Giovedì 21 Marzo 2019 | 16:33

NEWS DALLA SEZIONE

Il torneo
Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

 
Subentra a Carmine Esposito
Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

 
Ambiente
Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

 
Scintille Nato-Russia
I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

 
È diretto a Gerusalemme
Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

 
Il caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Il confronto
Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

 
In 5mila al corteo
Emiliano a manifestazione Libera: «Lottiamo con i ragazzi»

Marcia Libera, Emiliano a Brindisi «Approvata legge pugliese sulla legalità» VD

 
L'aggressione
Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

 
Università
Puglia, sì a due lauree in contemporanea: l'idea della Lega che piace a Uricchio

Puglia, sì a due lauree in contemporanea: l'idea della Lega che piace a Uricchio

 
È intervenuta la polizia
Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDall'8 al 13 aprile
Festival Cinema Europeo, a Lecce Ulivo d'Oro a Nino Frassica

Festival Cinema Europeo, a Lecce Ulivo d'Oro a Nino Frassica

 
BariSubentra a Carmine Esposito
Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

 
HomeIl caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 

A BARI

Vasca da bagno sulla spiaggia
scatena la rabbia del sindaco

Vasca da bagno sulla spiaggia scatena la rabbia del sindaco

di Antonella Fanizzi

BARI - La prima minaccia risale a cinque giorni fa. «Credetemi, questo frigorifero per strada non l’ho lasciato certamente io, né gli operatori dell’Amiu. Questa indecenza deve finire», tuona sulla sua pagina Facebook Antonio Decaro. Ma la goccia che rischia di far traboccare il vaso è quella vasca da bagno abbandonata sull’arenile di San Giorgio. Il sindaco pubblica la foto sempre sul social network e usa toni forti: «Per fare il bagno dobbiamo riqualificare il lungomare e le nostre spiagge, non portare da casa la vasca! Stiamo valutando di sospendere il servizio di ritiro e lasciare tutti i rifiuti ingombranti per strada. Forse qualche ‎inzivoso‬ cambierà atteggiamento».

L’equivoco, che però si configura come un reato, di considerare marciapiedi e carreggiate al pari di una discarica diventa sempre più difficile da chiarire. Le passeggiate in ogni quartiere, dal centro alle periferie, consegnano la fotografia di una città che soffoca di rifiuti di ogni genere.

Si potrebbe arredare un appartamento con i pezzi di armadio abbandonati in via Re David, con la scarpiera lasciata in via Zanardelli, con il comò di via Montegrappa oppure scegliere fra il divano rosso o quello arancione buttati in via Bovio. Il sindaco sta pensando seriamente di creare un disagio ancora maggiore ai baresi. A subirne le conseguenze sarebbe l’intera cittadinanza, sia le persone perbene sia coloro che non si fanno scrupoli di inquinare la zona nella quale abitano. Decaro scrive: «Se si continueranno ad ignorare le procedure per smaltire gli ingombranti, chiederò all'Amiu di sospendere il ritiro. Forse, allora, quando non si potrà più camminare sui marciapiedi o magari frigoriferi e materassi occuperanno i nostri posti auto, tutti insieme capiremo che non è giusto continuare a scambiare la strada e gli spazi pubblici per una discarica a cielo aperto».

L'articolo completo sull'edizione odierna della Gazzetta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400