Sabato 16 Gennaio 2021 | 15:20

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Calcio Lecce, Hjulmand è giallorosso: sottoscritto contratto per 4 anni

Calcio Lecce, Hjulmand è giallorosso: sottoscritto contratto per 4 anni

 
Lo scherzo
Tifosi del Lecce annunciano acquisto di Hene Kurraska: il giocatore in realtà è una una invenzione

Tifosi del Lecce annunciano acquisto di Kurraska: il giocatore in realtà è una invenzione

 
Serie B
Calcio Lecce, il centrocampista danese Morten Hjulmand è giallorosso

Calcio Lecce, il centrocampista danese Morten Hjulmand è giallorosso

 
Giallorossi
Angelo: «Questo Lecce può volare verso la A»

Angelo: «Questo Lecce può volare verso la A»

 
Giallorossi
Il Lecce ha certezze in tutti i reparti: da Gabriel a Coda ecco tutti i leader

Il Lecce ha certezze in tutti i reparti: da Gabriel a Coda ecco tutti i leader

 
Serie B
Lecce-Monza, Balotelli non scende in campo: il match finisce 0-0

Lecce-Monza, Balotelli non scende in campo: il match finisce 0-0

 
Pre-partita
Asta: «Lecce-Monza uno show di gol. La difesa giallorossa presto ok»

Asta: «Lecce-Monza uno show di gol. La difesa giallorossa presto ok»

 
Calcio
Lecce, il bilancio di un 2020 tra A e B e una media di 1,22 punti a gara

Lecce, il bilancio di un 2020 tra A e B e una media di 1,22 punti a gara

 
Calciomercato
Calcio Lecce, con Falco intesa per la cessione

Calcio Lecce, con Falco intesa per la cessione

 
serie b
Cittadella-Lecce, finisce in parità (2-2) il match della 16/a giornata

Cittadella-Lecce, finisce in parità (2-2) il match della 16/a giornata

 
Giallorossi
Lecce sorride e trova il suo Pablito: «Rodriguez? Un talento, esploderà»

Lecce sorride e trova il suo Pablito: «Rodriguez? Un talento, esploderà»

 

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

 
Materala ripresa
Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e quello di Palazzo Lanfranchi

Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e di Palazzo Lanfranchi

 
Newsweekla speranza
Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

 
Brindisiindagini dei CC
Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 
TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 

i più letti

Calcio

Riscatto giallorosso, l'ex Lima: «Il Lecce ha tutto per far bene»

Il brasiliano conta su Corvino: a gennaio ultimi ritocchi e poi il salto di qualità

Corini: bello il mio Lecce che fa pressing in blocco

foto Lezzi

«Il calciomercato genera spesso delle aspettative in alcuni giocatori, soprattutto dopo una retrocessione dalla A. Pertanto, non c’è nulla di strano che in casa del Lecce ci sia stato e ci sia qualche malumore. L’importante è che non ci si irrigidisca ciascuno sulle proprie posizioni, che si chiarisca ogni aspetto e che si prosegua il cammino con slancio ed entusiasmo, proprio com’è accaduto con Mancosu». A parlare è Francisco Govinho Lima, centrocampista del Lecce nel 1999/2000, uno dei colpi tanti messi a segno da Pantaleo Corvino nella sua prima esperienza da direttore sportivo del sodalizio della sua terra.

«D’altro canto, a volte, durante la campagna acquisti-cessioni, capita che gli interessi del club e di un atleta divergano. A finestra di mercato chiuso, però, che la squadra giri a dovere è un obiettivo importante per la proprietà, che mira ad ottenere il massimo, come per il calciatore, che attraverso le prestazioni positive dà prospettive migliori alla propria carriera, sotto tutti i profili», dice ancora. «Penso che il “caso-Tachtsidis” possa essere ricomposto, con soddisfazione da parte di tutti – aggiunge l’ex calciatore brasiliano - Perché il greco è un pezzo da novanta della rosa a disposizione di mister Corini, ma anche perché andare in campo e farsi apprezzare sarà vantaggioso anche per lui, al di là della delusione del momento per avere visto svanire l’allettante proposta ricevuta dalla società dell’Arabia Saudita. Nella mia carriera non ho mai vissuto una situazione analoga alla sua ma, da ex atleta professionista, comprendo la sua rabbia per avere perso un treno tanto rilevante. Allo stesso modo, però, bisogna anche capire l’ottica del Lecce, che non può privarsi di un elemento-chiave dell’organico in extremis, senza avere trovato un sostituto all’altezza e per di più senza ricevere un indennizzo da reinvestire».

Sulla campagna acquisti-cessioni portata a termine dal club presieduto da Saverio Sticchi Damiani, Lima dice: «La ritengo in linea con gli intenti annunciati quando è stato ingaggiato Corvino. Sono stati tesserati giocatori affermati e forti per la serie cadetta, stranieri poco noti in Italia ed alcuni giovani di prospettiva che, nel medio termine, potrebbero garantire, tramite la loro cessione, la patrimonializzazione del sodalizio. La garanzia sulla bontà delle scelte è data dall’abilità di chi li ha effettuate, in quanto il responsabile dell’area tecnica del Lecce conosce bene i tornei di tutto il mondo e raramente sbaglia le proprie valutazioni».

L’ex centrocampista, che oltre a quella del Lecce ha vestito, tra le altre, le casacche di Roma, Bologna, Brescia, Lokomotiv Mosca e Dinamo Mosca, rammenta il proprio ingaggio da parte della società salentina: «Corvino venne a Zurigo a parlare personalmente con la società svizzera con la quale ero tesserato in quel momento. L’allenatore Raimondo Ponte si rifiutava di aprire la porta di casa perché non intendeva sentire ragioni sulla mia cessione. Alla lunga, sia lui che il presidente del sodalizio svizzero si convinsero, ma non fu certo una trattativa semplice quella portata a termine dal direttore sportivo giallorosso».
Sul campionato di B, che riprenderà venerdì, con la sfida Brescia-Lecce, Lima sostiene: «L’undici salentino dovrà restare nelle prime posizioni sino a gennaio. Poi, come spesso accade, il mercato invernale servirà per sistemare definitivamente la rosa, assicurando a Corini i tasselli che si riveleranno necessari per rendere ancora più competitivo un organico già quadrato. Il torneo cadetto è lungo ed estremamente complicato. Ci sono calciatori bravi in A che non si adattano al clima della B, che è notevolmente differente. Serve regolarità di rendimento ed abilità a gestire i momenti delicati che si attraversano sempre nell’arco di una annata agonistica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie