Sabato 06 Marzo 2021 | 03:42

NEWS DALLA SEZIONE

La corsa per i playoff
Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

 
Serie B
Parità (1-1) tra ra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

Parità (1-1) tra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

 
serie b
Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

 
Serie B
Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

 
Serie b
Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

 
giallorossi
Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

 
Serie b
Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

 
Serie B
Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

 
Il post-partita
Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

 
Serie B
Oggi (ore 21) al Via del Mare è di scena l'Ascoli: Corini spinge sull’acceleratore

Sconfitta per il Lecce contro l'Ascoli al Via del Mare: perde 2-1

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNuove proposte
Il foggiano Gaudiano trionfa a Sanremo Giovani

Sanremo 2021, il foggiano Gaudiano trionfa nella categoria giovani

 
BariMisure restrittive
Covid 19 a Bari, stop all'asporto dalle 18 nei fine settimana: l'ordinanza

Covid Bari, stop all'asporto nei fine settimana a partire dalle 18: l'ordinanza

 
PotenzaL'idea
Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
LecceLa curiosità
Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

Calcio

Di Gennaro mette Liverani in vetrina: «Bravissimo a dare un gioco al Lecce»

«Penso che la ripresa della serie A sia vicina. E in campo potrà accadere di tutto...»

Di Gennaro mette Liverani in vetrina: «Bravissimo a dare un gioco al Lecce»

LECCE - «Le prossime due settimane saranno determinanti per capire se esistono i presupposti per portare a termine il campionato. La volontà della Federazione, della Lega e della maggior parte delle componenti del mondo del calcio è quella di ripartire, ma è chiaro a tutti che esistono diversi interrogativi, il più significativo dei quali è legato al caso del contagio di qualche tesserato a cammino iniziato. Sarà fondamentale stilare un protocollo rigoroso che, tra l’altro, per essere rispettato, richiederà sforzi economici notevoli, ma soprattutto bisognerà prevedere nei minimi dettagli tutte le ipotesi sul tappeto». Analizza le prospettive della serie A e, più in generale, del calcio italiano, Antonio Di Gennaro, ex nazionale ed ex centrocampista di Fiorentina, Hellas Verona e Bari, oggi apprezzato opinionista televisivo, che segue le vicende del massimo campionato.

È ottimista?
«Qualche settimana fa ero pessimista sulla possibilità di tornare in campo. Ora mi sembra che ci siano degli spiragli. In Europa, del resto, Germania e Danimarca hanno rimesso in moto il meccanismo. In Inghilterra si punta a ricominciare a metà giugno e questa sembra essere anche l’intenzione della Spagna. D’altro canto, ipotizzare di chiudere tutto e darsi appuntamento a settembre per la nuova annata non significa certo lasciarsi alle spalle i problemi esistenti, in quanto, da ciò che è dato capire, dopo l’estate si dovrà comunque convivere con il virus. Pertanto, l’eventuale decisione di archiviare tutti i tornei non servirebbe ad allontanare le nuvole».

Se non si concluderanno i campionati cosa accadrà?
«Ci sarebbe una questione economica ed una legata ai verdetti. Per quel che riguarda la prima crescerebbero i danni, che comunque ci saranno. Circa la seconda, si andrebbe verso un’estate di calcio in tribunale e già ci sono le avvisaglie, con le prime polemiche. La situazione è innegabilmente molto complicata e non ci sono regole applicabili perché ciò che è accaduto nel mondo non era nemmeno lontanamente prevedibile».

Qualora si ripartisse, sarà determinante l’aspetto della preparazione atletica o della tenuta mentale?
«Saremmo dinanzi a qualcosa di inedito sotto entrambi i profili. Non era mai accaduto che i calciatori fossero costretti a lavorare in casa, quindi in condizioni difficili, tra l’altro per due mesi. Il tutto, tra l’altro, in vista di una serie di impegni che sarebbero estremamente ravvicinati, per di più in un periodo che sarà caratterizzato dal caldo. Le 5 sostituzioni aiuterebbero, ma non sarebbero la panacea di tutti i mali. Sul piano psicologico, non è semplice prevedere come reagirebbero i calciatori, se prevarrà lo slancio derivante dalla voglia di tornare in campo o la preoccupazione per la salute, in uno sport che prevede il contatto fisico».

Come valuta il cammino del Lecce in A?
«Liverani è stato bravo a dare una impronta alla squadra, in C come in B come in massima serie. Il complesso giallorosso esprime un buon calcio ed insegue la permanenza attraverso un gioco propositivo. Ha attraversato un periodo molto delicato nella fase conclusiva dell’andata, nella quale il tecnico romano ha anche cercato soluzioni tattiche alternative. Il mercato di gennaio è stato fondamentale, in quanto la società ha operato innesti di primo piano. I salentini dovranno lottare sino all’ultimo per la permanenza, come del resto prevedevano i pronostici ad inizio torneo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie