Domenica 26 Giugno 2022 | 03:29

In Puglia e Basilicata

Il focus

Mare di Puglia: il Gargano è una lunga interminabile spiaggia

Mare di Puglia: il Gargano è una lunga interminabile spiaggia

Da Rodi a Peschici fino a quelle dorate di Vieste: è la bellezza del Gargano

18 Giugno 2022

Gianni Sollitto

Prosegue la serie settimanale di approfondimenti della «Gazzetta» dedicata alle spiagge di Puglia e Basilicata. Oggi tocca al Gargano.

FOGGIA - Assieme all’intera costa, bella e suggestiva, hanno fatto la fortuna di Vieste. Sono le tantissime spiagge disseminate sul litorale viestano. Spiagge lunghissime, ampie e di sabbia finissima. Una vera e propria caratteristica di questa parte del Promontorio del Gargano. Va detto, intanto, che anche quest’anno Vieste (assieme a Rodi Garganico) ha ottenuto la “Bandiera verde”, un riconoscimento molto importante poiché premia le località di mare con caratteristiche adatte ai bambini, selezionate attraverso un’indagine condotta fra un campione di pediatri. Spiagge, dunque, a misura di bambino, proprio per le loro particolari caratteristiche: bassi fondali per diversi metri dalla battigia, sabbia finissima, servizi adeguati alle famiglie. E quando parliamo di servizi, il riferimento è alle tante “oasi” attrezzate esistenti lungo tutte le spiagge viestane. Vale a dire ai lidi balneari (Vieste ne conta più di cento), che nel corso degli anni hanno assunto caratteristiche di moderne e confortevoli strutture a servizio del turista, ma anche del residente che sempre più opta per le comodità offerte. I lidi di Vieste, come gran parte anche quelli della vocina Peschici, ormai non sono solo semplici impianti preposti a fornire il classico ombrellone con sdraio o lettini. Ma sono molto, molto di più. Si tratta, in realtà, di vere e proprio strutture turistico-ricettive dotate di ogni confort. Al di là della messa a disposizione di ombrelloni o gazebo dotati di lettini, sdraio o poltrone, i lidi sono attrezzati di ampi bar, raffinati ristoranti, area giochi e sport, sale relax con musica (spesso dal vivo), miniclub e tanta animazione. Per cui, la giornata al mare non si limita alla sola abbronzatura e al salutare bagno nelle acque cristalline, ma anche nel rendersi protagonista di tante attività collaterali. Nelle varie spiagge, specie in quelle più grandi (Pizzomunno, Portonuovo, San Lorenzo, Scialmarino) si trovano lidi davvero di altissima qualità con prezzi adeguati all’ambiente e alla struttura. A questo proposito, i lidi viestani si sono sempre contraddistinti, rispetto ad altre località pugliesi e non, per i prezzi applicati, decisamente in favorevole rapporto con la qualità di servizi offerti. Prova ne sia il fatto che trovare ombrelloni liberi è quasi un’impresa.

E se le spiagge di Vieste sono, a detta degli esperti, a misura di bambino, ciò non significa che i giovani non trovino spazio. Tutt’altro. Non pochi lidi, infitta, offrono loro l’opportunità di divertirsi con pomeriggi o serate musicali live in contesti di pregevole bellezza.

BAIA DELLE ZAGARE, LA PIU' ESCLUSIVA

La cartolina del Gargano e della Puglia nel mondo. Questa è a 15 chilometri dalla cittadina di Mattinata, tra alte scogliere bianche a picco sul mare e faraglioni che spuntano da un mare verde smeraldo, la Baia delle Zagare. Il suo nome è legato a quello dei profumatissimi fiori di arancio che sbocciano nelle vicinanze. Caratteristici della Baia sono i due stupendi faraglioni di roccia calcarea modellati dal vento. Divisa in due da una scogliera, comprende due spiagge, entrambe di ciottoli bianchi. Le spiagge sono raggiungibili via mare oppure attraverso dei sentieri che si diramano dalla strada principale. Sebbene solo gli ospiti dei resort di lusso della baia possono godere appieno di tanta meraviglia della natura, è previsto l’accesso regolamentato per tutti. Dal 2004 chiunque intenda recarsi a fare il bagno sotto i faraglioni deve munirsi di un pass rilasciato giornalmente dall’ufficio del turismo di Mattinata. I cittadini muniti di pass possono accedere a piedi alla spiaggia-sud ogni giorno attraverso il cancello d’ingresso della Baia dei Faraglioni dalle ore 9 e permanere fino alle 19. Fino a quando l’ampiezza della spiaggia accessibile sarà quella attuale, il Comune rilascia giornalmente 20 pass individuali. E per la riduzione del rischio idrogeologico delle Zagare la Regione ha stanziato 1 milione di euro. [f.b.]

