Venerdì 22 Marzo 2019 | 19:23

NEWS DALLA SEZIONE

La sfida è aperta
TUTELATI - Bietola melanzane ripiene  sivone e lampascione

Puglia, crescono i prodotti «Pat»

 
Innovazione della filiera agroalimentare
Da sinistra: Antonello Magistà (SALA), Salvatore Turturo (CHEF) e Marianna Cardone (VINO)

La «primavera» arriva in cucina

 
Prima iniziativa il 14 aprile
Da sinistra: Donato Taurino presidente di Buonaterra, Maria Teresa Varvaglione presidente Mtv Puglia, Giuseppe Schino presidente La Puglia è servita

2019, anno ad alti livelli per enogastronomia e ristorazione di qualità

 
La qualità trionfa
VERONA - La premiazione  dell’allevatrice  Mariangela Netti di Turi

Quando il latte non è tutto uguale

 

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

Buongusto

Nero di Troia «re» delle vendite

Dalla ricerca Iri-Vinitaly emergono pure i rosati pugliesi richiestissimi al di fuori della Puglia

SHOPPING - L'uva rossa regina dei vini più venduti nei supermercati

SHOPPING - L'uva rossa regina dei vini più venduti nei supermercati

di Antonella Millarte

Voglia di territorio, anche nel calice. E, così, il Nero di Troia si riconferma in Puglia in vetta alle vendite nei supermercati e negli ipermercati. A seguire il Negroamaro e il Primitivo, in compagnia di Lambrusco e Sangiovese. Ma, a livello nazionale, il Primitivo si piazza in classifica secondo tra i vini con maggior crescita a volume: +20,5% rispetto al 2016 per i vini a denominazione in bottiglia da 0,75.

In fioritura i vini rosati pugliesi: il loro peso al di fuori della regione di produzione è giunto ad una quota di mercato arrivata al 13,5%.

E’ questo il ritratto, in piena crescita, della Puglia del vino che emerge dalla ricerca IRI sui consumi di vino nella Grande distribuzione nel 2017. Rappresenta un punto di riferimento annuale ed è realizzata per Vinitaly. I dati in dettaglio verranno svelati a Verona, nel corso della maggiore fiera mondiale del vino che si terrà dal 15 al 18 aprile.

Ma l’Italia che vini ama? I rossi più richiesti provengono da Toscana, Emilia Romagna, Piemonte. I bianchi più richiesti da Veneto, Trentino, Sicilia.

E il vino dove lo compriamo? Gli italiani hanno acquistato 648 milioni di litri nella grande distribuzione, sempre più il canale di vendita principale del vino, per un valore che vede il traguardo dei 2 miliardi di euro (1 miliardo e 849 mila milioni di euro), dati inclusivi dei Discount.

Tra i vini i cui acquisti crescono a doppia cifra: Grillo (Sicilia), Primitivo (Puglia), Ortrugo (Emilia Romagna), Ribolla (Friuli Venezia Giulia), Valpolicella Ripasso (Veneto), Cortese (Piemonte), Passerina (Marche), Chianti Classico (Toscana), Cannonau (Sardegna), Pecorino (Abruzzo/Marche), Falanghina (Campania). Mentre i campioni assoluti rimangono Lambrusco (Emilia Romagna/Lombardia), Chianti (Toscana), Montepulciano d'Abruzzo (Abruzzo).

Inarrestabile il successo delle bollicine, con spumanti (e champagne) i cui acquisti aumentano del 4,9% con 68 milioni di litri.

Da notare anche la performance del rosato frizzante che cresce del 3,9%.

Cresce ma resta di nicchia il formato “bag in box” con un +5,4%.

In forte aumento le vendite di vino e spumante biologico che superano i 4 milioni di litri venduti, confermando un percorso che ha ancora ampi margini di crescita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400