Lunedì 03 Agosto 2020 | 14:38

NEWS DALLA SEZIONE

nel foggiano
Ministro Azzolina a Cerignola: «Beni confiscati a mafia vittoria dello Stato»

Ministro Azzolina a Cerignola: «Beni confiscati a mafia vittoria dello Stato»

 
pubblica amministrazione
Foggia, comuni, uffici senza personale rischio fondi Ue

Foggia, uffici del Comune senza personale: a rischio fondi Ue

 
i retroscena
Rissa a Borgo Mezzanone, nel ghetto «comandano i ghanesi»

Rissa a Borgo Mezzanone, nel ghetto «comandano i ghanesi»

 
nel foggiano
Borgo Mezzanone, rissa fra migranti: baracche a fuoco, 3 feriti, uno è grave

Borgo Mezzanone, rissa fra migranti: baracche a fuoco, 3 feriti, uno è grave

 
Criminalità
Cerignola, l'omicidio Cirulli forse per uno sgarro ai boss

Cerignola, l'omicidio di Cirulli forse per uno sgarro ai boss

 
Il caso
Covid 19, i numeri neri di Cerignola, dopo festa di compleanno

Covid 19, i numeri neri di Cerignola dopo festa di compleanno

 
Criminalità
Contrasto alle mafie, il premier Conte a Cerignola

Contrasto alle mafie, il premier Conte in arrivo a Cerignola

 
L'incidente
San Severo, ustionato da una fiammata: gravissimo l'operaio ferito

San Severo, morto operaio ferito in esplosione fabbrica fuochi pirotecnici

 
i casi
Coronavirus, due micro-focolai a Cerignola: contagiate 2 famiglie

Coronavirus, due micro-focolai a Cerignola: contagiate 2 famiglie

 
il caso
Tentata estorsione nel Foggiano: 25enne arrestato in Romania

Tentata estorsione nel Foggiano: 25enne arrestato in Romania

 

Il Biancorosso

serie C
Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materal'emergenza
Ferrandina, arrivano i migranti ma fra tanti timori

Ferrandina: arrivano i migranti ma fra tanti timori

 
Tarantoorrore nel tarantino
Grottaglie, finge un malore, entra in casa di una 95enne e la violenta: arrestato 33enne

Grottaglie, finge un malore, entra in casa di una 95enne e la violenta: arrestato 33enne

 
Brindisil'episodio
Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

Brindisi, scippa una 64enne e viene arrestato dai Carabinieri

 
BatBarriere architettoniche
Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

 
BariFase 3
Un barese formerà i medici serbi

Un barese formerà i medici serbi per il trattamento del Coronavirus

 
Potenzala scoperta
Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

 
Leccenel leccese
Coronavirus, anziano positivo in Rsa a Campi Salentina: tamponi a tappeto

Coronavirus, anziano positivo in Rsa a Campi Salentina: tamponi a tappeto

 

i più letti

Ambiente

Vieste, una manta gigante spiaggiata morta sulla costa

L'esemplare di era avvicinato fino alla riva del mare, sulla spiaggia detta «Del castello». Probabilmente la morte è stata causata per cause naturali

Una manta spiaggiata sulla costa a Vieste

VIESTE  - E’ stata rinvenuta morta la “manta gigante” che l’altro pomeriggio si era avvicinata fino alla riva del mare, sulla spiaggia detta “del castello”, nella zona prospiciente il “Lido Tre stelle” a Vieste.

A ritrovare la carcassa del grande pesce è stato l’operatore ecologico dell’impresa “Tecneco” addetto alla pulizia quotidiana delle spiagge libere. E’ stato lui ad avvertire immediatamente la Protezione civile del “Gruppo Pegaso”, che ha provveduto a sua volta a mettere in sicurezza la zona e ad informare la polizia locale.

Successivamente ha avuto luogo il sopralluogo del veterinario dell’Asl, per capire la causa del decesso e disporre la distruzione della carcassa. E’ più che probabile che la morte sia stata causata da fattori naturali. Malata, la manta avrebbe perso l’orientamento finendo fino alla riva del mare, incapace di riprendere il largo. Lo stesso fatto che si faceva tranquillamente prendere dai bagnanti, dimostra che non avesse più forze. Difatti, dicono gli esperti, quando è in piena salute, questo tipo di pesce diventa un vero e proprio volatile, riuscendo ad elevarsi di parecchio dal pelo dell’acqua.

La notizia del ritrovamento della manta, o “diavolo di mare”, senza vita ha colpito un po’ tutti. L’incontro ravvicinato, di grande suggestione per i bagnanti del Lido “Tre Stelle” di Vieste, era avvenuto l’altro pomeriggio sul tardi quando si sono visti sfiorare da quella manta gigante. A filmare per primo il pesce, dalle pinne di lunghezza superiore al metro e mezzo e di colore nero, è stato il giovane Daniele Delduca, assistente bagnanti del lido “Tre Stelle” il quale, notando movimento a pochi metri dalla riva, e credendo che qualche bagnante si trovasse in difficoltà, era corso in acqua per rendersi conto di cosa stesse accadendo.

Per fortuna, non c’è stato alcun pericolo per le persone. In realtà, gli era stato indicato che era stata avvistata una “razza” gigante. Armatosi di telefonico, il giovane bagnino ha potuto così filmare la manta che, successivamente, con l’aiuto di alcuni bagnanti, è stata spinta verso il largo, scomparendo alla vista dei bagnanti, tra cui tanti bambini, davvero incuriositi per l’inusuale presenza del grande e particolare pesce.

Poi, ieri mattina all’alba, la triste notizia del suo ritrovamento senza vita sulla riva della spiaggia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie