Domenica 21 Ottobre 2018 | 03:51

NEWS DALLA SEZIONE

Botto e risposta
Salvini-Decaro, «duello» sui migrantiIl ministro: a Bari ora sono 817,a gennaio con il Pd erano 2.383

Salvini-Decaro, «duello» sui migranti. Ministro: a Bari...

 
La denuncia di un comitato
Brindisi, raid xenofobo con mazzeferiti due migranti, uno è graveSventata altra aggressione

«Brindisi, raid xenofobo con mazze»: feriti due migrant...

 
In via Brigata Regina
Bari, scontro tra moto e auto: muore un ragazzo di 17 anni

Bari, terribile scontro tra moto e auto: muore un ragaz...

 
Arrestato 46enne
Tenta furto in un supermarket di Matera: inseguito e bloccato da immigrato

Tenta furto in un supermarket di Matera: inseguito e bl...

 
La decisione
Bari, archiviata querela contro Marilù Mastrogiovanni: non diffamò la Igeco

Bari, archiviata querela contro Marilù Mastrogiovanni: ...

 
Regionali 2020
Sfuma il congresso del Pd ma primarie entro l’anno

Sfuma il congresso del Pd ma primarie entro l’anno

 
Serie B
Calcio, il Foggia battuto dal Cosenza 2-0

Calcio, il Cosenza batte il Foggia 2-0

 
L'intervista
Verso le primarie PD, parla Richetti: «Apriamo ai moderati ma no alleanza con M5S»

Verso le primarie PD, parla Richetti: «Apriamo ai moder...

 
Serie D
Papadopulo gioca Lecce-Palermo: «Questa partita regalerà spettacolo»

Papadopulo gioca Lecce-Palermo: «Questa partita regaler...

 
Campionato d'Eccellenza
Insultano calciatori di colore imitando scimmie: daspo per 7 tifosi del Gallipoli

Gallipoli, insultano calciatori di colore imitando scim...

 
Domani in campo
Bari, Cornacchini: «A Marsala ci vuole gara concreta»

Bari, Cornacchini: «A Marsala ci vuole gara concreta»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Il segretario regionale Aldo Pugliese

«Aqp, investimenti sbagliati
mentre la bolletta è più cara»

Uil: «Non è possibile fare fronte solo alle emergenze»

«Aqp, investimenti sbagliati mentre la bolletta è più cara»

«È da anni che denunciamo i gravi ritardi, se non addirittura l’immobilismo totale, di Acquedotto Pugliese nell’attuazione degli investimenti programmati, ben al di sotto delle aspettative ma, soprattutto, lontanissimi da quelli utili a risolvere, almeno in parte, le necessità di un territorio che tutti gli anni si ritrova a convivere, inerme, con l’emergenza acqua».

Secondo Aldo Pugliese, segretario generale della Uil di Puglia e Filippo Lupelli, Segretario generale della Uiltec Puglia, stavolta oltre al danno c’è anche «la beffa clamorosa, per i cittadini pugliesi, che a fronte delle inefficienze riscontrabili e sotto gli occhi di tutti di una rete idrica colabrodo, che “vanta” perdite su quasi la metà della stessa, la bolletta dell’acqua quest’anno dovrebbe essere del 7% più cara rispetto al 2017, mentre nel 2019 dovrebbe subire un ulteriore impennata del 2,6».

«Ormai il ricorso alle restrizioni delle forniture idriche – proseguono Pugliese e Lupelli - sta diventando una triste abitudine per Acquedotto Pugliese e, soprattutto per gli incolpevoli cittadini pugliesi che si ritrovano a pagare, con evidenti disagi, la poca lungimiranza del più grande acquedotto d’Europa il quale, invece di pianificare e investire copiosamente sull’efficientamento della rete, si limita a gestire (male) le emergenze».

«La scusa che le carenze della rete idrica siano esclusivamente riconducibili agli invasi extra regionali non regge più, visto che situazioni come quella delle dighe Locone e Occhito, o come quella della diga di Piano dei Limiti o del fiume Lato, per non parlare del recupero delle acque piovane e di quelle reflue da riutilizzare nell’agricoltura, sono note e arcinote. Da tempo abbiamo formalmente richiesto la formazione di una commissione mista azienda-sindacati per la valutazione degli investimenti, ma ad oggi tutto è rimasto nelle buone intenzioni. La trasparenza non è decisamente la migliore delle virtù di Acquedotto pugliese».

Concludono Aldo Pugliese e Filippo Lupelli: «Perché finora si è scelto di non attuare un monitoraggio serrato della rete, mettendo in campo le conseguenti azioni per il ripristino della piena efficienza della stessa attingendo appieno dalle disponibilità di investimento? Sicuramente non è una questione di mancanza di risorse economiche, anche perché già in passato AqP non si era dimostrato certo di braccino corto quando si è trattato di spendere e spandere per consulenze milionarie, mentre continua ad esserci una carenza enorme, in organico, di figure tecniche in grado di pianificare e seguire le opere da realizzare, alle quali vengono preferiti studi tecnici esterni. Tanto paga pantalone con la bolletta, sempre più salata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400