Lunedì 13 Luglio 2020 | 10:44

NEWS DALLA SEZIONE

ambiente
Parco Alta Murgia, bruciano 350 ettari di terreno: denunciato responsabile

Parco Alta Murgia, bruciano 350 ettari di terreno: denunciato responsabile

 
mercato
spesa del contadino»

Foggia ancora città «low cost»: il 7% in meno sugli alimentari

 
batterio Killer
Il secolare “albero del diavolo”

Salice Salentino, il secolare “albero del diavolo” ucciso dalla Xylella dopo 400 anni

 
Analisi
Bari senza attenuanti. Serie B senza se e senza ma

Bari senza attenuanti. Serie B senza se e senza ma

 
l'incidente
Fuori strada con la moto: muore 21enne tra Alberobello e Monopoli

Fuori strada con la moto: muore 21enne tra Alberobello e Monopoli

 
nel materano
Marconia, 91enne ucciso a coltellate in casa: arrestato parente dopo 7 mesi

Marconia, 91enne ucciso a coltellate in casa: arrestato parente dopo 7 mesi

 
nel Potentino
Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti

Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti. Pusher anche davanti alle scuole

 
Sparatoria misteriosa
Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

 
Calcio serie A
Il Lecce in casa del Cagliari non va oltre il pareggio a reti inviolate

Il Lecce in casa del Cagliari non va oltre il pareggio a reti inviolate

 
calcio
Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

 
Dati nazionali
Coronavirus in Italia, lieve crescita dei nuovi contagiati (+234) e 9 decessi nelle ultime 24 ore

Coronavirus in Italia, lieve crescita dei nuovi contagiati (+234) e 9 decessi nelle ultime 24 ore

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari cerca una notte rock nel labirinto dei playoff

Bari cerca una notte rock nel labirinto dei playoff

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiamercato
spesa del contadino»

Foggia ancora città «low cost»: il 7% in meno sugli alimentari

 
TarantoIl caso
Crispiano, Ippoterapia scomparsi due cavalli

Crispiano, scomparsi due cavalli per l'ippoterapia, sospetto furto

 
Materain zona san pardo
Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

 
BrindisiTrasporti
Brindisi, «Disservizi per navi e passeggeri. Si apra tavolo di concertazione»

Brindisi, stagione crocieristica: dopo luglio cancellati anche attracchi di agosto

 
Leccebatterio Killer
Il secolare “albero del diavolo”

Salice Salentino, il secolare “albero del diavolo” ucciso dalla Xylella dopo 400 anni

 
Barigiornali e caffè
Gioia del Colle, il barista camerunense confessa «Senza la Gazzetta non so stare»

Gioia del Colle, il barista camerunense confessa: «Senza la Gazzetta non so stare»

 
Potenzanel Potentino
Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti

Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti. Pusher anche davanti alle scuole

 

i più letti

l'assetto

Popolare Bari, ok a trasformazione in Spa.
Conte: «Passaggio importante»

Lo ha annunciato Antonio Blandini, uno dei due commissari straordinari della BpB al termine dell’assemblea

Banca Popolare di Bari, Tribunale sospende multe Consob

«Pochi minuti fa abbiamo proclamato l’approvazione da parte dell’assemblea straordinaria dei soci della Banca popolare di Bari delle proposte di trasformazione della banca in società per azioni e di aumento di capitale destinato al Fondo interbancario e a Medio credito centrale, previa copertura delle perdite e ricostituzione di un capitale minimo di 10 milioni di euro». Lo ha annunciato Antonio Blandini, uno dei due commissari straordinari della BpB al termine dell’assemblea.

Il 96% dei soci in assemblea ha votato a favore della trasformazione della Banca popolare di Bari in Spa. Lo hanno comunicato i commissari straordinari al termine dell’assemblea. «Siamo particolarmente emozionati - ha detto il commissario Antonio Blandini - dell’approvazione con circa il 96% di voti favorevoli. Questo vuol dire che il progetto è stato pienamente compreso, che la banca continua e che ci sarà una banca nel Mezzogiorno e per il Mezzogiorno». "C'è stata una partecipazione straordinaria - ha aggiunto Blandini - siamo riusciti a tenere l’assemblea in prima convocazione, ipotesi credo praticamente unica in una banca popolare, con oltre 35mila soci intervenuti in assemblea e che hanno ritenuto di esprimere la propria voce e dare il proprio contributo in questo fondamentale passo di rilancio della banca».

«Questa operazione costituisce un punto di svolta, perché rispetto alle soluzioni di altre crisi bancarie degli ultimi anni, questa operazione conserva il mantenimento della qualità di azionisti, consente di prospettare un futuro, quindi assicura le somme per poter provvedere all’adempimento dei debiti della banca, incluse le obbligazioni subordinate». Lo ha spiegato Antonio Blandini, commissario straordinario della Banca popolare di Bari con il collega Enrico Ajello, al termine della assemblea che ha deliberato la trasformazione in Spa. "E' una continuità in bonis - ha detto Blandini -. Questa assemblea straordinaria sancisce il percorso pienamente positivo che la banca avrà nei prossimi mesi e nei prossimi anni, che siamo certi sarà importante, anche con l’innesto di Mcc, per lo sviluppo dell’economia dei territori del Mezzogiorno». I commissari hanno voluto esprimere «gratitudine ai soci che si sono espressi in maniera così eccezionale, ma questo è anche un atto di grande responsabilità per la banca che a questo punto deve rispondere a questo interesse, a questa partecipazione e lo farà con le attività dei prossimi mesi e prossimi anni. E grazie anche ai clienti, ai lavoratori e alle lavoratrici, al team che ha condotto in porto questa operazione e a tutte le autorità: Mef, Governo, autorità di vigilanza, Parlamento».

