Domenica 25 Agosto 2019 | 22:05

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia nel Salento
Si sente male mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

Malore mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

 
Calcio
Serie C, buona la prima per il Bari, tutti i risultati delle squadre pugliesi e lucane

Serie C, buona la prima per il Bari, tutti i risultati delle squadre pugliesi e lucane

 
Calcio
Coppa Italia Serie D: il Taranto supera l'Altamura 1-0

Coppa Italia Serie D: il Taranto supera l'Altamura 1-0

 
L'incidente tra Tricase e Depressa
Finisce con lo scooter contro un'auto: muore 28enne nel basso Salento

Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 28enne nel basso Salento

 
Tragedia nel Foggiano
Cade in mare da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

Cade da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

 
L'esordio in A
Lecce calcio, Liverani: l'Inter è forte, ma ce la giochiamo

Lecce calcio, Liverani: l'Inter è forte, ma ce la giochiamo

 
L'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
Incidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
Il salvataggio
Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

 
Polignano, c'è l'indagine
Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

 
L'emergenza
Caso Seu a Bari, la bimba di Bitonto lascia la Rianimazione

Caso Seu a Bari, la bimba di Bitonto lascia la Rianimazione

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceTragedia nel Salento
Si sente male mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

Malore mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

 
FoggiaTragedia nel Foggiano
Cade in mare da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

Cade da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

 
BariL'appuntamento
Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

 
BatL'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
MateraIncidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
BrindisiLa furia di un 53enne
Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

 
PotenzaSanità
Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

 
TarantoSanità
Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

 

i più letti

Emergenza abitativa

Puglia, arriva una nuova sanatoria per gli abusivi nelle case popolari

Proposta di legge della giunta Emiliano: «Ma che non è in regola dovrà partecipare ai bandi

Case popolari a Brindisi, falsi redditiper pagare affitti bassi: 67 indagati

Case di edilizia residenziale pubblica (archivio)

Bandi pubblici ogni due anni anziché quattro. La possibilità di richiedere un alloggio popolare anche per le coppie omosessuali. Un tentativo di recupero della morosità, ma anche una nuova ipotesi di sanatoria per gli occupanti abusivi. La riforma delle norme in materia di Edilizia residenziale pubblica è stata approvata dalla giunta regionale prima della pausa estiva, con l’obiettivo di portarla in Consiglio già a settembre.

Un provvedimento delicato quello firmato dagli assessori Alfonso Pisicchio (Erp) e Gianni Giannini (Lavori pubblici), perché le case popolari sono argomento molto sensibile anche politicamente. Le Agenzie per la casa (ex Iacp) gestiscono in totale 58.730 alloggi, di cui 23mila tra Bari e provincia (12mila nel solo capoluogo) e in una situazione di grave crisi finanziaria.

Solo per l’Arca Puglia centrale (quella di Bari), la morosità ammonta a 70 milioni di euro di canoni non pagati. Il disegno di legge di riforma prevede una norma transitoria per le morosità pregresse, da rateizzare in 10 anni con verifica trimestrale della puntualità dei pagamenti. Finora, va detto, i piani di rientro hanno funzionato poco, anche perché le sanzioni non esistono o non sono effettive.

Sulle occupazioni abusive (non esiste una stima regionale affidabile del fenomeno, ma si parla del 10-15% dell’intero patrimonio edilizio pubblico) la proposta di sanatoria è articolata. Chi ne ha i requisiti dovrà partecipare ai bandi pubblici: se risulterà vincitore potrà mettersi in regola pagando anche gli arretrati, viceversa dovrà stipulare con l’Arca un contratto a canone concordato. Ma la sanatoria è comunque preclusa a chi ha sottratto l’alloggio pubblico assegnato ad altri o ha riportato negli ultimi cinque anni condanne per reati di associazione per delinquere.

«Siamo contrari - spiega l’assessore Giannini - a ipotesi, come quella ventilata a inizio legislatura dal centrodestra, di sanatorie generalizzate. Questa è un modo per rendere legali situazioni che si protraggono da diverso tempo e che comunque dovranno passare dal vaglio di un bando pubblico. In passato c’è stato più di un tentativo, in alcune realtà tipo Bari siamo in arretrato di decenni con l’esame di queste situazioni».

Lo schema di disegno di legge dovrà passare anche dal confronto con le organizzazioni sindacali. Tra gli aggiornamenti previsti, il riconoscimento delle unioni civili e una revisione dei punteggi per le graduatorie. Prevista la perdita del diritto all’alloggio pubblico per chi si macchia di violenze sui familiari, e una sanzione amministrativa di 10mila euro per chi non ottempera all’ordine di rilascio o per chi cede a terzi l’alloggio. In ciascuna Arca verranno creati degli uffici di gestione sociale con il compito di risolvere i problemi condominiali e promuovere l’integrazione degli inquilini.

«Alcuni pezzi della legge attuale sono superati e dovevano essere adeguati - spiega Pisicchio -. Sicuramente ci saranno altre modifiche in commissione, anche dopo il confronto con i sindacati». Il punto nodale sarà senz’altro la sanatoria delle situazioni illegittime. «L’abusivismo va estirpato definitivamente e va fatto con chiarezza - prosegue l’assessore - ma bisogna anche distinguere le situazioni: per questo abbiamo provato a porre dei paletti precisi».

Nel 2014 la legge voluta da Vendola ha già introdotto una sanatoria delle occupazioni abusive che aveva generato mille domande solo a Bari. Il tentativo, fatto con le migliori intenzioni dall’assessore Angela Barbanente, aveva però creato un corto circuito perché la Procura era stata costretta a chiedere l’archiviazione delle accuse a carico di alcune famiglie che avevano occupato senza titolo gli alloggi popolari del quartiere San Paolo. [m.s.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie