Venerdì 17 Gennaio 2020 | 19:42

NEWS DALLA SEZIONE

Divenuta patrimonio mondiale
La transumanza arriva nei piatti

La transumanza arriva nei piatti

 
A salvaguarda della filiera e dei consumatori
CONDIRE - È sapore  e benessere,  se olio è di qualità

Olio, che fregatura se costa poco

 
60 anni di attività
LA FESTA - Il sindaco  premia il  ristoratore Filippo Carella

Bari, targa d’oro a «La Taberna»

 
ECCELLENZE
Carella, Cupertino, Di Giglio, Drago, Godi, Magistà, Mastropasqua, Potì, Riontino e Sabatelli

Italia dei sapori impegnata nel voto «gastronomico»
In tutte e sei le categorie ci sono pugliesi candidati

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaUn marchio storico
Foggia, «Pasta Tamma» in vendita sulla via di Gragnano

Foggia, «Pasta Tamma» in vendita sulla via di Gragnano

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
BrindisiBuon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Mediterraneo troppo sfruttato

Come non prendere un «granchio»

Tantillo (Uniba): «Occhio a quello cinese guantato, è pericoloso per la salute»

DI FIUME - Questo è  il crostaceo   cinese vietato in Italia

DI FIUME - Questo è il crostaceo cinese vietato in Italia

Sono anni che non mangio più un granchio, con quel sughetto saporito e le chele da succhiare. E’ tanto tempo che vedo solo granchi che non conosco, eppure ne ho pescati a chili da ragazzina. Il km zero non è certo la realtà per il nostro Mediterraneo, che abbiamo troppo sfruttato e merita riposo per ripopolarsi. Per non prendere, però, un granchio per la nostra salute ho deciso di porre il quesito a chi – in silenzio – ogni giorno vigila su ciò che portiamo a tavola. Perché, da golosa, comunque i granchi li vorrei gustare ancora: in tutta sicurezza.

Il pericolo, ricorrente visti i sequestri che si susseguono in tutta Italia, viene dal granchio cinese guantato (eriocheir sinensis) che deve il suo nome inglese alla sua più vistosa caratteristica morfologica: le evidenti sete brune che ricoprono le chele dalla punta bianca. “Questo crostaceo è nell’elenco delle specie invasive animali e vegetali esotiche la cui introduzione sul territorio italiano è vietata e punita come reato penale” - mi risponde Marilia Tantillo, docente di Sicurezza degli alimenti a Medicina ed anche a Veterinaria dell’Università di Bari.

Il problema è duplice. Si riproduce rapidissimamente e provoca notevoli danni all’ambiente poiché è aggressiva e vorace verso la maggior parte delle altre specie ittiche e particolarmente attiva nello scavare profonde tane sulle zone degli argini di canali e corsi d’acqua. E, se pure la nostra conoscenza non fosse attenta a ciò, ci sono i pericoli per la salute umana che il granchio cinese guantato presenta. “È considerato un bioaccumulatore di contaminanti organici e inorganici altamente tossici (metalli pesanti, PCB, diossine) presenti nei fiumi cinesi, habitat naturali del granchio” prosegue la prof.ssa Tantillo. Ma come arriva in Italia?

“I ristoranti etnici riescono a rifornirsi fraudolentemente del prodotto. Oppure, arriva involontariamente con le navi che attraversano i nostri mari trasportano il suo stadio larvale: poi che passa al ciclo adulto nei nostri fiumi”. Fin qui, la scienza e la legge. Che fare? Semplicemente, se costa troppo poco… attenzione a non prendere un “granchio”!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie