sono in America spesso parlo del calore che ci contraddistingue. Bari è una città che ha sofferto tanto, ma adesso dobbiamo rialzarci tutti insieme. Vogliamo intraprendere un percorso serio, ambizioso ed onesto. Non mi piace fare proclami, ma stiamo lavorando affinchè ci siano presto tante belle novità”. A distanza di poco più di due mesi dall’acquisizione del titolo sportivo del club, dunque, le convinzioni della nuova proprietà si sono addirittura rafforzate. “L’affetto che ci circonda è sorprendente”, continua Lugi De Laurentiis. “I quasi ottomila abbonamenti venduti sono un dato notevolissimo considerando il ritardo con il quale è cominciata questa avventura. La squadra ormai è in campo, condotta da professionisti esemplari. Ora occorre rinforzare la struttura: ogni giorno è una nuova sfida per stipulare accordi e garantirci le piattaforme che ci consentano di essere moderni e vicini ai tifosi. Non a caso, ormai sono qui cinque giorni alla settimana perché c’è tanto da lavorare. Il brand Bari è di importanza capitale. Un po' come accade per Napoli, gli appassionati biancorossi sono presenti in tutta Italia e nel mondo. Stiamo ultimando uno studio per esaltare al meglio il nostro marchio. Lo stadio San Nicola? E’ nei nostri pensieri: siamo attentissimi per capire come sviluppare quest’altra eccellenza secondo le opportunità offerte dal territorio”. Per crescere, tuttavia, occorrerà scalare rapidamente le categorie inferiori, ricominciando ad imporre un passo spedito già nell’attuale torneo di serie D. La squadra sta preparando con particolare intensità la sfida di domenica a Marsala. Oltre l’infortunato Siaoulys, c’è un leggero dubbio su Bolzoni che anche ieri ha lavorato a parte con il baby Gioria. Oggi saranno più chiare le chance di recupero del 29enne regista. Il gruppo biancorosso lavorerà ancora nel pomeriggio in sede, mentre la partenza per la Sicilia è fissata già a domattina: la gara con il Marsala è stata anticipata alle 14,30 rispetto all’orario originario delle 15 per agevolare il viaggio di ritorno dei galletti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

"La Fc Bari non può essere salvata"E' fallita la società di Giancaspro

"La Fc Bari non può essere salvata" E' fallita la socie...

 
Il Bari festeggia i 111 anni di storiaguardando al futuro con ottimismo

Il Bari festeggia i 111 anni di storia guardando al fut...

 
"Sancataldese, chiudiamo questa parentesie prepariamo tranquillamente il match di Cittanova"

"Sancataldese, chiudiamo questa parentesi e prepariamo ...

 
"Complimenti alla sportività dei tifosi baresidiciamo no alla sudditanza psicologica"

«Complimenti alla sportività dei tifosi baresi: diciamo...

 
Scala: "Con una reazione cosìmeglio scegliere il silenzio"

Scala: "Con una reazione così meglio scegliere il silen...

 
Aloisi, passo da categoria superioreFloriano, assist per Neglia e gol vittoria

Aloisi, passo da categoria superiore Floriano, assist p...

 
La mani del Bari sulla serie Cdopo 100 minuti di passione

La mani del Bari sulla serie C dopo 100 minuti di passi...

 
Neglia e Floriano firmano la rimontaecco le immagini dei gol del Bari

Neglia e Floriano firmano la rimonta ecco le immagini d...