VIGNANOTICA, IL FASCINO DELLA TRASGRESSIONE

La spiaggia di Vignanotica incarna tutta la bellezza primordiale del Gargano, esaltata dal contrasto tra il verde intenso dei pini d’Aleppo e le candide falesie che a strapiombo si tuffano in un luccicante mare azzurro. La spiaggia, in parte attrezzata con lidi confortevoli e in parte libera, affascina per le grotte che ospita e che sono spesso usate come riparo dalla calura delle giornate estive. Nei decenni passati Vignanotica era anche sinonimo di estate all’insegno del nudismo e della trasgressione. Oggi la valle di Vignanotica e la relativa spiaggia di 700 metri rappresentano soprattutto immersione in una natura assoluta, incontaminata. Scelta come location per servizi fotografici di famosi brand H&M, Paul and Shark, o come set per importanti produzioni cinematografiche internazionali, dalle produzioni indiane di Bollywood fino a Wonder Woman e fotografata su prestigiose riviste di moda e di turismo, Vignanotica continua ad essere un incontaminato paradiso per chi vuol godere del mare assecondando il ritmo antico della natura. Calette, insenature e grotte marine visitabili arricchiscono il paesaggio marino circostante pronte ad essere scoperte e ammirate: nei dintorni la Grotta dei Colombi, la Grotta dei Sogni, l’Arco Ricamato e la Grotta Campana Grande. [f.b.]

ALL'ACQUA DI CRISTO, DOVE È TUTTO GRATIS

È il tratto più caratteristico dell’affaccio a mare di Manfredonia: la scogliera Acqua di Cristo così chiamata per la presenza di una sorgiva alla quale, una leggenda vuole, si sia soffermato Gesù Cristo ad abbeverarsi rendendo quell’acqua “miracolosa”, dotata di proprietà organolettiche diuretiche. Una scogliera che dal viale Miramare degrada dolcemente a mare, che ben si presta ad accogliere bagnanti che in estate la prendono d’assalto. Certamente per la sua praticità, il tratto di mare limpidissimo, il fondale sabbioso basso a portata anche di bambini, ma anche e forse soprattutto perché non costa nulla. Non c’è nessuno che pretende un ticket. C’è libertà assoluta. È l’“Isola che non c’è” dedicata a Lucio Dalla, ricordato in un murales. I frequentatori la tengono ben ordinata e pulita. Riferimento è Andrea che dopo un lungo periodo di lavoro a Milano, è rientrato a casa e si gode il sole e il mare manfredoniano come dimostra l’accentuata abbronzatura evidenziata da una folta capigliatura e barba candide. In buona sostanza quella scogliera è la parte terminale di Manfredonia che guarda al Gargano dove poi inizia un mondo totalmente diverso con spiagge mozzafiato. [m. ap.]

ANIMAL FRIENDLY A MARINA DI LESINA

Nel villaggio turistico nato a ridosso dell’omonimi lago, le spiagge animal friendly sono una realtà da anni. Quasi una località pioneristica per l’accoglienza degli amici a quattro zampe. Basti pensare che, nel 2017, a Marina di Lesina si svolse il 1° Animal Friendly Day con in passerella il meglio della bellezza tra i cani.
Complice anche la particolare ubicazione orografica del centro storico, incastonato tra il litorale e l’istmo del lago, dove insiste il Bosco Isola, per il quale da poco sono state avviate richieste per il riconoscimento di sito Unesco. Un mix dove ambiente e natura hanno un feeling davvero forte. Sono tante le attività ricettive che ammettono tra i propri ospiti gli amici a quattro zampe. Il più “friendly” di tutti è il Villaggio Albatros, ormai punto di riferimento per le vacanze in questo angolo di Puglia, ai confini con il Molise. All’Albatros gli animali sono ammessi da tempo e, a quanto pare, la convivenza è ormai un dato di fatto. Diversi anche i lidi che ammettono la presenza di animali ovviamente nel rispetto delle norme sulla sicurezza come guinzaglio e museruola. Una presenza avvalorata dalla tolleranza degli ospiti.

5MILA OMBRELLONI FORMATO FAMIGLIA

Il soffice e chiaro arenile che fa da cornice al golfo che si apre tra il Gargano e il resto dello stivale italico, costituisce una delle più belle e tranquille spiagge che da tempi immemori è chiamata Siponto. Tra le sue peculiarità c’è anche quella di avere un treno esclusivamente per sé. È il “trenino dei bagnanti” che le Ferrovie dello Stato ripristina ad ogni inizio di stagione estiva. Per poco più di due mesi fa servizio sulla tratta Foggia-Siponto. Probabilmente quella di Siponto è l’unica spiaggia ad avere tale privilegio che consente a tante famiglie del retroterra daunio di andare a prendere sole e mare nei “bagni” che si distendono sugli oltre cinque chilometri di arenili amplissimi che si affacciano sul mare del golfo color del cielo. Sono attrezzati proprio ad uso famiglie. «Le nostre spiagge – rileva il presidente dei balneari sipontini, Davide Salice – sono forniti del necessario per accogliere la vasta gamma di gente che in estate si concede una vacanza balneare, dai bambini, agli anziani passando per i diversamente abili, accompagnati anche da animali. Naturalmente c’è ampio spazio per i giovani che non mancano». Una offerta variegata rappresentata da oltre cinque mila ombrelloni dai colori sgargianti, cui sono abbinati una serie di servizi tra cui molto accorsati i ristoranti che si affacciano sin sulla spiaggia. [m.ap.]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725