Sabato 13 Agosto 2022 | 23:48

In Puglia e Basilicata

Il caso

Giallo decreto Xylella per Fi e Pd: «È sparito»

ulivi colpiti da xylella

Il provvedimento non è ancora sulla Gazzetta Ufficiale

22 Marzo 2019

Michele De Feudis

BARI - 

Tanto rumore per nulla? Dopo l’approvazione in Consiglio dei ministri del decreto del ministro Gian Marco Centinaio sulle emergenze dell’agricoltura (per il settore pugliese racchiuso nel binomio gelate-Xylella), il provvedimento non è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Da qui si muovono le forti critiche avanzate dai parlamentari pugliesi di Partito democratico e Forza Italia.
«A due settimane dal via libera del Consiglio dei ministri, il Decreto Emergenze, peraltro assolutamente insufficiente in termini di risorse per i danni da Xylella e dalle gelate, è desaparecido. Scomparso. Non se ne ha più notizia»: il deputato dem Ubaldo Pagano chiede chiarezza dal momento che non c’è traccia delle decisioni dei giallo-verdi in Gazzetta Ufficiale e negli atti trasmessi alle Camere. «Che fine ha fatto? Hanno dovuto riscriverlo? Anche quel pugno di soldi stanziati è a rischio? Il ministro Centinaio e la ministra Lezzi, che si presenta lunedì a Lecce dopo mesi di latitanza sui problemi della regione, facciano chiarezza», argomenta ancora il parlamentare barese. «È l'ennesimo schiaffo - conclude - di questo Governo alla Puglia: non soltanto hanno portato in Cdm un decreto palliativo, dopo settimane e settimane di ritardi, ma ora si scopre che ancora non è neanche entrato in vigore. L'approvazione farlocca del 7 marzo serviva solo per dare qualcosa ai media in vista delle manifestazioni di protesta degli agricoltori del successivo sabato 9 marzo, con la grande mobilitazione a Lecce. Ma chi vogliono prendere in giro?».

Sulla stessa linea anche i forzisti Mauro D’Attis (deputato) e Dario Damiani (senatore): «Sono trascorse settimane dall'approvazione, del decreto ‘emergenze’, che ad oggi, però, non è stato ancora pubblicato nella Gazzetta Ufficiale ed è alquanto strano. Qual è il problema? Sono giorni che lo attendiamo per poter presentare le nostre modifiche migliorative, ma il provvedimento è misteriosamente sparito». «Lo attendiamo in una delle due Camere, avviando l'iter di conversione - attaccano i coordinatori berlusconiani pugliesi - per poter depositare emendamenti significativi: a partire dallo stanziamento di più risorse per le gelate, dal momento che i cinque milioni previsti sono assolutamente irrisori». «Le modifiche - spiegano D'Attis e Damiani - riguardano anche la parte relativa alla Xylella e noi abbiamo già tutto pronto, recependo le istanze del mondo agricolo». «Vorremmo capire dal governo, quindi, se ci siano motivi ostativi alla pubblicazione», chiosano alla fine. «Noi non abbassiamo la guardia fino al raggiungimento del risultato», concludono.

Intanto mercoledì a Roma c’è stato l’incontro tra il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio e l’assessore pugliese Leo Di Gioia: dal dialogo è emerso che dei 100 milioni di euro stanziati per il decreto, 30 sono già disponibili per la lotta alla Xylella. Il leghista ha chiesto alla Regione di individuare le misure ad hoc da finanziare, mentre Di Gioia ha chiarito che da questa interlocuzione gli agricoltori auspicano la realizzazione di procedure più semplici (a partire dalle modalità di eradicazione degli alberi malati).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725