Mercoledì 24 Aprile 2019 | 19:58

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

 
Verso il 26 maggio
Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

 
A Bari
Concessione spiaggia Torre Quetta: rinvio a giudizio per 3 indagati

Concessione spiaggia Torre Quetta: rinviati a giudizio 3 indagati

 
Serie C
Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

 
Elezioni in vista
A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

 
Primo caso a Sud
Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

 
Nel quartiere San Paolo
Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

 
Stalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
emergenza in puglia
Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanze per bloccare il batterio

Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanza per bloccare il batterio

 
La visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: «Mai pensato di chiudere lo stabilimento» 
Associazioni vanno via: «È teatrino»

 
La festa non autorizzara
Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Udienza preliminare

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tra i 22 indagati anche il consigliere regionale Anita Maurodinoia. Altre parti offese Amtab, Asl Bari e Regione Puglia

Truffa all'ex Provincia di Bari chiesto processo per imprenditori

BARI - Nessuna delle parti offese - ex Provincia di Bari (oggi Città Metropolitana), Amtab, Asl Bari e Regione Puglia - si è costituita parte civile all’udienza preliminare cominciata oggi, a 13 anni dai primi fatti contestati, per il rinvio a giudizio di 22 persone fisiche e 5 società accusate di una ventina di capi d’imputazione tra cui corruzioni e truffa ai danni dell’ex Provincia di Bari. L'udienza si svolge dinanzi al gup del Tribunale Francesco Pellecchia.
Rischiano il processo per i reati, a vario titolo contestati, di corruzione, falso, truffa, frode in pubbliche forniture e turbativa d’asta, Anita Maurodinoia (Pd), ex vicepresidente del Consiglio provinciale di Bari e attuale consigliere regionale, suo marito Alessandro Cataldo, funzionari e dirigenti dell’ex ente provinciale e imprenditori, tra i quali i fratelli Erasmo e Alviero Antro (le cui dichiarazioni diedero avvio all’indagine) e che nei mesi scorsi sono stati già condannati a 5 anni e 2 mesi di reclusione per un truffa all’ex Provincia.

Stando alle indagini della Guardia di Finanza, coordinate dal pm Luciana Silvestris, Maurodinoia, suo marito e l’allora dirigente provinciale Cataldo Lastella avrebbero ricevuto per anni da alcuni imprenditori baresi forniture di generi alimentari, lavori di manutenzione a casa e denaro in cambio di appalti. Tra le contestazioni c'è anche un rimborso da circa 700 euro ottenuto nell’ottobre 2011 da Maurodinoia, per un viaggio a Roma, ufficialmente fatto per impegni istituzionali ma in realtà - secondo l’accusa - per scopi privati. Le vicende contestate risalgono agli anni 2006-2014. Dopo quasi due anni di rinvii per difetti di notifica e poi per la situazione dell’edilizia giudiziaria barese con la inagibilità del palazzo di via Nazariantz, si è arrivati dall’ottobre 2017 all’udienza di oggi, celebrata nell’aula 'bunker' di Bitonto. Il giudice ha fissato le prossime due udienze, il 3 e il 10 luglio, per le discussioni di accusa e difese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400