Martedì 16 Ottobre 2018 | 03:06

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

morte del 47enne, colto due giorni fa da aneurisma

Termoli, ambulanza impegnata
e tac in manutenzione: famiglia
dona gli organi del congiunto

Il prof. Battaglia: atto di grande generosità

Termoli, ambulanza impegnata e tac in manutenzione: famiglia dona gli organi del congiunto

TERMOLI - È stata dichiarata la morte del 47enne, Michele Cesaride di Larino (Campobasso) colto due giorni fa da aneurisma cerebrale e trasferito oltre due ore più tardi all’ospedale di San Giovanni Rotondo (Foggia) per una serie di circostanze: l’ambulanza impegnata in altro intervento e la Tac del San Timoteo di Termoli in manutenzione programmata. Al suo arrivo nel presidio pugliese era stata dichiarata la morte cerebrale dell’uomo. La famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi che sarà effettuato entro questa notte. 

I medici del Policlinico in allerta.

Il prof. Michele Battaglia, direttore dell'Unità operativa di Urologia dell'Università di Bari: in Puglia c'è grande esigenza di organi. La disponibilità alla donazione da parte di questa della famiglia consentirà di salvare la vita a diversi pazienti. Siamo grati per questo gesto che interrompe una lunga serie di opposizioni. L'iniziativa del Centro regionale Trapianti, guidato dal prof. Loreto Gesualdo organizzata al Petruzzelli lo scorso 7 luglio in occasione della vita del Pontefice a Bari forse è servita a sensibilizzare la popolazione alla cultura della donazione degli organi «un atto - come ha detto Papa Francesco - nobile e meritorio».       

-------

LA NOTIZIA DI IERI - Si sente male, e per un 47enne inizia un’odissea, dall’attesa dell’ambulanza, alla tac ferma. Poi la corsa dal Molise alla Puglia. Qui all’ospedale di San Giovanni Rotondo (Foggia) i medici accertano la morte cerebrale dell’uomo. Ora sulla vicenda la ministra della Salute Giulia Grillo, ha annunciato l’invio di una task-force di esperti coadiuvata dai Nas chiedendo «subito chiarezza sull' organizzazione regionale».

«Vogliamo andare rapidamente a fondo su questa vicenda - afferma il ministro Grillo - non è possibile morire per cattiva organizzazione e sostanziale mancanza di assistenza. Tanto più in una regione, il Molise, dove le fallimentari gestioni del passato non sono alle spalle, come dimostrano i ripetuti casi di assenza di reale programmazione che i cittadini molisani ben conoscono. Intanto, desidero esprimere la mia vicinanza ai familiari».

L’episodio ha inizio martedì a Larino, dove è stato chiuso di recente il Punto di primo intervento dell’ospedale. I familiari dell’uomo che ha avuto un malore chiamano il 118. L’ambulanza di Larino - secondo una prima ricostruzione - in quel momento era impegnata in un altro intervento. Quando un mezzo è arrivato, i sanitari si sono diretti all’ospedale 'San Timoteò di Termoli (Campobasso) ma qui la Tac era in manutenzione programmata, quindi ferma per alcune ore. Si è deciso perciò il trasferimento all’ospedale di San Giovanni Rotondo (Foggia), dove è stata accertata la morte cerebrale.

«L'episodio - dice il ministero della Salute - servirà a fare luce sul percorso di cura in ambito neurologico in Molise». «Va sottolineato che i 12 posti-letto di neurochirurgia dell’ ospedale Cardarelli di Campobasso non sono stati riconfermati nella programmazione regionale da un provvedimento firmato dal commissario ad Acta nel 2017, in quanto l’attività è stata assegnata unicamente all’Irccs privato-convenzionato Neuromed di Pozzilli (Isernia)», rileva il ministero.
Risponde l’ex governatore Paolo di Laura Frattura, già Commissario ad Acta: «Non entro nel merito del caso. Ricordo solo che, forse, la ministra era in Parlamento quando il Programma operativo straordinario (Pos) è stato approvato con legge dello Stato. Non mi sembra di aver letto un suo passaggio di considerazione in merito al nostro Pos nel quale si parlava chiaramente della riorganizzazione della rete di Neurochirurgia».

Dal canto suo, il sindaco di Larino, Pino Puchetti, ha fatto sapere che chiederà alla Procura della Repubblica se con la chiusura del Punto di Primo Intervento «possano ravvisarsi gli estremi di interruzione di pubblico servizio».

E dal Movimento 5 Stelle Molise la segnalazione di un altro caso, questa volta a Venafro, dove, «solo grazie all’intervento dei volontari della Croce Azzurra, una bambina priva di sensi è stata trasferita al Veneziale di Isernia perché il Punto di Primo intervento al SS Rosario era chiuso». 

I NAS STAMATTINA A TERMOLI - Sono arrivati poco dopo le 11 gli ispettori inviati dal ministro della Salute, Giulia Grillo, all’ospedale San Timoteo di Termoli per valutare l'accaduto sul caso dell’uomo di 47 anni di Larino (Campobasso) colto da aneurisma e trasferito nel presidio ospedaliero di San Giovanni Rotondo (Foggia) dove è stata dichiarata la morte cerebrale. Al momento del malore, l’ambulanza era impegnata in un altro intervento e la Tac del San Timoteo era in manutenzione programmata. L’uomo è arrivato due ore più tardi al nosocomio pugliese dove è tuttora monitorato. Al momento dell’arrivo nel presidio di Termoli, si è appreso oggi, era in stato di coma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Foggia, un operatore aiuterà bimbo disabile escluso dalla mensa

Foggia, operatore aiuterà bimbo disabile escluso da mensa a scuola

 
Scontro auto nel Foggiano: morte mamma e figlia di pochi mesi

Scontro tra auto nel Foggiano: morte mamma e figlia di pochi mesi

 
Migranti, per la Lega pugliese il Cara di Borgo Mezzanone va raso al suolo

Migranti, Lega pugliese: Cara di Borgo Mezzanone «va raso al suolo»

 
Scontri con la polizia per Foggia-Brescia: 12 misure cautelari per ultrà bresciani

Scontri con la polizia per Foggia-Brescia: 12 misure cautelari per ultrà bresciani

 
Foggia, più della metà dei pensionati intasca la pensione minima

Pensione minima per più di metà degli aventi diritto

 
Foggia, esplode bomba carta davanti a un negozio: paura tra i cittadini

Foggia, bomba nella notte contro negozio, paura tra la gente: «Come un terremoto» VD

 
In moto senza casco, auto non assicurate: impennata di multe e sequestri

In moto senza casco, auto non assicurate: impennata di multe e sequestri

 
Cerignola, capeggiò rivolta controi Cc: arresto bis per uomo del clan

Cerignola, capeggiò rivolta contro i Cc: arresto bis per uomo del clan

 

GDM.TV

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 
Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni contrastanti

Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni diverse. «Agenti circondati»

 
Intitolazione caserma a Marzulli, Decaro: «Lui era davvero un galantuomo»

Squillo di tromba e commozione
per la caserma dedicata a Marzulli

 

PHOTONEWS