Giovedì 18 Aprile 2019 | 22:18

NEWS DALLA SEZIONE

La curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
Arte
Bari, inaugurata opera di Tremlett «Wall Surface», dedicata a gallerista Marilena Bonomo

Bari, inaugurata opera di Tremlett «Wall Surface», dedicata a gallerista Marilena Bonomo

 
Le dichiarazioni
Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

 
Il progetto
Aqp, sì al risanamento di 94 reti idriche comunali

Aqp, sì al risanamento di 94 reti idriche comunali

 
Nel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
Lega pro
Troina - Bari: la diretta della partita

Il Bari batte il Troina e vola in Serie C, De Laurentiis e Cornacchini: «Promozione meritata». Rivedi la diretta

 
Nel Potentino
Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

 
Nel Leccese
Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

 
La protesta
Sindacati: «Ipermercati chiusi durante le feste o scioperiamo»

Sindacati: «Ipermercati chiusi durante le feste o scioperiamo»

 
Pugni e schiaffi
Detenuto georgiano manda in ospedale 4 agenti in carceri Foggia e Bari

Detenuto georgiano manda in ospedale 4 agenti in carceri Foggia e Bari

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Il desiderio

Andria, la storia di Pasquale: «Per Natale? Voglio conoscere chi mi ha salvato la vita»

L'appello di questo 48enne che per ben due volte lo stesso giorno (il 15 giugno) in anni differenti (nel 1999 e nel 2010) ha subito due gravi incidenti stradali

Andria, la storia di Pasquale: «Per Natale? Voglio conoscere chi mi ha salvato la vita»

ANDRIA - «Cosa desidero per Natale? Conoscere il medico che il 15 giugno 1999 mi ha salvato la vita».
A parlare è Pasquale Fasciano, 48enne di Andria. La sua storia è segnata da una maledetta coincidenza: due incidenti stradali avvenuti guarda caso lo stesso giorno (il 15 giugno) in anni differenti (nel 1999 e nel 2010). Il più grave, però, fu quello di 19 anni fa: Pasquale, all’epoca 19enne, era alla guida dell’«Alfa 164» nera del padre. Erano le 21 e stava percorrendo la ex SS «98» (l’attuale Sp «231») in direzione Canosa. L'imprevisto si materializzò all’improvviso davanti all’altezza del «Motel dell'Ulivo»: un camion che viaggiava in direzione opposta, nel tentativo di svoltare, gli tagliò la strada e per il 19enne andriese non ci fu nulla da fare. Impossibile fu evitare l’impatto. La sua «Alfa» come un dardo acuminato si conficcò sotto il mezzo pesante, riducendosi in un ammasso di lamiere. Pasquale, a distanza di anni, racconta la sua storia ancora con il nodo in gola, di chi ha realizzato che poteva non essere qui a ricordare quegli attimi, di chi è consapevole di aver ricevuto una specie di miracolo. «Per terra, sull’asfalto, fui soccorso prima da alcuni automobilisti di passaggio». Privo di sensi, politraumatizzato, per alcuni era già spacciato.

«All’improvviso, mi fu riferito, si materializzò il mio “angelo”: disse di essere un medico, scese da una “Renault 5” di colore verde e subito mi soccorse, liberando la mia bocca dalla lingua che, cadendo all'indietro, stava ostruendo le vie respiratorie. Sarei morto soffocato...». Pasquale Fasciano si salvò. Fu ricoverato in coma per quindici giorni al «Bonomo» di Andria. «Quell’evento mi ha segnato - ci confida - ma mi ha reso anche più forte. Mi sono sposato e sono papà di una splendida bimba. Ma senza quel dottore sceso da una “Renault 5” verde, nulla più sarebbe accaduto».

Da 19 anni, ogni Natale e non solo, Pasquale ci pensa. «Ho bisogno di dare un nome, un volto, alla persona che mi ha aiutato», lancia l’appello il 48enne andriese che cerca disperatamente il suo angelo e chiunque abbia assistito all’accaduto. «Dal giorno dell’incidente vivo con un pensiero di eterna riconoscenza. Vorrei solo poter guardare negli occhi e abbracciare la persona mi ha salvato la vita, il mio eroe».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400