Martedì 23 Ottobre 2018 | 15:40

NEWS DALLA SEZIONE

Dopo due anni di indagini
Taranto, contrabbandavano gasolio agricolo: in 7 ai domiciliari

Taranto, contrabbandavano gasolio agricolo: in 7 ai dom...

 
A Barletta
Rapinato in stazione, arrestata donna rumena: si cercano 2 complici

Rapinato in stazione, arrestata donna rumena: si cercan...

 
A canosa di Puglia (Bt)
Fermato al posto di blocco con 30kg di droga in auto: arrestato un barese

Fermato al posto di blocco con 30kg di droga in auto: a...

 
Il rapporto
Puglia, resta un «buco» da 372 milioni nell’efficienza degli ospedali

Puglia, resta un «buco» da 372 milioni nell’efficienza ...

 
A Taranto
Spacciavano calando la droga dal balcone: arrestati padre e figlio

Spacciavano calando la droga dal balcone: arrestati pad...

 
Maltempo in Puglia
Salento sotto un metro e mezzo d'acqua: dal ponte piove una cascata

Salento sotto un metro e mezzo d'acqua: dal ponte piove...

 
Serie D
Bari, la corazzata si è fermatae la «frenatina» fa discutere

Bari, la corazzata si è fermata e la «frenatina» fa dis...

 
Serie B
Il Lecce a testa alta, ciclo di fuoco: fuori tutta la verità

Il Lecce a testa alta, ciclo di fuoco: fuori tutta la v...

 
Serie B
Il Foggia cerca la vera identitàun trittico per stabilire obiettivi

Il Foggia cerca la vera identità un trittico per stabil...

 
A Trani
Litiga col padre che si sente male e poi aggredisce gli operatori del 118: arrestato 23enne

Litiga col padre che si sente male e poi aggredisce gli...

 
Delinquenza minorile
Bari, scippano la borsa ad una donna in pieno giorno: denunciati 3 minorenni

Bari, scippano la borsa ad una donna in pieno giorno: d...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

La polemica

Appalti a Pugliapromozione: nuove accuse su un'altra gara

Botta e risposta tra l'ex assessore Liviano e il suo successore Loredana Capojne

Appalti a Pugliapromozione: nuove accuse su un'altra gara

il logo di PugliaPromozione

Stavolta nel mirino finisce la gara per l’affidamento del roadshow per la promozione del turismo nell’ambito del programma Buy Puglia, vinta per 196mila euro dalla Protem Comunicazione di Lecce che ha avanzato una delle uniche due offerte presentate. È il nuovo affondo del consigliere regionale Gianni Liviano, l’ex assessore al Turismo che ha messo nel mirino le partecipate regionali e il suo successore, Loredana Capone. Stavolta l’accusa è pesante: Liviano adombra dubbi nella procedura di gara, e chiede conto - in una interrogazione al governatore Michele Emiliano - di una serie di coincidenze, ovvero il fatto che presso Protem lavorino o abbiano lavorato ex collaboratori della Capone.
La procedura negoziata è del marzo scorso. Ad aprile - scrive Liviano - «si apre il seggio di gara presieduto dal dottor Giuseppe Milella, funzionario di Pugliapromozione in sostituzione del Rup. Dal verbale si apprende che hanno presentato offerta solo due ditte e specificamente la ditta Protem Comunicazione e la ditta Spazio Eventi. Liviano fa notare l’esistenza di «una nota del presidente della commissione giudicatrice che richiedeva di essere sostituita "per sopraggiunta indisponibilità dovuta ad impegni di servizio"», e chiede nell’interrogazione «le ragioni che hanno motivato le dimissioni del Rup e del presidente della commissione giudicatrice».
«Si è trattato - dice alla “Gazzetta” il direttore generale di Pugliapromozione, Matteo Minichillo - di una procedura pienamente legittima. Abbiamo invitato 28 ditte tramite Empulia, se ne sono presentate due. Il consigliere dice cose inesatte, forse perché non conosce la procedura: il Rup non può partecipare alla gara. Il Rup prepara gli atti, che consegna al direttore generale che poi a sua volta nomina la commissione di gara. Il presidente della commissione era un dirigente regionale, le cui dimissioni hanno motivazione personale: sono state accettate ed è stato nominato un nuovo presidente. Tutto il resto sono illazioni: il nostro consulente per la gestione delle gare è uno dei massimi esperti d’Italia».
L’interrogazione prosegue poi chiedendo conto se tre persone (Antonio Martella, Stefano Conte e una giornalista) siano stati «collaboratori dell’assessore Capone» e se abbiano «lavorato in Protem comunicazione srl e/o in Protem soc. unipersonale». L’assessore Capone ieri ha detto che «risponderà nelle sedi competenti», ribadendo «che le gare di Pugliapromozione sono gestite in maniera assolutamente professionale e in piena trasparenza. Il consigliere Liviano nomina una serie di soggetti, attribuendomi collaborazioni inesistenti: nulla so su quali attività svolgono o hanno svolto queste persone nella loro vita quotidiana». Due settimane fa, pur riconoscendo di conoscerne il titolare, aveva escluso qualunque rapporto con la Protem («Conosco il consigliere Torricelli per motivi politici, ma non c’è alcun tipo di rapporto particolare») e aveva parlato di «vendetta politica» da parte di Liviano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400