Martedì 16 Luglio 2019 | 14:54

NEWS DALLA SEZIONE

Indagano i cc
Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

 
Nel campo nomadi di Foggia
Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

 
Il video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
Sulla Statale 16
Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

 
Dopo la grandine
Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

 
Il caso
Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

 
Dal gip
Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato per maltrattamenti

Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato

 
il salvataggio
Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

 
Lavoro in campagna
Caporalato sul Gargano, sequestrati 10 furgoni «killer» per i braccianti

Caporalato sul Gargano, sequestrati 10 furgoni «killer» per i braccianti

 
Tentata rapina
Foggia, aggredisce e scippa collana ad anziana colf: arrestato

Foggia, aggredisce e scippa collana ad anziana colf: arrestato

 
Il rogo
Lucera, tornano i piromani del castello: brucia la pineta

Lucera, tornano i piromani del castello: brucia la pineta

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoNel tarantino
Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

 
FoggiaIndagano i cc
Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

 
BatIl caso
Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

 
LecceIl vertice
Lecce, via libera ai concerti in Piazza Libertini

Lecce, via libera ai concerti in Piazza Libertini

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 
MateraUna coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
BrindisiDalla polizia
Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

 

i più letti

Via entro 10 giorni

Ghetto dei bulgari a Foggia
notificato lo sgombero

Ghetto dei bulgari a Foggianotificato lo sgombero

La polizia locale di Foggia ha notificato ieri mattina l’ordinanza di sgombero ai cittadini bulgari che vivono nel campo abusivo in Masseria Fonte del Pesce. Ora gli stranieri avranno dieci giorni di tempo per abbandonare la zona: in caso contrario si procederà allo sgombero forzato. L’ordinanza è stata firmata nei giorni scorsi dal sindaco Landella e prevede lo sgombero del sito Masseria Fonte del Pesce, meglio noto come "Ghetto dei bulgari", a causa del grave stato di degrado ambientale che presenta svariati fattori di pericolosità concreta per la pubblica e privata incolumità.

Il provvedimento è stato adottato anche a seguito dell'incendio che il 9 dicembre 2016 si è sviluppato nel campo, provocando la morte di una persona e la distruzione di una cinquantina di baracche costituite da materiale infiammabile, e della nota dell'ARPA Puglia del 31 gennaio 2017 che ha verificato la presenza di lastre di eternit prodotte in frantumi probabilmente a seguito delle alte temperature che si sono sviluppate a seguito dell'incendio.

Va ricordato che nei giorni scorsi il primo cittadino ha ricevuto a Palazzo di Città l'ambasciatore bulgaro Marin Raykov. L'ambasciatore in quell’occasione ha informato il sindaco Landella che anche in Bulgaria ed in altri Paesi dell'Unione europea si verificano accampamenti di cittadini di origine bulgara di etnia rom e che la soluzione migliore per evitare che nuovi ghetti possano formarsi è stata adottata in Francia, dove vengono creati dei campi appositi con caravan e roulotte fornite di energia elettrica ed acqua corrente dove ospitare i cittadini nomadi, a patto che mandino i bambini a scuola, paghino le utenze e non rifiutino i lavori proposti dai Servizi sociali.

L'Amministrazione comunale si impegna a trasferire al dirigente delle Politiche per le migrazioni della Regione Puglia, Stefano Fumarulo, la proposta avanzata dall'ambasciatore bulgaro, affinché si possa individuare un terreno di proprietà regionale ed eventualmente fondi comunitari da impiegare per la creazione di un campo che possa scongiurare il rischio di un nuovo ghetto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie