Venerdì 07 Maggio 2021 | 02:05

NEWS DALLA SEZIONE

La diretta
Con Toti e Tata San Nicola in tempi di Covid

Con Toti e Tata San Nicola in tempi di Covid. Rivedi la puntata

 
Corruzione
«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

 
Covid
Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

 
Covid
Basilicata, ultimi giorni in arancione

Basilicata, ultimi giorni in arancione.
Ma otto comuni restano rossi

 
Mafia
Cantieri edili a Bari nelle mani di Savinuccio

Cantieri edili a Bari nelle mani di Savinuccio

 
Lotta al virus
Bari, familiare di un paziente Covid entra in visita in terapia intensiva: è la prima volta

Bari, familiare di un paziente Covid entra in visita in terapia intensiva: è la prima volta

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 877 nuovi casi su quasi 12mila test (7,3%). Altri 27 decessi, continua il calo dei contagi

Coronavirus, in Puglia 877 nuovi casi su quasi 12mila test.  Altri 27 decessi, continua il calo dei contagi Imminenti le vaccinazioni under 60 

 
il bollettino
Coronavirus, in Basilicata 140 positivi e un decesso nelle ultime 24 ore

Coronavirus, in Basilicata 140 positivi e un decesso nelle ultime 24 ore

 
Nel Brindisino
Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Terrani spinge l Bari: «Coraggio, puoi farcela!»

Terrani spinge l Bari: «Coraggio, puoi farcela!»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCorruzione
«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

 
NewsweekLa curiosità
Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

 
FoggiaCovid
Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

 
PotenzaCovid
Basilicata, ultimi giorni in arancione

Basilicata, ultimi giorni in arancione.
Ma otto comuni restano rossi

 
LecceL'iniziativa
Lequile, la festa della mamma con le piantine di “Genitori e Poi”

Lequile, la festa della mamma con le piantine di “Genitori e Poi”

 
PotenzaL'iniziativa
Satriano di Lucania, valorizzati a fini turistici i 140 murales

Satriano di Lucania, valorizzati a fini turistici i 140 murales

 
TarantoLa città invivibile
Taranto, gira tra auto con una sfera in metallo50enne denunciato dalla Polizia di Stato

Taranto, gira tra auto con una sfera in metallo
50enne denunciato dalla Polizia di Stato

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

 

L'emergenza

Posti letto esauriti, la Regione Puglia ferma i ricoveri in ospedale. 47enne rimandata a casa: salta l'intervento

Fino a Pasqua in ospedale solo le urgenze, salva l’attività ambulatoriale. Oggi riunione con i privati

Acquaviva, l'ospedale Miulli diventa set di una fiction: scoppia la polemica

BARI - Il numero dei ricoveri ha nuovamente superato il tetto di sicurezza fissato dal ministero, con le Terapie intensive piene al 34% e i reparti di medicina che toccano quota 42%. Un effetto prevedibile della terza ondata che ha impatti differenziati sul territorio: ancora una volta è Bari a ritrovarsi nel pieno della crisi, con gli ospedali pieni e la necessità, ormai da più di una settimana, di disporre ricoveri anche in altre province. E così, per la terza volta in 12 mesi, la Regione blocca i ricoveri non urgenti. Stavolta lo stop durerà fino a dopo Pasqua e non riguarderà l’attività ambulatoriale (compresa l’intra-moenia).

Leggi il resto dell'articolo sulla nostra digital edition

LA STORIA: PAZIENTE RIMANDATA A CASA - Per la seconda volta in sei mesi ad una 47enne della provincia di Bari è stato rimandato un intervento di rimozione di una cisti ovarica, a causa dell’emergenza Covid. Questa volta, all’indomani della circolare della Regione Puglia che ha disposto la sospensione dei ricoveri non urgenti fino al 6 aprile. Stamattina la 47enne ha scoperto che l’operazione sarebbe saltata quando era già in ospedale: dopo aver avuto un letto e una stanza per il ricovero, il medico le ha detto di tornare a casa.

La signora, che abita in una città a circa 40 chilometri dall’ospedale dove era stato programmato l’intervento, si sarebbe dovuta operare nell’ottobre scorso. L’intervento allora saltò per lavori nella sala operatoria e non fu più programmato perché scoppiò la seconda ondata Covid. Un mese fa le è stata comunicata la nuova data del 18 marzo. Ieri la donna è andata in ospedale per il pre-ricovero, sottoponendosi a tampone, prelievo, elettrocardiogramma, visita cardiologica ed ecografia. Oggi, alle 10, è tornata in ospedale per il ricovero in vista dell’intervento fissato per domani.

«Stamattina ho sentito al telegiornale del blocco dei ricoveri - racconta la donna - ma ho pensato che in caso di sospensione anche del mio, mi avrebbero avvisata di non andare». Quindi si è recata in ospedale. Lì le infermiere le hanno dato una bottiglia contenente una soluzione da bere 24 ore prima dell’operazione, le hanno misurato la pressione e le hanno assegnato una stanza e un letto per il ricovero, facendola attendere momentaneamente in un’altra stanza. «Avevo già iniziato a bere quando, dopo una mezz'oretta, è venuto il medico - racconta ancora - avvisandomi che era appena arrivata la comunicazione dalla Regione sulla sospensione dei ricoveri e che sarei dovuta tornare a casa. Mi hanno assicurato che sarà loro priorità richiamarmi appena possibile, ma chissà quando». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie