Lunedì 01 Giugno 2020 | 08:49

NEWS DALLA SEZIONE

operazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
tragedia sfiorata
Foggia, fiamme a Borgo Mezzanone: 6 baracche distrutte nessun ferito

Foggia, fiamme a Borgo Mezzanone: 6 baracche distrutte nessun ferito VIDEO

 
La lite
San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

 
Storia a lieto fine
Foggia, Isabella 99 anni vince la battaglia contro il covid e lascia il Policlinico Riuniti

Foggia, Isabella 99 anni vince la battaglia contro il covid e lascia il Policlinico Riuniti

 
tragedia sfiorata
Foggia, auto fuori strada: giovane donna ricoverata in codice rosso

Foggia, auto fuori strada: giovane donna ricoverata in codice rosso

 
controlli della polfer
Foggia, piantagione di marijuana scoperta accanto ai binari del treno

Foggia, piantagione di marijuana scoperta accanto ai binari del treno

 
traffico aereo
Foggia, al Gino Lisa lavori fermi da marzo per il Covid: non riprenderanno presto

Foggia, al Gino Lisa lavori fermi da marzo per il Covid: non riprenderanno presto

 
il colpo
Foggia, assalto al bancomat: lo fanno esplodere con una «marmotta» e fuggono con i soldi

Foggia, assalto al bancomat: lo fanno esplodere con una «marmotta» e fuggono con i soldi

 
L'incidente
Foggia, ruba uno scooter e durante la fuga investe comandante dei cc: arrestato 19enne

Foggia, ruba scooter e nella fuga investe comandante dei cc: arrestato 19enne

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

Il caso

Covid-19, ecco Carlantino, paese ad incidenza zero nel report epidemiologico dell’Università di Foggia

L’indagine venne avviata a seguito della ricerca di uno studioso del posto, Girolamo Iosa, nell’ambito del Progetto Radici

Policlinico Riuniti di Foggia

CARLANTINO - Un paese ad incidenza zero. Nel report sulle infezioni epidemiologiche nella provincia di Foggia pubblicato nei giorni scorsi dalla Struttura complessa di igiene universitaria del Policlinico Riuniti, il comune di Carlantino, insieme ad altri 10 dei Monti dauni (Anzano, Casalnuovo, Casalvecchio, Celle San Vito, Monteleone, Motta Montecorvino, Rocchetta S. Antonio, Roseto Valfortore, San Marco La Catola, Volturara Appula) registra un valore percentuale Rsi (Rapporto standardizzato di incidenza) pari a zero rispetto al rischio geografico di infezione. E’ un dato questo che, oltre che a confermare finora i Monti dauni come area Covid free della Puglia, rappresenta un valore aggiunto per il “paese della diga”, 950 abitanti, ultimo avamposto della Puglia verso il Molise, dove 21 anni fa, nel 1999, fu avviata un’indagine genetica, denominata Progetto Radici, dall’università Federico II di Napoli condotta dal responsabile scientifico Paolo Gasperini in collaborazione con l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo rappresentata dal genetista Leopoldo Zelante. La popolazione carlantinese venne individuata, come alcune altre di arre interne d’Italia, un “isolato genetico geografico” al cui interno venne riscontrata una forte endogamia, cioè la contrazione di matrimoni all’interno del proprio gruppo sociale locale, e il paese trasformato in un grande “laboratorio medico” che ha permesso di configurare importanti dati della salute della popolazione, l’epidemiologia delle malattie multifattoriali e lo studio delle basi genetiche di tali malattie (diabete, ipertensione, obesità, osteoporosi, infarto), che hanno poi consentito una strategia di prevenzione.

L’indagine venne avviata a seguito della ricerca di uno scrittore e studioso del posto, Girolamo Iosa, coadiuvato dal figlio Luigi, che nell’ambito del Progetto Radici ha ricostruito gli alberi genealogici dei residenti fino al 1809 (anno in cui fu istituita l’ anagrafe civile del Regno di Napoli) con le relative cause della morte degli antenati dal 1930 in poi, ricavando così il ‘fattore di rischio del gruppo familiare’, ricerca che ha riguardato 563 famiglie per un albero genealogico lungo un chilometro e 200 metri e riassunta nel libro “I Cognomi di Carlantino” pubblicato nel 2002. “Il Progetto Radici, che voleva coniugare in rete risultati di natura scientifica, culturale e sociale – dichiara oggi alla Gazzetta Luigi Iosa, avvocato e storico locale – per un anno venne esposto anche sul sito di Palazzo Ghigi con il benestare del Ministro per gli italiani nel mondo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie