Domenica 26 Settembre 2021 | 16:06

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

DOMENICA IL VIDEO

Bari, la Sinfonica in streaming per gli operatori sanitari

Mozart diretto da Vito Clemente con i professori tutti da casa. In collaborazione con l’Ordine Nazionale dei Medici, sarà sui canali social dell’orchestra

Bari, la Sinfonica in streaming per gli operatori sanitari

Vito Clemente

BARI - Quando Wolfgang Amadeus Mozart scrive la Sinfonia n. 40 in sol minore K 550 ha 32 anni e vive in grandi ristrettezze economiche (morirà appena tre anni dopo, nel 1791). Eppure nell’estate del 1788 compone con straordinaria velocità creativa le sue ultime tre sinfonie: oltre a quella in sol minore, la n. 39 e la n. 41 (Jupiter). Di certo la Sinfonia n. 40 è la più celebre del genio salisburghese: non a caso Charles Rosen ha osservato quanto sia difficile stabilire, durante l’esecuzione, se si stia ascoltando l’opera o non piuttosto la sua reputazione. Eppure è impossibile non lasciarsi cullare dai sentimenti di consolazione e tenerezza, evidenti sin dal tema iniziale del primo movimento, il Molto allegro: Mozart sembra esprimere in quelle arcate dei sentimenti genuini, perché nascono dal dolore e da una riflessione lucidissima sulla condizione umana.

A tal proposito, ci sembra dunque opportuna la scelta del primo tempo di questa Sinfonia, che ci permetterà di riascoltare l’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari, seppur da casa, da computer o smartphone. La compagine tornerà infatti «in concerto» domenica 10 maggio: un’esecuzione sui generis, con un video postato appositamente sui canali social dell’Orchestra Metropolitana (editing e post produzione audio e video sono a cura di Stones Lab Srl, la regia è di Rocco Anelli). Vedremo il direttore d’orchestra Vito Clemente condurre «a distanza» i professori d’orchestra, ognuno dei quali suonerà all’interno del puzzle musicale che compone il capolavoro mozartiano. Altri video seguiranno poi nelle prossime settimane.

L’iniziativa è nata dal desiderio espresso in una lettera dal dottor Filippo Anelli - presidente della Federazione nazionale dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri -, inviata a metà aprile al sindaco Decaro e allo stato maggiore dell’ICO e della Città Metropolitana (il direttore artistico Marco Renzi, la consigliera delegata Francesca Pietroforte e la dirigente Maria Grazia Magenta). «Abbiamo chiesto all’Orchestra - spiega Anelli - di organizzare una serie di concerti on line da dedicare a tutti gli operatori sanitari, in prima linea ogni giorno nella lotta al coronavirus, a tutti gli ammalati e ai loro cari che soffrono a causa di questa terribile malattia, con l’obiettivo di lenire il dolore ed alleviare fatiche e sofferenze, lasciando parlare la musica. È una collaborazione a cui teniamo molto, dopo gli scorsi concerti realizzati per ricordare la dottoressa Paola Labriola. Ancora una volta crediamo che la musica possa essere la miglior medicina, il filo conduttore in grado di stabilire un contatto emotivo, di infondere speranza e generare forza e consapevolezza nell’intera collettività».

«La nostra Orchestra è stata tra le prime ad attivare lo smart working - afferma la consigliera Pietroforte - e siamo stati lieti di accogliere la richiesta del dottor Anelli. È solo una prima iniziativa, ma molto significativa per noi. Non abbiamo ancora notizie certe sulla possibilità di tornare ai concerti dal vivo, ma quando questo avverrà saremo pronti: per questo l’Orchestra continua a lavorare e a preparare i prossimi programmi musicali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie