Martedì 23 Luglio 2019 | 13:28

NEWS DALLA SEZIONE

Notizie dal ritiro
Lecce, parla Tachtsidis: «Anche in A importante il gruppo»

Lecce, parla Tachtsidis: «Anche in A importante il gruppo»

 
Secondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

 
a Taranto
ArcelorMittal, sindacati: il 2 agosto sciopero in area portuale

Mittal, sindacati: 2 agosto sciopero in area portuale. Esplosione in mattinata, nessun ferito

 
Nel Barese
Monopoli. usuraio «di professione» arrestato dai cc: minacce e botte a chi non restituiva soldi

Monopoli, usuraio arrestato dai cc: minacce e botte a chi non restituiva soldi

 
Nella zona del santuario
S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

 
Nel Brindisino
Società di fotovoltaico evade 1mln di euro di IVA: confiscati 500mila euro di beni, anche una villa

Società di fotovoltaico evade 1mln di euro di IVA: confiscati beni, anche una villa

 
L'operazione
Reati contro la P.A.: nel Foggiano 3 arresti e 12 misure interdittive, imprenditori e amministratori pubblici

Brogli in gare pubbliche ad Apricena, coinvolto anche sindaco leghista VD

 
L'incidente
Taranto, investe donna e fugge via: rintracciato pirata della strada

Taranto, investe donna e fugge: rintracciato pirata della strada

 
Verso Parco Loppa
Ex Ilva, si rompe tubatura fuori servizio e sversa olio: tamponata perdita

Ex Ilva, si rompe tubatura fuori servizio e sversa olio: tamponata perdita

 
Verso le elezioni
Regionali 2020: al via il tavolo del c.sinistra: «Primarie entro novembre»

Regionali 2020: al via il tavolo del c.sinistra: «Primarie entro novembre»

 
Il batterio killer
Emergenza Xylella, Coldiretti Puglia presenta il piano "salva ulivi"

Emergenza Xylella, Coldiretti Puglia presenta il piano "salva ulivi"

 

Il Biancorosso

IL CALENDARIO
Bari, ecco i prossimi impegnidal Pisa alla coppa Italia

Bari, ecco i prossimi impegni: dal Pisa alla coppa Italia

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoDa venditori ambulanti
Taranto, polizia sequestra 70kg di cozze senza certificato: 2 denunce

Taranto, sequestrati 70kg di cozze senza certificato: 2 denunce

 
PotenzaIn frazione Ciccolecchia
Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

 
MateraLa decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
FoggiaSecondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

 
BrindisiA brindisi
Dipendenti ditta appaltatrice Cerano senza stipendio da mesi: sindacati protestano

Dipendenti ditta appaltatrice Cerano senza stipendio da mesi: sindacati protestano

 
LecceRifiuti
Gallipoli, a Baia Verde spazzatura non ritirata: residenti inferociti

Gallipoli, a Baia Verde spazzatura non ritirata: residenti inferociti

 
BatL'impianto
Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

 
BariA Polignano a mare
Meraviglioso Modugno: a Polignano la serata evento con Tatangelo, Barbarossa, Giordana Angi, Alberto Urso

Meraviglioso Modugno: a Polignano serata evento con Tatangelo, Barbarossa, Angi, Urso

 

i più letti

malasanità

Foggia, esplode il caso
del «paziente fai-da-te»

Non c'era il reparto per operarlo e neppure l'ambulanza...

Foggia, esplode il caso  del «paziente fai-da-te»

di Massimo Levantaci

FOGGIA - I medici dell'ospedale «Casa Sollievo della Sofferenza» di San Giovanni Rotondo non sono ancora nelle condizioni di stabilire se il giovane chitarrista di Cerignola riuscirà a riprendere la funzionalità del braccio appena operato. Ma il suo caso fa già discutere. Non per l'incidente stradale in cui è stato coinvolto il 29enne, quanto per le peripezie che ha dovuto superare prima che una équipe medica riuscisse a operarlo.

Il giovane era stato infatti portato al Pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Foggia, dove è stato sottoposto ai primi accertamenti diagnostici. Il problema è che il secondo policlinico di Puglia non è ancora attrezzato con un'unità di Chirurgia vascolare, per cui i medici, una volta completati gli esami ed effettuata la medicazione sull'arto da operare, non hanno potuto far altro che invitare il giovane a rivolgersi a un altro ospedale. E qui comincia la disavventura per il chitarrista che avrebbe atteso «quattro ore» - riferiscono fonti di «Casa Sollievo» - prima di farsi finalmente accompagnare nell'ospedale di San Giovanni Rotondo.

È riuscito nell'impresa facendo ricorso al proprio portafogli, noleggiando a sue spese quella stessa ambulanza che il Servizio sanitario nazionale nel secondo policlinico pugliese non poteva mettergli a disposizione. Una storia inquietante che pone sotto i riflettori le condizioni sempre più decadenti della nostra sanità pubblica che, tra piani di riordino e tagli alle spese, rischia di perdere di vista l'obiettivo primario: curare la gente nel modo più opportuno.

Il primario del Pronto soccorso degli Ospedali riuniti, Vito Procacci, ammette il disservizio, ma si difende così: «L'unica ambulanza di cui disponiamo ci serve prevalentemente per trasportare i pazienti dal Pronto soccorso in altre strutture sanitarie all'interno del policlinico, spesso la utilizziamo anche per portare i pazienti a fare la Tac che si trova in un plesso di fronte al nostro. Il giovane di Cerignola è stato refertato, ma non poteva essere trasportato subito perché non avevamo il mezzo già pronto. A volte disponiamo anche di una seconda ambulanza in casi di emergenza, ma era occupata. Tengo a precisare - aggiunge il dottor Procacci - che il giovane non è stato abbandonato al suo destino e che ha firmato le dimissioni prima di essere lasciato andare».

Sta di fatto che il giovane è arrivato a San Giovanni Rotondo senza cartella clinica, i medici dell'ospedale di San Pio hanno dovuto rifargli tutti gli esami e solo dopo quasi dieci ore hanno potuto finalmente operarlo per ripristinargli il flusso sanguigno ostruito da un'ischemia al braccio. Un tempo lunghissimo: i medici hanno così optato per la soluzione più veloce, «una ricanalizzazione dell'arteria occlusa - informa «Casa Sollievo» - al passaggio tra ascella e omero, utilizzando un'endoprotesi per ripristinare il flusso sanguigno. Si è resa necessaria anche una fasciotomia al braccio per ridurre il voluminoso edema successivo al ripristino della circolazione». Intervento riuscito, ma prognosi riservata. Per «Casa Sollievo» una disavventura che conferma il suo ruolo di ospedale di «territorio», in un momento in cui piano regionale punterebbe a ridimensionarlo. Ma, giochi politici a parte, non è con la concorrenza tra ospedali che si costruisce una buona sanità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie