Lunedì 18 Marzo 2019 | 18:52

NEWS DALLA SEZIONE

Udienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
La proposta di Decaro
Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

 
A taranto
Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

 
Polemica nel barese
Gioia del Colle, segretario Lega parla di «razze», candidato sindaco: «Si dimetta»

Gioia, segretario Lega parla di «razze», candidato centrodestra: «Si dimetta»

 
La denuncia
Taranto, bimba di 5 anni muore di tumore, genitori tarantini: «È strage»

Taranto, bimba di 5 anni muore di tumore, genitori tarantini: «È strage»

 
L'inchiesta
Via della Seta, la Cina «sfiora» la Puglia: un'occasione per la Regione

Via della Seta, la Cina «sfiora» la Puglia: un'occasione per la Regione

 
Incidente nel Tarantino
Manduria, operaio folgorato in centro di compostaggio: grave

Manduria, operaio folgorato in centro di compostaggio: grave

 
L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Ha 40 anni
Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

 
Denunciate 2 donne
Taranto, cc sequestrano 52kg di sigarette, anche di contrabbando: 2 denunce

Taranto, cc sequestrano 52kg di sigarette, anche di contrabbando: 2 denunce

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Bari, l'attesa è finalmente finitaparte il rush finale del campionato

Bari, l'attesa è finalmente finita
parte il rush finale del campionato

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
TarantoA taranto
Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

 
MateraL'operazione della polizia
Sequestrati a Policoro 70 kg di bianchetto: una denuncia

Sequestrati a Policoro 70 kg di bianchetto: una denuncia

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

indagini di 10 anni fa

Inchiesta Tempa Rossa
«fuori tempo»
i reati sono stati prescritti

Tempa rossa

POTENZA - La Corte d’Appello di Potenza, nel corso dell’udienza che si è svolta oggi, ha dichiarato l'intervenuta prescrizione per i reati di corruzione, turbativa d’asta, falso in atto pubblico, abuso d’ufficio e favoreggiamento, nell’ambito del processo «Totalgate», nato dall’inchiesta coordinata dall’allora pm di Potenza Henry John Woodcock nel 2008 sui lavori di realizzazione del Centro Olio di Tempa Rossa di Corleto Perticara (Potenza) della Total. Dal processo escono quindi gli imprenditori, le società e alcuni ex dirigenti della Total, tra i quali l’ex amministratore delegato e uno dei manager della compagnia petrolifera francese, Lionel Lehva, e Jean Paul Juguet (entrambi condannati a tre anni e sei mesi di reclusione in primo grado).

In base alla decisione della Corte, quindi, il processo di Appello riguarderà solo la vicenda relativa all’esproprio dei terreni per la realizzazione del Centro Olio, e i reati di tentata concussione per quattro imputati: due ex dirigenti locali della Total, Roberto Francini e Roberto Pasi (condannati a sette anni di reclusione ciascuno nel 2016), l’ingegnere Roberto Giliberti e il dirigente dell’ufficio tecnico del Comune di Corleto Perticara, Michele Schiavello (condannati a cinque anni ciascuno in primo grado).
La prescrizione, secondo quanto si è appreso, è quindi intervenuta per l’imprenditore Francesco Rocco Ferrara, per l’ex sindaco di Gorgoglione (Matera), Ignazio Tornetta, per l'imprenditore Nicola Rocco Donnoli e per le imprese coinvolte nel processo. Il Tribunale di Potenza nel 2016 aveva condannato in tutto nove persone, per pene che complessivamente ammontavano a 47 anni e sei mesi di reclusione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400