Venerdì 14 Dicembre 2018 | 11:18

NEWS DALLA SEZIONE

Stop per 32 ore
Ex Ilva, operai annunciano sciopero: contestati criteri assunzioni

Ex Ilva, operai annunciano sciopero: contestati criteri assunzioni

 
Serie B
Foggia, stasera c'è la Cremonese aspettando nuovo mister Padalino

Foggia, stasera c'è la Cremonese aspettando nuovo mister Padalino

 
L'operazione
Brindisi, GdF sequestra al porto 3mila paia di scarpe contraffatte

Brindisi, GdF sequestra al porto 3mila paia di scarpe contraffatte

 
Trasporti in Puglia
Ferrotramviaria, da gennaio riapre la Ruvo-Corato, per Andria servono 2 anni

Ferrotramviaria, da gennaio riapre la Ruvo-Corato

 
A Mesagne (Br)
Viaggi e smartphone per 17mila euro con il bancomat di un'anziana, indagata una coppia

Viaggi e smartphone per 17mila euro con il bancomat di un'anziana, indagata una coppia

 
A S.Ferdinando di Puglia
Sparato al volto mentre guida il suo tir: muore un 48enne campano, forse rapina

Gli sparano in faccia mentre guida: ucciso camionista nella Bat, forse rapina

 
La decisione del Comune
Da Orsara di Puglia un riconoscimento all'ex brigatista Curcio: è polemica

Da Orsara un riconoscimento all'ex brigatista Curcio: dopo polemica evento annullato

 
Università
Intelligenza artificiale e Big Data al Politecnico di Bari: progetto pilota con Microsoft

Intelligenza artificiale e Big Data al Politecnico di Bari: progetto pilota con Microsoft

 
Occupazione
Bari, protesta dei lavoratori Cara: rischio tagli del 50% sulle pulizie

Bari, protesta dei lavoratori Cara: rischio tagli del 50% sulle pulizie

 
SERIE D
Ardito gioca Brescia-Lecce: «Una partita da tripla»

Ardito gioca Brescia-Lecce: «Una partita da tripla»

 
Il caso
Bari, bimbo morto per polmonite in ospedale: oggi l'autopsia

Bari, bimbo morto in ospedale: l'autopsia conferma il decesso per polmonite

 

A Melendugno

Gasdotto Tap, riprendono i lavori in cantiere: sospesa l'ordinanza

Per il Tar Lazio: l’istanza del Comune ha ormai perso la propria efficacia

Tap, sospesi fino a lunedì i lavori di espianto degli ulivi

MELENDUGNO - Gasdotto, i lavori nel cantiere Tap di San Basilio possono ripartire. Il Tar Lazio ha dichiarato improcedibile l’istanza cautelare di sospensione del provvedimento con cui il sindaco di Melendugno, Marco Potì, vietò l’emungimento dai pozzi dell’area e le attività nel cantiere dopo che erano stati riscontrate nella falda sostanze al di sopra dei parametri previsti per legge, fra cui il cromo esavalente.

Un provvedimento che Tap aveva impugnato, chiedendone la sospensione e l’annullamento. Ieri è stata pubblicata l’ordinanza del Tar Lazio che ha dichiarato improcedibile la richiesta di Tap, in quanto è terminato il periodo di validità del provvedimento emesso dal sindaco del comune salentino, che si batte da tempo contro la realizzazione del gasdotto con approdo a San Foca (Melendugno, nel Leccese). Nell’ambito del ricorso presentato, il Tar Lazio aveva chiesto, però, ad Arpa Puglia una relazione dettagliata sulle analisi effettuate negli ultimi mesi. Il primo cittadino aveva, infatti, emesso l’ordinanza di divieto delle attività nel cantiere dopo che erano stati riscontrati superamenti di alcuni parametri (arsenico, nichel, cromo esavalente e manganese) rispetto ai valori limite di accettabilità delle concentrazioni delle soglie di contaminazione (Csc) fissati dalla legge. La Provincia di Lecce aveva istituito anche un tavolo tecnico, con gli enti competenti, in cui fu concordato un protocollo operativo di indagini per individuare l’origine dello stato di potenziale contaminazione. «Non ho rinnovato l’ordinanza in quanto i valori della falda sono rientrati nella norma – dice il sindaco, Marco Potì - Dalla relazione di Arpa emerge, però, che quel tipo di inquinamento non è dovuto alle caratteristiche del terreno. Non conosciamo ancora gli esiti degli esami sul cemento utilizzato durante i lavori – aggiunge – sappiamo, però, che una concentrazione maggiore di cromo esavalente è stata rilevata tra i campioni prelevati nelle acque dell’area conci, vicino al pozzo di spinta. Il comportamento dell’amministrazione – aggiunge - è stato, dunque, corretto, in quanto si è cercato, in via precauzionale, di evitare danni alla salute»

Il Comune ha chiesto, ora, un parere ad Arpa sull’opportunità, o meno, di riprendere i lavori nel cantiere. «Chiediamo anche alla Provincia – aggiunge Potì - di riconvocare il tavolo tecnico, indetto a luglio, per approfondire la questione». Le richieste del primo cittadino sono state inviate, per conoscenza, anche alla Procura di Lecce che ha aperto un’inchiesta sul presunto inquinamento della falda dopo un esposto presentato dal sindaco, nel luglio scorso.
Intanto, le proteste non si fermano. Questa mattina a Melendugno si terrà un corteo No Tap, al quale hanno aderito diversi artisti. La manifestazione è stata organizzata in concomitanza della «Giornata internazionale contro le grandi opere inutili e imposte e per la difesa del pianeta». Prenderanno parte anche gli amministratori dei comuni che da sempre si battono contro la realizzazione dell’infrastruttura energetica con approdo nel Salento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400