Mercoledì 10 Agosto 2022 | 14:14

In Puglia e Basilicata

La proposta di legge

Rifiuti in Puglia, un'anagrafe pubblica per controllo ciclo da parte dei cittadini

rifiuti

Depositata questa mattina dalla consigliera regionale di Forza Italia Francesca Franzoso in V commissione consiliare. Il testo è stato elaborato con il contributo di Massimiliano Iervolino, segretario nazionale dei Radicali italiani

16 Dicembre 2019

Redazione online

BARI -  Un’anagrafe pubblica per permettere anche ai singoli cittadini di controllare, in ogni passaggio, il ciclo dei rifiuti: è la proposta di legge che questa mattina la consigliera regionale di Forza Italia Francesca Franzoso ha depositato in V commissione consiliare. Il testo è stato elaborato con il contributo di Massimiliano Iervolino, segretario nazionale dei Radicali italiani e consulente della commissione Bicamerale sulle ecomafie, presente a Bari alla conferenza stampa convocata per comunicare i dettagli della proposta di legge.

La norma ha lo scopo di rendere pubblici e trasparenti dati e documenti sul ciclo dei rifiuti in Puglia, in modo da controllarne il funzionamento. Prevede l’istituzione da parte della Regione Puglia, a seguito di intese con Arpa e Ispra, di una pagina web denominata «Anagrafe dei rifiuti» con informazioni per ogni Comune e provincia. Particolare attenzione viene riservata all’impiantistica con la pubblicazione di ubicazione, proprietà, autorizzazioni, numero di controlli Arpa, capacità di smaltimento per ciascuna struttura. La proposta di legge prevede anche la pubblicazione delle destinazioni finali dei rifiuti. Stesse disposizioni sono previste per le discariche. Infine, il provvedimento prevede la pubblicazione delle polizze fideiussorie e l’ammontare totale del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi, la cosiddetta 'ecotassa', nonché la destinazione finale del fondo. 

«Faccio un appello al governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, affinché questa proposta di legge sui rifiuti possa essere approvata in tempi rapidi dal Consiglio regionale». Lo ha detto Massimiliano Iervolino, segretario nazionale dei Radicali italiani e consulente della commissione Bicamerale sulle ecomafie, alla conferenza stampa di Bari per presentare la proposta di legge «Anagrafe pubblica dei rifiuti urbani e speciali».

«Questa proposta - ha rilevato - è stata presentata in Regione Lombardia e Regione Lazio, è in discussione nelle commissioni Ambiente, quindi speriamo che l’iter venga accelerato. La proposta prevede la massima trasparenza su tutte le fasi del ciclo dei rifiuti, dalla raccolta al trattamento e smaltimento. Tutto il Centro-Sud Italia ha un deficit di impiantistica enorme rispetto al Nord, basta vedere quello che succede a Roma e in Campania, soprattutto a Napoli dove l’umido e i rifiuti speciali vanno verso il Nord. Un deficit insopportabile perché costa tantissimo alle Regioni del Sud, un costo che finisce sulle tasche dei cittadini».

«La nostra proposta - ha spiegato la consigliera regionale Francesca Franzoso di Forza Italia - è portare l’Anagrafe pubblica dei rifiuti anche in Regione Puglia, che versa ormai in una crisi strutturale, una emergenza strutturale dal punto di vista ambientale perché sono cinque anni che viviamo con un piano dei rifiuti datato 2013, di Vendola». Un piano nato in un periodo «in cui la Puglia raggiungeva una percentuale di raccolta differenziata pari al 15%, mentre oggi fortunatamente siamo arrivati al 50%. Quindi, mentre le abitudini dei pugliesi sono migliorate, la sensibilità ambientale è migliorata, di contro abbiamo una Regione che è rimasta immobile e che non ha l'impiantistica necessaria per trasformare i rifiuti in risorsa. Il nuovo piano rifiuti - ha aggiunto - è stato presentato da Emiliano nel giugno del 2018 ma di quel piano non c'è più traccia a distanza di un anno e mezzo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725