Martedì 23 Ottobre 2018 | 19:00

NEWS DALLA SEZIONE

Serie D
Bari sull’ottovolante a suon di gol

Bari sull’ottovolante a suon di gol

 
La convenzione
Bari, De Laurentiis darà al Comune50 biglietti gratis per scuole e chiese

Bari, De Laurentiis darà al Comune
50 biglietti gratis per scuole e chiese

 
Calcio
Brienza: «Io e il Bari di D il più in alto possibile»

Brienza: «Io e il Bari di D il più in alto possibile»

 
Serie D
Baricalcio, un mese per sentirsi più forte

Baricalcio, un mese per sentirsi più forte

 
SSC Bari
Baricalcio, è ufficiale: in quadra anche Nicola Turi

Bari calcio, è ufficiale: in squadra anche Nicola Turi

 
Serie D
Il Bari degli under? Un’arenadove si diventa «gladiatori»

Il Bari degli under? Un’arena
dove si diventa «gladiatori»

 
Serie D
Bari in fuga, l’investitura di Guberti: «Neglia, garantisco io»

Bari in fuga, l’investitura di Guberti: «Neglia, garantisco io»

 
Serie D
Bari, Cornacchini: «Abbiamo margini di crescita enormi»

Bari, Cornacchini: «Abbiamo margini di crescita enormi»

 
SSC Bari
Baricalcio, stop per Floriano: salta il match con la Cittanovese

Baricalcio, infortunio per Floriano: salta il match con Cittanovese

 
Dopo la Coppa Italia
Roberto Floriano

Bari, il danno e la beffa

 
Il match di Coppa italia
Bari-Bitonto, Michele Mirabella: «Che sia una grande festa»

Bari-Bitonto, Michele Mirabella: «Che sia una grande festa»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

L'incontro tra sindaco e tifosi

Il Bari riparte dallo Stadio della Vittoria: oltre 2mila con il sindaco 

Decaro: «Ripartiamo da trasparenza e responsabilità». L'evento è stato interamente coperto dal nostro giornale

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE

TERZA PARTE

QUARTA PARTE

BARI - E' terminata l'assemblea convocata dal sindaco di Bari, Antonio Decaro, nella curva nord dello stadio della Vittoria: oltre duemila i tifosi presenti all'incontro. Il primo cittadino nell’intervento introduttivo ha puntualizzato i tre pilastri del futuro calcistico «trasparenza, responsabilità e rispetto» e ha indicato il modello Parma per la risalita. Decaro ha spiegato «ci siamo visti allo Stadio della Vittoria perché è un simbolo. E noi ne abbiamo bisogno». Il sindaco ha sottolineato che «nella fase di assegnazione del titolo sportivo della nuova società che potrebbe ricominciare dalla serie D (o in alternativa dalla Lega Pro), non vuole «scegliere da solo». 

Poi ha messo in guardia eventuali imprenditori in cerca di pubblicità senza voler investire: «Non si utilizza la squadra per farsi conoscere. Io e i baresi non ci facciamo prendere in giro». Sulle opzioni per la prossima società Decaro ha aggiunto che se non si concretizzerà l'interesse di un gruppo solido, «ci faremo aiutare da un gruppo di imprenditori locali che devono il proprio successo anche alla città». «Raccolgo - ha sintetizzato Decaro - le vostre proposte: un pezzo di azionariato popolare, abbonamenti pluriennali, nella nuova società nessuno spazio per vecchi componenti dei precedenti cda».
Nell'incontro ci sono stati tanti interventi di tifosi e cori contro il presidente della mancata iscrizione Cosmo Giancaspro. Un supporter ha ottenuto un lungo applauso quando ha ricordato le parole di un presidente del Bari molto amato, il professor Angelo De Palo, che in punto di morte dedicò un pensiero al Galletto: «Mi raccomando alla Bari».  

Sono quasi cento i tifosi che si sono prenotati tramite mail per intervenire durante l’incontro. Altri ottanta hanno inviato al Comune contributi scritti, che nelle prossime ore saranno pubblicati sul sito del Comune. Resta intanto aperta la richiesta che il sindaco ha fatto ieri alla FIGC: si tratta di una deroga che consenta alla squadra di disputare il campionato di serie C.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eleba

    20 Luglio 2018 - 16:04

    Si continua nell'errore di ritenere che la tifoseria del Bari sia quella racchiusa nelle sigle tipo ultras ed altre simili.Un errore che nei decenni ha portato al disinteresse di molti tifosi e della stessa città visto l'esito finale della storia.Che se la vedano quei 5000 e De Caro a sbrogliare la matassa.

    Rispondi