Martedì 02 Marzo 2021 | 06:16

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Parità (1-1) tra ra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

Parità (1-1) tra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

 
serie b
Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

 
Serie B
Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

 
Serie b
Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

 
giallorossi
Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

 
Serie b
Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

 
Serie B
Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

 
Il post-partita
Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

 
Serie B
Oggi (ore 21) al Via del Mare è di scena l'Ascoli: Corini spinge sull’acceleratore

Sconfitta per il Lecce contro l'Ascoli al Via del Mare: perde 2-1

 
Serie B
Lecce calcio, Christian Maggio passa ai giallorossi

Lecce, visite mediche per Maggio, neo-giallorosso

 
L'acquisto
Lecce calcio, è ufficiale: in squadra arriva Yalcin

Lecce calcio, è ufficiale: in squadra arriva Yalcin

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiaa Lucera
Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

 
BariLa richiesta
Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

 
LecceLa decisione
Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

 
TarantoLa novità
Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

 
Potenzal'appello
Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

 
MateraIl video
Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

 
BatNella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 

i più letti

Calcio

Lecce, la benedizione di Lima: «Liverani arma in più per la salvezza»

Liverani: cercare di trasformare un gruppo in squadra

LECCE - «Mister Liverani ha le carte in regola per essere l’arma in più del Lecce nei dodici turni che decideranno il campionato, nell’arco di appena quaranta giorni. L’allenatore romano ha dimostrato di sapere come preparare e gestire la squadra. Inoltre, il gruppo lo segue con grande convinzione e questo è un aspetto fondamentale. Da calciatore, tra l’altro, ha maturato una esperienza enorme in massima serie. Ne conosce le dinamiche, le varie sfaccettature».

Incorona il tecnico capitolino, l’ex centrocampista giallorosso Francisco Lima. Il brasiliano, che nella sua carriera è stato in forza anche a Roma, Bologna, Lokomotiv Mosca, Dinamo Mosca, San Paolo e Zurigo, è convinto che per Fabio Liverani ed il suo staff sia particolarmente stimolante gestire una fase tanto delicata. «Stiamo parlando di una situazione senza precedenti, per la quale non è possibile attingere a studi preesistenti - rimarca Lima -. Non era mai accaduto che ci si fermasse per tre mesi, per di più a stagione in corso, e che per sessanta giorni circa i calciatori fossero costretti a lavorare in casa. Le scelte che i tecnici ed i loro collaboratori dovranno effettuare per quel che riguarda gli allenamenti, l’alimentazione, il riposo, il recupero ed il turn over potrebbero fare la differenza. Pertanto, penso che per un trainer bravo ed ambizioso come quello del Lecce tutto ciò dia ulteriori motivazioni».

Liverani sta provando soluzioni tattiche nuove. Pensa che saranno utili?
«Potere contare su un complesso in grado di mutare pelle da una partita all’altra oppure nell’arco dello stesso match, in base alle esigenze dettate dal risultato o dalle caratteristiche tecnico-tattiche degli avversari, è senza dubbio un’arma in più preziosa. Studiare delle alternative, d’altro canto, non significa abbandonare necessariamente la strada percorsa sin qui, con il 4-3-1-2 o con il 4-3-2-1».

C’è qualche calciatore del Lecce che potrebbe rivelarsi determinante nel rush finale?
«Pochi campioni al mondo sono in grado di fare la differenza e comunque decisivo è sempre il collettivo, il gioco d’assieme, la capacità di aiutarsi in campo, l’organizzazione. Per restare in A, l’undici salentino dovrà puntare su queste armi, alle quali dovranno aggiungersi la “fame”, la concentrazione e la determinazione dei singoli. Naturalmente, per caratteristiche fisiche, ci sono alcuni degli uomini del complesso giallorosso che saranno in forma già alla ripresa del torneo, altri che saranno al top poco più avanti».

Quale quota garantirà la permanenza?
«Di norma viene indicato il tetto dei 40 punti, ma a volte ne sono bastati meno. Né si può escludere che ne serva uno in più. Al Lecce ne occorrono altri 15».

I salentini torneranno in campo il 22 giugno, ospitando il Milan. Sfida in salita?
«La gara sarà insidiosissima, stante il blasone dei rossoneri, ma sono certo che lo sarà anche per la squadra diretta da Pioli. Il “Diavolo” avrà vita molto dura ed il risultato finale sarà tutto da scrivere».

Su quali schieramenti dovrà fare la corsa il Lecce per salvarsi?
«Brescia e Spal sono molto indietro. Per evitare la terz’ultima posizione penso che lotteranno, oltre ai salentini, Genoa, Sampdoria e Torino. Ci sarà bagarre sino alle battute conclusive».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie