Lunedì 13 Luglio 2020 | 10:03

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio serie A
Il Lecce in casa del Cagliari non va oltre il pareggio a reti inviolate

Il Lecce in casa del Cagliari non va oltre il pareggio a reti inviolate

 
Calcio
«Lecce, non spegnere la scintilla anti-Lazio»

«Lecce, non spegnere la scintilla»: contro il Cagliari serve un match eccezionale

 
Calcio serie A
Vigilia Cagliari-Lecce, Zenga: «È una squadra che ha sempre dato del filo da torcere a tutti»

Vigilia Cagliari-Lecce, Zenga: «Una squadra che dà filo da torcere a tutti»

 
Calcio
Lecce con due sardi nel motore e il forte Cagliari all'orizzonte

Lecce con due sardi nel motore e il forte Cagliari all'orizzonte

 
Calcio serie A
Lecce, «Prova di maturità contro il Cagliari»: Liverani sprona i suoi

Lecce, «Prova di maturità contro il Cagliari»: Liverani sprona i suoi

 
calcio
Lecce, parla Donati: «Il morso di Patric? Si è scusato subito»

Lecce, parla Donati: «Il morso di Patric? Si è scusato subito»

 
Serie A
Lecce vince contro la Lazio 2-1. Patric espulso per morso a Donati

Lecce vince contro la Lazio 2-1. Patric espulso per morso a Donati

 
Serie A
Liverani e la voglia matta di sgambetti . «Il Lecce sa come arginare le corazzate»

Liverani e la voglia matta di sgambetti: «Il Lecce sa come arginare le corazzate»

 
Serie A
Lecce, capitan Mancosu cecchino infallibile dagli undici metri

Lecce, capitan Mancosu cecchino infallibile dagli undici metri

 
Calcio serie A
Lecce, persiste febbre, il difensore Rossettini in ospedale ma non è Covid

Lecce, persiste febbre, il difensore Rossettini in ospedale ma non è Covid

 
Serie A
Il Lecce perde contro il Sassuolo 4-2 con un poker di Muldur

Il Lecce perde contro il Sassuolo 4-2 con un poker di Muldur

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari cerca una notte rock nel labirinto dei playoff

Bari cerca una notte rock nel labirinto dei playoff

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariistruzione
Bari, ripartenza in salita fra banchi monoposto e scuole da riattivare

Bari, ripartenza in salita fra banchi monoposto e scuole da riattivare

 
Materanel materano
Marconia, 91enne ucciso a coltellate in casa: arrestato parente dopo 7 mesi

Marconia, 91enne ucciso a coltellate in casa: arrestato parente dopo 7 mesi

 
Potenzanel Potentino
Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti

Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti. Pusher anche davanti alle scuole

 
Foggiatragedia sfiorata
Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

 
Brindisil'arresto
Francavilla Fontana, alla veneranda età di 87enne evade dai domiciliari e finisce ai...domiciliari

Francavilla Fontana, alla veneranda età di 87enne evade dai domiciliari e finisce ai...domiciliari

 
Tarantosbarchi
MIgranti, in 100 arrivano all'hotspot di Taranto: arrestato tunisino irregolare sul territorio

Migranti, in 100 arrivano all'hotspot di Taranto: arrestato tunisino irregolare

 
Lecceil caso in salento
Otranto, «È un lupo oppure un cane inselvatichico?. Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»

«È un lupo o un cane inselvatichito? Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»: parla l'esperto

 
BatAmbiente
Barletta, «Illegalità diffusa sul fiume Ofanto»

Barletta, «Illegalità diffusa sul fiume Ofanto»

 

i più letti

Calcio

Lecce, la benedizione di Lima: «Liverani arma in più per la salvezza»

Liverani: cercare di trasformare un gruppo in squadra

LECCE - «Mister Liverani ha le carte in regola per essere l’arma in più del Lecce nei dodici turni che decideranno il campionato, nell’arco di appena quaranta giorni. L’allenatore romano ha dimostrato di sapere come preparare e gestire la squadra. Inoltre, il gruppo lo segue con grande convinzione e questo è un aspetto fondamentale. Da calciatore, tra l’altro, ha maturato una esperienza enorme in massima serie. Ne conosce le dinamiche, le varie sfaccettature».

Incorona il tecnico capitolino, l’ex centrocampista giallorosso Francisco Lima. Il brasiliano, che nella sua carriera è stato in forza anche a Roma, Bologna, Lokomotiv Mosca, Dinamo Mosca, San Paolo e Zurigo, è convinto che per Fabio Liverani ed il suo staff sia particolarmente stimolante gestire una fase tanto delicata. «Stiamo parlando di una situazione senza precedenti, per la quale non è possibile attingere a studi preesistenti - rimarca Lima -. Non era mai accaduto che ci si fermasse per tre mesi, per di più a stagione in corso, e che per sessanta giorni circa i calciatori fossero costretti a lavorare in casa. Le scelte che i tecnici ed i loro collaboratori dovranno effettuare per quel che riguarda gli allenamenti, l’alimentazione, il riposo, il recupero ed il turn over potrebbero fare la differenza. Pertanto, penso che per un trainer bravo ed ambizioso come quello del Lecce tutto ciò dia ulteriori motivazioni».

Liverani sta provando soluzioni tattiche nuove. Pensa che saranno utili?
«Potere contare su un complesso in grado di mutare pelle da una partita all’altra oppure nell’arco dello stesso match, in base alle esigenze dettate dal risultato o dalle caratteristiche tecnico-tattiche degli avversari, è senza dubbio un’arma in più preziosa. Studiare delle alternative, d’altro canto, non significa abbandonare necessariamente la strada percorsa sin qui, con il 4-3-1-2 o con il 4-3-2-1».

C’è qualche calciatore del Lecce che potrebbe rivelarsi determinante nel rush finale?
«Pochi campioni al mondo sono in grado di fare la differenza e comunque decisivo è sempre il collettivo, il gioco d’assieme, la capacità di aiutarsi in campo, l’organizzazione. Per restare in A, l’undici salentino dovrà puntare su queste armi, alle quali dovranno aggiungersi la “fame”, la concentrazione e la determinazione dei singoli. Naturalmente, per caratteristiche fisiche, ci sono alcuni degli uomini del complesso giallorosso che saranno in forma già alla ripresa del torneo, altri che saranno al top poco più avanti».

Quale quota garantirà la permanenza?
«Di norma viene indicato il tetto dei 40 punti, ma a volte ne sono bastati meno. Né si può escludere che ne serva uno in più. Al Lecce ne occorrono altri 15».

I salentini torneranno in campo il 22 giugno, ospitando il Milan. Sfida in salita?
«La gara sarà insidiosissima, stante il blasone dei rossoneri, ma sono certo che lo sarà anche per la squadra diretta da Pioli. Il “Diavolo” avrà vita molto dura ed il risultato finale sarà tutto da scrivere».

Su quali schieramenti dovrà fare la corsa il Lecce per salvarsi?
«Brescia e Spal sono molto indietro. Per evitare la terz’ultima posizione penso che lotteranno, oltre ai salentini, Genoa, Sampdoria e Torino. Ci sarà bagarre sino alle battute conclusive».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie