Mercoledì 24 Luglio 2019 | 00:21

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

 
La manifestazione
Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

 
Secondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano. Due piste al vaglio degli inquirenti

 
Nella zona del santuario
S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

 
L'operazione
Reati contro la P.A.: nel Foggiano 3 arresti e 12 misure interdittive, imprenditori e amministratori pubblici

Brogli in gare pubbliche ad Apricena, arrestato anche sindaco leghista VD

 
Sanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
Nel Foggiano
Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

 
In via La Piccirella
Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

 
La decisione
S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

 
Tra Mattinata e Vieste
Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
"Bari, campionato complicatoI tifosi faranno la differenza"

«Bari, campionato complicato. I tifosi faranno la differenza»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeA Torre dell'Orso
Dieci persone intossicate in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

Dieci intossicati in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

 
GdM.TVL'evento in piazza
«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

 
FoggiaIl caso
Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

 
TarantoNel Tarantino
Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

 
PotenzaIn frazione Ciccolecchia
Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

 
MateraLa decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
BatL'impianto
Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

 

i più letti

La storia

Ottant'anni dalle leggi razziali
A Torremaggiore il caso Matatia

Lo scrittore di origini ebraiche prima convocato, poi dimenticato e ora nuovamente atteso all'istituto "Fiani Lecisotti"

80 anni dalle leggi razziali, a Torremaggiore il caso Matatia

Facebook

FOGGIA - Il caso sembra apparentemente chiuso. Ma la vicenda che ha coinvolto, suo malgrado, lo scrittore di origine ebraiche Roberto Matatia, prima convocato, poi dimenticato e ora nuovamente atteso all’istituto scolastico “Fiani Leccisotti” di Torremaggiore per parlare della sua esperienza a 80 anni dalle leggi razziali, è sintomatica di un periodo storico in cui il verosimile supera il vero, al netto del dibattito (serio) sulle cosiddette “fake news”.

Ora, l’atteggiamento elegante di Matatia, che chiarita la situazione ha parlato eufemisticamente di un malinteso, non deve far perdere di vista il motivo della visita dello scrittore agli studenti: gli 80 anni della promulgazione delle leggi razziali in Italia, durante il regime fascista con il beneplacito della monarchia sabauda. E la necessità, a ottant’anni di distanza da quel triste e tragico avvenimento, che ha seminato lutti materiali e morali nel Paese, di continuare a fare memoria, di spiegare ai più giovani che cosa è accaduto e che cosa non deve più accadere. Ecco, la vicenda del “Fiani Leccisotti” deve servire soprattutto a riscoprire, anche da parte dei docenti, questa esigenza civile di non lasciar correre come incidenti di percorso la storia del Paese. E mai come in questo periodo, scandito da pulsazioni anche xenofobe e che mettono in discussione il rapporto con l’altro, sarebbe auspicabile uno sforzo di carattere generale per non spostare indietro le lancette della storia.

Tocca ora alla comunità del “Fiani Leccisotti” di Torremaggiore, una città che si vanta giustamente di aver dato i natali ad una icona mondiale del pregiudizio come Nicola Sacco ucciso sulla sedia elettrica negli Usa per un reato non commesso ma perché italiano e immigrato, fare la sua parte con i docenti, i genitori e gli studenti, alla fine le vere vittime di questa polemica nata perché qualcuno non ha saputo riflettere e governare pensieri e parole. E se avviene in una scuola forse potrebbe essere grave.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie