Martedì 28 Giugno 2022 | 04:45

In Puglia e Basilicata

IL FATTO

Salta in aria bar stazione di servizio nel Foggiano, colpa del racket?

Salta in aria bar stazione di servizio nel Foggiano, colpa del racket?

L'immagine del bar distrutto sul Gargano

Un'esplosione distrugge «Il Cacciatore» tra San Nicandro Garganico e Apricena. Il titolare ha dichiarato di non aver mai ricevuto richieste estorsive

19 Giugno 2022

Redazione online

FOGGIA - Una esplosione, le cui cause sono ancora in corso di accertamento, ha distrutto la scorsa notte il bar «Il Cacciatore», nell’area di una stazione di servizio in località Mezzana, tra San Nicandro Garganico e Apricena, nel Foggiano. La deflazione - a quanto si apprende - è stata potentissima e ha causato molti danni alla struttura, facendo crollare una parete del locale e mandando in frantumi anche gli arredi interni. Sul posto hanno operato i Vigili del fuoco e i Carabinieri che stanno indagando sulla causa dell’esplosione. Al momento non è esclusa alcuna pista, tra cui quella che si tratti di una intimidazione. Un aiuto alle indagini potrà giungere dai filmati delle telecamere di sicurezza presenti nella struttura.

Sono in corso i rilievi degli artificieri di Bari per capire cosa abbia provocato la violenta esplosione che la scorsa notte, alle tre in punto, ha distrutto il bar "Il Cacciatore", in una stazione di servizio in località Mezzana, tra San Nicandro Garganico e Apricena, nel Foggiano. La deflagrazione ha provocato anche danni strutturali. Gli inquirenti stanno cercando di capire se si sia trattato di una bomba o di una fuga di gas. Il titolare del bar, un 52enne di San Nicandro Garganico, ha dichiarato agli investigatori di non aver mai ricevuto minacce o richieste estorsive, e di non saper dare una spiegazione all’accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725