Domenica 26 Maggio 2019 | 02:52

NEWS DALLA SEZIONE

La crociata rossonera
Il Foggia alza ancora la voce: «Vogliamo giocare subito»

Il Foggia alza ancora la voce: «Vogliamo giocare subito»

 
Playout
Foggia calcio, il Tar Lazio sospende tutto: tifosi tornano a sperare

Foggia calcio, il Tar Lazio sospende tutto: tifosi tornano a sperare

 
Serie B
Foggia, contro i play out negati società farà ricorso al Tar

Foggia, contro i play out negati società farà ricorso al Tar

 
Retrocessione in C
Il Foggia calcio resta in trance: i tifosi vogliono giustizia

Il Foggia calcio resta in trance: i tifosi vogliono giustizia

 
Il punto
Foggia retrocesso 2 volte: un golpe antisportivo da «repubblica delle banane»

Foggia retrocesso 2 volte: un golpe antisportivo da «repubblica delle banane»

 
La sentenza
Serie B: Palermo retrocede in Lega Pro, Foggia ripescato per i play-out

Serie B: Palermo retrocede in Lega Pro ma per il Foggia niente play-out

 
Serie B
Il Foggia di Grassadonia retrocede in C, non basta il gol di Iemmello

Il Foggia di Grassadonia retrocede in C, non basta il gol di Iemmello

 
Serie B
Rigore decisivo, Foggia batte Perugia 1-0

Rigore decisivo, Foggia batte Perugia 1-0

 
Ha vinto 3-1
Foggia batte la Salernitana, prosegue la corsa ai play out

Foggia batte la Salernitana, prosegue la corsa ai play out

 
Serie B
Il Foggia perde al 91esimo: trasferta amara a Cremona

Il Foggia perde al 91esimo: trasferta amara a Cremona

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

 
FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
LecceDopo un raid
Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

 
BrindisiUn 48enne
Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

 
MateraImpianto Intrec
Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

 
BariL'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 

i più letti

Serie B

Foggia e il sorriso ritrovato tre punti per provare a sterzare

Carraro: «Noi, bravi a reagire e a rivoltare la partita»

foggia calcio

FOGGIA - Con cuore e tenacia. Testa, volontà e determinazione. Con un forcing che nella ripresa ha schiacciato il Padova a ridosso della sua area di rigore. Così il Foggia ha ritrovato il feeling con i tre punti. Cin cin allo «Zaccheria», dopo tre sconfitte di fila. Partita in salita, ma rossoneri mai domi. Successo in rimonta, Kragl e Cicerelli hanno ribaltato lo 0-1 firmato da Mazzocco in avvio di gara.
Confermati i progressi evidenziati a Pescara. Da oliare le intese, registrare alcuni automatismi difensivi e offensivi. Forse bisognerebbe osare di più per sfruttare a pieno il notevole potenziale d’attacco di cui la squadra è dotata. Valutazioni che verranno fatte di settimana in settimana: Grassadonia non ha escluso la possibilità di cambiare sistema di gioco, quando tutta la rosa avrà raggiunto un buon livello di forma fisica. Finora il Foggia è stato quasi sempre 3-5-1-1 o 3-5-2, in un futuro non troppo lontano potrebbe disporsi con la difesa a quattro, o comunque schierare tre attaccanti.
Intanto, il meritato successo interno per 2-1 sui veneti ha riportato buonumore e serenità nello spogliatoio, alzato l’autostima del gruppo. «Finalmente abbiamo potuto gioire a fine partita - commenta il centrocampista Marco Carraro -. Volevamo assolutamente vincere questa partita. I primi episodi del match non ci hanno sorriso: subire gol in casa dopo pochi minuti, quando si viene da tre sconfitte consecutive, non è bello. Siamo stati bravi a reagire, a riordinare le idee e ricominciare a costruire gioco per venire a capo della gara, e nella ripresa siamo stati premiati».
Vent’anni, veneto, regista di centrocampo scuola Inter ed ex Pescara, Carraro è uno dei volti nuovi del Foggia, che l’ha rilevato in prestito dall’Atalanta ed ha disputato finora, da titolare, tutte le gare ufficiali giocate dai rossoneri in questa stagione (una in Coppa Italia e cinque in Serie B). «Fisicamente mi sento bene - racconta il play veneziano -, sono contento di questa fiducia che la società e il tecnico stanno mostrando nei miei confronti e vado sempre in campo tranquillo, cercando di dare il massimo per la maglia e la squadra. Ci sta che a volte possa venire fuori qualche prestazione un po’ sottotono, ma l’impegno non manca mai».
«Il mio ruolo - continua il centrocampista rossonero - richiede, a seconda dei momenti delle partite, in alcuni casi di gestire la palla e in altri di farla girare con massimo due tocchi. Cerco sempre di fare la scelta giusta e mi trovo bene con qualsiasi compagno giochi accanto a me, perché abbiamo una rosa ampia, in cui c’è tanta qualità e tutti sono potenziali titolari».
Dopodomani, alle 21, si tornerà in campo. In programma il duro esame in casa del Benevento, organico di primo piano, squadra tra le più forti del torneo, una delle candidate al salto in Serie A. «Proveremo a portare a casa un buon risultato - conclude Carraro -. In B nessuna partita è scontata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400