Lunedì 08 Agosto 2022 | 06:01

In Puglia e Basilicata

tragedia

Famiglia travolta da moto a Bari: papà muore, bambino è grave. Indagato per omicidio stradale un 20enne

Famiglia travolta da moto a Bari: papà muore, bambino è grave. Indagato per omicidio stradale un 20enne

Stava attraversando la strada quando è piombato il motociclo

30 Luglio 2022

Redazione online

BARI - Una famiglia che attraversava la strada è stata travolta da una moto guidata da un 20enne: il padre 47enne è morto, il bambino è ricoverato in codice rosso all’ospedale pediatrico, ma non è in pericolo di vita, la mamma è rimasta illesa. Il motociclista è stato medicato sul posto. L'incidente è avvenuto sul lungomare Cristofo Colombo nel rione Santo Spirito di Bari attorno alla mezzanotte. Sul posto hanno operato i soccorritori del 118 e la Polizia Locale.

E’ indagato per omicidio stradale il 20enne che ieri sera, attorno alla mezzanotte, ha falciato una famiglia che attraversava sulle strisce pedonali il lungomare Cristoforo Colombo, nel rione Santo Spirito di Bari. Il giovane è ricoverato in ospedale e sarà sottoposto ad indagini tossicologiche. Sul ventenne la Polizia Locale sta, inoltre, effettuando accertamenti per verificare se fosse in possesso della patente di guida. La vittima è un 47enne di Bitonto (Bari), morto sul colpo dopo aver battuto la testa sull'asfalto, mentre il figlio di 7 anni è ricoverato all’ospedale pediatrico, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Padre, madre e figlio - a quanto si apprende - erano usciti da una pizzeria e stavano attraversando la strada per raggiungere la loro auto e tornare a casa quando la moto li ha travolti. La mamma del piccolo, rimasta illesa, è sotto shock.

Il comune di Bitonto, di cui era originaria la famiglia, ha dichiarato lutto cittadino. Sotto shock anche la comunità barese: ecco le parole del sindaco di Bari: «Ciò che è accaduto ieri sera a Santo Spirito, è una tragedia che ha sconvolto l’intera città. Morire per strada, sotto gli occhi increduli della propria famiglia, è un destino che non dovrebbe toccare a nessuno». È quanto afferma Antonio Decaro, in merito all’incidente avvenuto a mezzanotte di ieri, quando una famiglia è stata investita da una moto: il papà, 47 anni, è morto; il figlio di 7 anni è ricoverato e non è pericolo di vita, la mamma è illesa.

«In queste ore - aggiunge Decaro - non possiamo che pregare per la sorte del piccolo, ancora in ospedale, e stringerci ai suoi familiari, alle prese con un dolore indicibile. Anche questa estate, purtroppo, gli incidenti stradali si stanno susseguendo, e tragedie come questa compromettono irrimediabilmente la vita di tutti, anche di chi ha insensatamente causato questo dolore». «L'appello che sento di rivolgere a tutti - conclude - è quello di prestare la massima attenzione quando ci si mette alla guida, di rispettare le regole e di non sottovalutare mai i rischi, per la propria e l'altrui incolumità. Qualsiasi distrazione o comportamento scorretto può costare la vita e la felicità di qualcuno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725