Martedì 24 Novembre 2020 | 02:40

NEWS DALLA SEZIONE

L'emergenza sanitaria
Coronavirus, 150 nuove Usca pronte a partire in Puglia

Coronavirus, 150 nuove Usca pronte a partire in Puglia

 
Ospite a Otto e Mezzo
Covid 19, Conte : «Riapriremo scuole prima di Natale, ma no a vacanze sulla neve»

Covid 19, Conte : «Scuole aperte prima di Natale, ma no a vacanze sulla neve»

 
Il caso
Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito

Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito FOTO

 
Il caso
Processo ex Ilva, uno dei pm è positivo al Covid ma si avanti

Processo ex Ilva, uno dei pm è positivo al Covid ma si avanti

 
A Barletta
Natale al tempo del Covid 19, Boccia: «Con 700 morti al giorno è fuori luogo parlare di cenoni»

Natale col Covid, Boccia: «Con 700 morti al giorno fuori luogo parlare di cenoni. Aree provinciali? Non cambia»

 
Tennis
Pellegrino sfata un tabù in Puglia si può volare

Pellegrino sfata un tabù in Puglia si può volare

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 22.930 nuovi casi e 630 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 22.930 nuovi casi e 630 morti nelle ultime 24 ore

 
emergenza coronavirus
Individuati «Covid hotel» in Puglia per 217 posti: strutture assenti nella BAT e nel Tarantino

Individuati «Covid hotel» in Puglia per 217 posti: strutture assenti nella BAT e nel Tarantino

 
La decisione
Bari, assolto ex amministratore unico Adp da accusa di truffa: «il fatto non sussiste»

Bari, Tribunale assolve ex amministratore unico Adp da truffa: «Fatto non sussiste»

 
dati regionali
Covid in Puglia, giornata nera: 40 morti e 980 nuovi casi (25% sui test). Foggia e Bat in crisi

Covid in Puglia, giornata nera: 40 morti e 980 nuovi casi (25% sui test). Intensive al 42%. Barletta, finiti posti al cimitero

 
dati regionali
Covid in Basilicata, 281 nuovi positivi su circa 2mila test durante il week end e altri 4 decessiA Matera tamponi drive in con la Marina

Covid Basilicata, + 281 positivi su circa 2mila test durante week end e + 4 decessi. A Matera tamponi drive in con la Marina

 

Il Biancorosso

SERIE C
Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

 
BariIl caso
Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

 
FoggiaIl caso
Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito

Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito FOTO

 
TarantoL'evento
Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

 
BatA Barletta
Natale al tempo del Covid 19, Boccia: «Con 700 morti al giorno è fuori luogo parlare di cenoni»

Natale col Covid, Boccia: «Con 700 morti al giorno fuori luogo parlare di cenoni. Aree provinciali? Non cambia»

 
PotenzaIl caso
Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

 
BrindisiVita amministrativa
Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

 
Potenzadati regionali
Covid in Basilicata, 281 nuovi positivi su circa 2mila test durante il week end e altri 4 decessiA Matera tamponi drive in con la Marina

Covid Basilicata, + 281 positivi su circa 2mila test durante week end e + 4 decessi. A Matera tamponi drive in con la Marina

 

i più letti

le ripercussioni

Coronavirus, distribuzione automatica crollo fatturato 40%

A rischio la stessa sopravvivenza delle imprese e l’occupazione: grido d'allarme dall’associazione di categoria del settore Confida

Coronavirus, distribuzione automatica crollo fatturato 40%

BARI - Le aziende pugliesi del settore della distribuzione automatica sono duramente colpite dagli effetti l'emergenza epidemiologica da Covid-19: il crollo del fatturato dell’ultima settimana raggiunge il 41,2% mettendo così a rischio la stessa sopravvivenza delle imprese e l’occupazione. E come se non bastasse per dei cavilli burocratici rischiano di non riuscire neanche a fruire degli aiuti del Decreto «Cura Italia».

È il grido d’allarme lanciato dall’associazione di categoria del settore Confida. «Il Decreto Ministeriale dell’11 marzo - spiega il presidente dell’Associazione Italiana Distribuzione Automatica CONFIDA Massimo Trapletti - non ha chiuso l’attività dei distributori automatici in quanto rispondono a un’esigenza sociale di ristoro alle aziende, ospedali, caserme e altri luoghi che rimangono aperti e attivi in questa situazione di crisi generale. Nonostante questo il fatturato del settore nell’ultima settimana è crollato del 41,2% perché i distributori automatici si trovano prevalentemente all’interno di scuole, università, palestre, centri di aggregazione che per effetto di Decreti e Ordinanze sono chiusi; a cui si aggiungono le aziende che, facendo largo uso di ferie e smart working, sono rimaste vuote».

«Le aziende della distribuzione automatica stanno continuando, pur nella difficoltà del momento - prosegue la nota - ad erogare il servizio ai clienti ancora aperti nel massimo rispetto di tutte quelle precauzioni necessarie e indicate dal Protocollo ministeriale sugli ambienti di lavoro; investendo molto anche in sanificazioni straordinarie dei distributori e per i negozi automatici. Ma tutto questo sembra non bastare a sindaci e amministratori locali della Puglia: Bari, Foggia, Molfetta, Bitonto, che hanno emanato ordinanze restrittive, in contrasto con il Decreto nazionale, ordinando la chiusura dei distributori automatici su strada ossia i cosiddetti negozi automatici o negozi H24». «La beffa poi arriva dal contrasto tra le legislazioni nazionali e locali - è detto ancora - che rischiano di far sfumare la possibilità da parte delle aziende della distribuzione automatica pugliesi di accedere ai benefici del cosiddetto decreto Cura Italia». «E' una situazione assurda - conclude il Presidente di CONFIDA Massimo Trapletti - da un lato il Decreto Ministeriale dell’11 marzo ci lascia proseguire la nostra attività ma poi di fatto sindaci e amministratori locali con ordinanze ad hoc ci fanno chiudere e così non possiamo accedere ai benefici, come ad esempio quelli dell’art 65 del Decreto 'Cura Italià che prevede per le attività chiuse un credito d’imposta sugli affitti o quelli dell’art. 61 dello stesso decreto che prevede una sospensione dei versamenti di ritenute, di contributi previdenziali e assistenziali e dei premi dell’assicurazione obbligatoria».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie