Martedì 31 Marzo 2020 | 04:39

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, il portiere Marfella «La quarantena tra allenamenti e play, state a casa»

Bari calcio, il portiere Marfella «La quarantena tra allenamenti e play, state a casa»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl virus
Covid 19, focolaio in casa di riposo «Nuova Fenice» di Noicattaro: 25 contagi

Covid 19, focolaio in casa di riposo «Nuova Fenice» di Noicattaro: 25 contagiati 

 
TarantoIl caso
Arcelor Mittal, Usb denuncia: «A Taranto alto rischio contagio, azienda sorda»

Arcelor Mittal, Usb denuncia: «A Taranto alto rischio contagio, azienda sorda»

 
BrindisiIl focolaio
Coronavirus, contagi record a Carovigno: 21 positivi e 6 morti. «Fate più tamponi»

Coronavirus, contagi record a Carovigno: 21 positivi e 6 morti. «Fate più tamponi». 25 contagi anche a Noicattaro

 
PotenzaLieto fine
Potenza, trovata anziana che si era allontana da casa di riposo

Potenza, trovata anziana che si era allontana da casa di riposo

 
Homeemergenza coronavirus
Soleto, focolaio contagio in casa di riposo: altri 2 anziani morti

Soleto, focolaio in casa di riposo: altri 2 anziani contagiati morti

 
Materaspeculazione
Emergenza Coronavirus, a Matera sindacati denunciano aumento prezzo beni di prima necessità

Emergenza Coronavirus, a Matera sindacati denunciano aumento prezzo beni di prima necessità

 
Foggiala decisione
Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

 
Batemergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 

i più letti

La sentenza

Il Foggia ritorna al Tar Lazio per evitare la retrocessione

La decisione collegiale, c’è anche il venezia

foggia calcio

FOGGIA -  I playout di B hanno decretato la salvezza della Salernitana e il ritorno in C del Venezia, quarta retrocessa dopo Foggia, Padova e Carpi. La partita per la permanenza fra i cadetti, però, prosegue. Nelle aule dei tribunali. «Sono disgustato, non finisce qui», ha tuonato il presidente dei veneti, Joe Tacopina. Anche il Foggia non si arrende ed ha accanto a sé proprio il Venezia, in questa battaglia legale che oggi vivrà un’altra puntata. A partire dalle 9, al Tar del Lazio verranno discussi, nel merito, i ricorsi presentati nelle settimane scorse dalle due società e legati agli spareggi-salvezza.

Tutto è nato con la delibera del 13 maggio scorso della Lega di B che aveva - alla luce della sentenza di primo grado sul caso Palermo - declassato all’ultima posizione i rosanero per illeciti amministrativi, dato il via libera ai playoff attraverso lo scorrimento della classifica (inserendo il Perugia nella griglia), e deciso di non procedere alla disputa dei playout, considerando come quarta retrocessa il Palermo. Dopodiché, il Tar del Lazio ha accolto, in via cautelare, la richiesta di sospensiva del club rossonero sulla cancellazione dei playout e il Collegio di garanzia del Coni, nel fornire il parere richiesto dalla Figc, ha evidenziato la legittimità della disputa degli spareggi-salvezza tra Salernitana e Foggia. Ma la sentenza di secondo grado sul caso Palermo ha salvato i rosanero dalla retrocessione in C, ha lasciato il Foggia al terz’ultimo posto e ha indotto la Lega di B a far giocare i playout tra il Venezia e la Salernitana. Infine il ricorso del sodalizio veneto - respinto dal Tar - per chiedere la sospensione dei playout.

«Continueremo questa battaglia fin dove sarà possibile, percorrendo tutte le strade, per far valere ragioni, diritti e interessi del Foggia Calcio - spiega l’avvocato foggiano Luigi Fischetti, che è tra i legali del club rossonero assieme ad Antonio Catricalà -. È stata una follia annullare i playout e far partire i playoff. Secondo la classifica stilata a metà maggio dalla Lega, con il Palermo all’ultimo posto, il Venezia era salvo e il Foggia avrebbe dovuto disputare gli spareggi-salvezza contro la Salernitana. Poi i playout sono stati ripristinati ma la Lega se l’è presa con comodo: ha voluto aspettare il giudizio di secondo grado sul Palermo. Perché? Nulla contro il club siciliano, ma i playout non andavano annullati e, una volta reintrodotti, si dovevano giocare subito, tra Salernitana e Foggia». La società rossonera, dunque, coltiva ancora speranze di riammissione in B. «Se il Tar riconoscerà le ragioni del Foggia - conclude l’avvocato Fischetti - si potrà puntare quanto meno al risarcimento economico dei danni, considerato che retrocedere dalla B alla C costa molto in termini di soldi, e inoltre, come il Venezia, il club sarà legittimato a chiedere di essere riammesso alla B, per il principio di equità, tramite l’allargamento del format a 22 squadre».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie