Mercoledì 18 Settembre 2019 | 00:35

NEWS DALLA SEZIONE

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 
Serie D
Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

 
Nella notte
Foggia, danneggiata auto assessore: terza intimidazione al Comune

Foggia, danneggiata auto assessore: terza intimidazione, disposta tutela

 
L'inchiesta
Foggia, truffa fondi Ue: sequestrati beni, interdetti 5 imprenditori

Foggia, truffa fondi Ue: sequestrati beni, interdetti 5 imprenditori

 
L'inchiesta
Cerignola, olio di semi spacciato per extra vergine: arresti e sequestri in Puglia e Toscana

Cerignola, olio di semi spacciato per extra vergine: arresti e sequestri. «Una ciofeca»

 
Lotta alla droga
Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

 
Incidente stradale
San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

 
tragedia nel Foggiano
Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

 
i roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
Nel foggiano
Cerignola, in casa hashish e una targa clonata: arrestato 26enne

Cerignola, in casa hashish e una targa clonata: arrestato 26enne

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiDai Cc
Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

 
BatIl personaggio
Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 
MateraSasso Caveoso
Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

 
BariPolis-Deloitte
toghe, avvocati

Bari, Finanza e diritto penale: alleanza tra studi legali barese e milanese

 
PotenzaA Sant'Arcangelo
Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

 
TarantoIn centro
Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 

i più letti

L'operazione

Vieste, conti correnti, auto di lusso e case: sequestrati 700mila euro di beni al boss Raduano

Il sequestro è stato eseguito dai carabinieri del comando provinciale di Foggia

carabinieri

FOGGIA - Una lussuosa villetta con giardino sul lungomare di Vieste, un capannone con sistema di videosorveglianza, un appezzamento di terreno con relativa abitazione rurale nelle campagne di Vieste dove si coltivava marijuana e dove il gruppo criminale aveva realizzato il proprio quartier generale. Sono questi alcuni dei beni, del valore complessivo di 700 mila euro, sequestrati dai Carabinieri di Foggia, su disposizione della Dda di Bari, al boss viestano Marco Raduano, attualmente detenuto per traffico di droga e ritenuto al vertice dell’omonima associazione criminale della città garganica.

Il sequestro è stato disposto del Tribunale di Prevenzione di Bari su richiesta del pm Ettore Cardinali, all’esito di indagini patrimoniali condotte dai Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Foggia. Tra i beni sequestrati ci sono 4 unità immobiliari, terreni per circa 4 ettari in una zona adiacente al Parco Nazionale del Gargano, un conto corrente e due auto di grossa cilindrata, una delle quali appartenuta al defunto boss Angelo Notarangelo, ucciso in un agguato mafioso nel 2015, dal quale Raduano avrebbe ereditato anche la gestione del clan.

L’attacco ai patrimoni delle organizzazioni criminali «è fondamentale - spiega il colonnello dei Cc di Foggia, Pierpaolo Mason - è l’arma letale, perché le normali attività repressive sono efficaci, ma se si vuole togliere veramente ossigeno alla criminalità bisogna mettergli le mani nelle tasche e privarli dei patrimoni accumulati in maniera illecita, dando così un messaggio importante alla parte sana della popolazione».

LE CONGRATULAZIONI DI SALVINI - Due operazioni di Polizia e Carabinieri, informa il Viminale, «hanno consentito di sgominare questa mattina una banda di 10 persone originarie del Napoletano dedite ai furti in villa e di arrestare a Roma 8 spacciatori e di denunciarne altri 2, sequestrando quasi 4 chili di hashish e centinaia di dosi di cocaina e eroina, pronte per essere vendute. A Foggia, infine, i Carabinieri, su delega della DDA di Bari, hanno sequestrato beni per 700 mila euro al presunto boss Marco Raduano, attualmente detenuto».
«Sono orgoglioso - ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini - del lavoro che quotidianamente svolgono le donne e gli uomini delle Forze dell’ordine. Mi congratulo per la dedizione e la professionalità che dimostrano. Il nostro obiettivo è fare sempre di più e sempre meglio». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie