Mercoledì 28 Settembre 2022 | 22:11

In Puglia e Basilicata

Sanità

Bari, appalto per la mensa all'Oncologico: chiarimento dell'ex dg Delvino

Oncologico di Bari

«Mai detto che Brindisi non ha risposto: ecco come sono andate le cose»

07 Maggio 2021

Redazione online

Bari - L'appalto per la ristorazione all'istituto oncologico di Bari? Chiarimento dell'ex direttore generale Antonio Delvino in merito alla sua audizione in Commissione Bilancio della Regione. Era stato il presidente della Commissione, Fabiano Amati, a sollevare dubbi sulla procedura.

Delvino, in una lettera inviata allo stesso Amati e al commissario straordinario del «Giovanni Paolo II», Alessandro Delle Donne, riferisce le parole esatte  pronunciate in sede di audizione: «Abbiamo provato ad adeguare ai nostri bisogni una gara che era stata aggiudicata per la Asl di Brindisi, ma nonostante i numerosi colloqui ed incontri che i nostri tecnici hanno avuto con gli aggiudicatari di quella gara, non si è riusciti a trovare una congruità che ci consentisse di garantire la qualità e l'efficienza, oltre che l'efficacia, della gara aggiudicata. E questo spiega i motivi per cui siamo stati qualche mese prima poi di richiedere, oramai molto preoccupati per l'ingiusto, l'ingentissimo prolungamento del contatto, di richiedere alla Asl Bari, ben prima che si sapesse l'esito di tale gara, quindi favorendo il massimo della concorrenza, abbiamo chiesto alla Asl Bari se potevamo aggregarci».

Nel corso dell'audizione lo stesso Fabiano Amati chiede se dalla gara deserta fino alla richiesta alla Asl di Bari, l'Oncologico avesse interloquito con Brindisi chiedendo una estensione della gara  (procedura oltre tutto prevista dalla legge). La risposta di Delvino: «Si però il vincitore di quella gara, che non mi ricordo manco quale fosse, non è stato in condizione di fornirci un servizio che garantisse i nostri pazienti ad una valutazione economica che fosse positiva, visto che questo tentativo non ha avuto esito siamo stati costretti a richiedere alla Asl Bari». 

Amati, dal canto suo, aveva  sollevato perplessità sulla procedura seguita dall’Irccs di Bari, che ha affidato la gestione delle mense «in estensione» alla stessa società che ha vinto l’appalto ponte della Asl di Bari. Ma prima ancora aveva chiesto l’autorizzazione ad avvalersi - sempre in estensione - della gara svolta dalla Asl di Brindisi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725