Martedì 21 Maggio 2019 | 15:01

NEWS DALLA SEZIONE

L'operazione
Tratteneva soldi destinati al Comune di Sava: Gdf sequestra 950mila euro di beni a società

Tratteneva soldi destinati al Comune di Sava: Gdf sequestra 950mila euro di beni a società

 
L'ecomostro
Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

 
Stilata dal Sole 24 Ore
Classifica indice salute: Taranto fanalino di coda, Puglia meglio della Basilicata

Classifica indice salute: Taranto fanalino di coda, Puglia meglio della Basilicata

 
Dopo una lite
Conversano, ha problemi economici e tenta di uccidere figlio neonato: in cella 40enne

Conversano, ha problemi economici e tenta di uccidere figlio neonato: in cella 40enne

 
Sanità
Da Bisceglie a Boston: ricercatore scopre innovativa terapia oncologica

Da Bisceglie a Boston: ricercatore scopre innovativa terapia oncologica

 
La visita
Salvini a Lecce, striscione: «Benvenuto in terra accoglienza». Firmerà patto sicurezza urbana con Emiliano

Salvini a Lecce: «Benvenuto in terra accoglienza». Proteste: «Indietro i 49mln» VIDEO

 
Alle 10.14
Nordbarese: due scosse di terremoto, sisma avvertito anche a Bari

Terremoto in Puglia, epicentro a Barletta
A Bari evacuate scuole e Procura FOTO
Trani: crolla pezzo timpano chiesa FOTO

 
Turismo
Guida Lonely Planet inserisce Bari in top 10 mete più belle d'Europa

Guida Lonely Planet inserisce Bari in top 10 mete più belle d'Europa

 
Play Off
Basket, secondo ko per il Brindisi: a Sassari finisce 106-97

Basket, secondo ko per il Brindisi: a Sassari finisce 106-97

 
La visita
Giornate Cei, il 23 febbraio 2020 Papa Francesco torna a Bari

Giornate Cei, il 23 febbraio 2020 Papa Francesco torna a Bari

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'ecomostro
Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

 
TarantoArcelormittal
Ex Ilva, il maxi-altoforno sarà sempre più «verde»

Ex Ilva, il maxi-altoforno sarà sempre più «verde»

 
Brindisinel brindisino
Mesagne: ex boss Scu si laurea in giurisprudenza

Mesagne: ex boss Scu si laurea in giurisprudenza

 
LecceIn Piazza S.oronzo
«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

 
MateraDai carabinieri
Matera: spaccia droga al parco, arrestata 38enne

Matera: spaccia droga al parco, arrestata 38enne

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 

i più letti

Il caso

Puglia, mafia nei rifiuti: dietrofront su Ercav

La sentenza del Consiglio di Stato ripristina l’interdittiva

rifiuti

BARI - Non è sufficiente che oggi i vertici siano, di fatto, espressione del Tribunale fallimentare. La Ercav, nata sulle ceneri della Lombardi di Triggiano, non poteva assumere i nove dipendenti «controindicati» la cui presenza aveva portato la Prefettura di Bari ad emettere una interdittiva antimafia cancellata nello scorso marzo dal Tar. E soprattutto, l’azienda è rimasta per anni saldamente nelle mani della famiglia Lombardi esponendo anche la «newco» a «potenziale rischio infiltrativo». Per questo, dopo aver accolto a giugno il ricorso cautelare, la scorsa settimana il Consiglio di Stato ha ribaltato la decisione dei giudici baresi di primo grado, facendo rivivere il provvedimento della Prefettura nonostante contenga «qualche imprecisione e da una certa non linearità espositiva»: non basta nemmeno - dice la sentenza (Terza sezione, presidente Frattini) il licenziamento di alcuni di quei dipendenti, in quanto sarebbe avvenuto per motivi diversi da quelli legati alle norme antimafia.

La sentenza ha valorizzato la presenza tra i dipendenti della Ercav di sette componenti della famiglia Lombardi, e in particolare quella dell’amministratore delegato Rocco Lombardi che, pure incensurato (ha riportato solo una condanna non definitiva), non viene ritenuto autonomo dall’influenza dei parenti. Attraverso la costituzione della Ercav, secondo i giudici, si è verificato «il sostanziale “svuotamento” di Lombardi Ecologia e lo spostamento dell’asse economico-produttivo su Ercav, che subentra in tutti i contratti e riceve mezzi e personale a ciò necessari, divenendo così il centro del complesso aziendal/familiare della famiglia Lombardi», senza però determinare «una reale discontinuità» tanto da vedere appunto la riconferma di Rocco Lombardi come amministratore delegato: «l’effettiva discontinuità con la precedente gestione», notano i giudici di Palazzo Spada, «si è verificata solo con le dimissioni presentate dallo stesso (Rocco Lombardi, ndr) all’indomani della comunicazione dell’interdittiva prefettizia e della nomina di un nuovo amministratore delegato». I giudici di appello sottolineano poi la posizione dei sei dipendenti ritenuti vicini alla criminalità organizzata trasferiti direttamente da Lombardi a Ercav (gli altri tre sono stati «ereditati» da successi appalti). Questi sei vengono passati in rassegna ricordandone ad esempio la vicinanza al clan Parisi di Bari e - in alcuni casi - i precedenti penali per reati associativi.

La Lombardi è fallita a giugno del 2016, quando i servizi di raccolta (23 appalti tra pubblici e privati, nel frattempo diminuiti), sono rimasti alla Ercav, la «newco» costituita nell’ambito di una proposta di concordato preventivo poi bocciata dalla Fallimentare. La stessa Ercav è stata poi commissariata dalla Prefettura, sempre sulla base delle disposizioni antimafia: anche questa decisione è passata indenne dal vaglio dei giudici di appello. I due commissari dovranno gestire l’azienda fino alla conclusione degli appalti in corso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400