IL PREMIER CONTE - «Oggi è stato compiuto un passaggio importante anche nel processo di trasformazione, capitalizzazione e rilancio della Banca Popolare di Bari». Lo scrive su Fb il premier Giuseppe Conte.
«Gli accertamenti sulla pregressa gestione sono ancora in corso ed è bene che procedano nel segno della inflessibilità. Ma l'Assemblea odierna della Banca, che ha registrato il consenso del 96% dei votanti, ha dimostrato il pieno apprezzamento dei soci e della comunità locale per il progetto di rilancio, che, in linea con criteri e logiche di mercato, porterà a rafforzare questo presidio bancario, essenziale per sostenere gli sforzi di famiglie e imprese e rilanciare l’economia del territorio, particolarmente provata in questa difficile fase emergenziale», conclude.

BLANDINI: TAVOLO PER AZIONISTI FUORI DA RISARCIMENTI - «Verrà aperto un tavolo di conciliazione e solidarietà, le cui regole verranno decise anche insieme alle associazioni di azionisti, aperto a tutti coloro i quali non sono destinatari dell’offerta risarcitoria». Lo ha detto Antonio Blandini, uno dei due commissari straordinari della Banca popolare di Bari, parlando con i giornalisti al termine dell’assemblea che ha dato l’ok alla trasformazione in Spa.
«Intanto verrà aperto un tavolo. Secondo noi è molto importante - ha detto - perché, al di là della considerazione dei soci dell’aumento di capitale 2014-2015 per i quali è previsto un risarcimento pari a 2,38 euro per azione, il che vuol dire l’ultima quotazione nel mercato HI-MTF - una proposta significativa che c'è tempo di valutare fino al 31 luglio -, per gli altri azionisti apriamo questo tavolo anche per comprendere se ci sono situazioni particolari di disagio o di interesse che meritano di essere valutate». Blandini ha spiegato anche che "per gli azionisti più risalenti abbiamo predisposto i warrant per chi è intervenuto in assemblea, quindi la Banca popolare di Bari 2.0, nel momento in cui avrà potuto avviare l’attuazione del piano industriale, potrà consentire ai soci di sottoscrivere con la consapevolezza di quello che stanno facendo». 

AJELLO: VERSO IL RILANCIO - «Questa era la prima fase, che è quella di patrimonializzazione della banca, che era una fase propedeutica all’avvio del rilancio della banca stessa. Da ora in poi ci sono tutti i mezzi e tutte le condizioni per dare avvio al rilancio e, quindi, all’implementazione del piano industriale così come è stato definito». E’ la dichiarazione di Enrico Ajello, uno dei due commissari straordinari della Banca popolare di Bari, a margine dell’assemblea che ha deliberato la trasformazione in Spa dell’istituto di credito e l’aumento di capitale.

MINISTRO GUALTIERI: GRANDE SODDISFAZIONE - Il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri ha espresso, anche a nome del Governo, «grande soddisfazione per l’esito dell’Assemblea che con un voto praticamente unanime e una partecipazione senza precedenti ha decretato il successo dell’operazione di trasformazione, ricapitalizzazione e rilancio della Banca Popolare di Bari». "L'operazione, effettuata secondo logiche e condizioni coerenti con criteri di mercato, segna una svolta rispetto a un passato sul quale sono in corso i doverosi accertamenti».

L’operazione «si inquadra in un progetto più ampio di rilancio dell’economia e di sostegno a famiglie e imprese del Mezzogiorno d’Italia, anche attraverso le sinergie e le nuove opportunità offerte dal ruolo di guida che viene assunto dalla Banca del Mezzogiorno-Mediocredito Centrale e dai vantaggi connessi alla prossimità al territorio e alla conoscenza dello stesso. "L'ampia partecipazione all’Assemblea e il larghissimo consenso ricevuto danno conto del senso di responsabilità degli azionisti e dell’ampia condivisione di questo progetto da parte delle comunità locali», ha evidenziato Gualtieri. "Al buon esito dell’operazione hanno contribuito, lavorando in stretto coordinamento, le strutture del MEF, la Banca d’Italia, i Commissari Straordinari, le autorità europee, che ringrazio per l’impegno e la professionalità dimostrati. Un ringraziamento anche alle istituzioni locali e alle forze sociali e produttive di Bari e della Puglia per l’impegno dimostrato nell’obiettivo comune di difendere e rafforzare un presidio fondamentale per lo sviluppo dell’economia del territorio» ha continuato il ministro. "Sottolineo infine come il Fondo Centrale di Garanzia dei Depositi e il sistema bancario italiano abbiano svolto un ruolo fondamentale nella soluzione di questa crisi, mostrando, ancora una volta, elevata capacità di coesione e disponibilità ad intervenire in momenti di difficoltà a supporto del sistema Paese», ha concluso il ministro Gualtieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie