Giovedì 21 Febbraio 2019 | 12:57

NEWS DALLA SEZIONE

l'emergenza
Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

 
Il caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
A Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
Lotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
Il caso
Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

Brindisi, migrante aggredito dal branco per rubargli pochi spiccioli

 
Nel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto Sassari 86-87

 
Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

 
TarantoNel Tarantino
Tentò di uccidere due persone a S.Giorgio Jonico, pregiudicato si consegna ai cc

Tentò di uccidere 2 persone a S.Giorgio Jonico, 68enne si consegna ai cc

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BariPremiato a Rimini
Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

 
Brindisil'emergenza
Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

 
FoggiaLa decisione
Foggia, dopo 14 anni chiude Unieuro, in 18 a casa

Foggia, dopo 14 anni chiude Unieuro, in 18 a casa

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

degrado

Ostuni, la villa comunale
ormai terra di nessuno

Ostuni, la villa comunale ormai terra di nessuno

OSTUNI - Panchine, attrezzature ludiche e cartelli rotti. Sono gli aspetti visibili delle “bravate” (le chiamano così ma, in realtà, sono azioni di vera inciviltà) compiute nella villa comunale che creano danni alla collettività oltre che all’immagine di Ostuni.

L’assenza di controlli agevola la “voglia” di rompere tutto senza alcuna giustificazione, portando avanti la barbarie perpetrata contro le panchine, i cui assi di legno dei sedili, lungo il viale centrale della zona verde, risultano letteralmente spezzati.

Stesso copione nelle zone d’ingresso dove si possono scorgere atti di puro e gratuito vandalismo, attuato mediante la rottura o lo sradicamento dei cartelli che vietano l’accesso ai cani (che, invece, la fanno da padrone in barba all’ordinanza che ne vieta la presenza per i loro bisogni fisiologici).

Al riguardo, non si può non commentare la mancanza di valori morali, di rispetto del prossimo, di educazione (che dovrebbe essere data dalla famiglia e dalla scuola sin dalla più giovane età) che portano a compiere questi atti di indolenza e cattiveria, sfogando la propria ignoranza e apatia contro gli assi delle panchine. Gesti di insano vandalismo che pongono in cattiva luce l’intera comunità della città di Ostuni.

Un’azione distruttiva che non rispetta né la vegetazione né l’ambiente del grande polmone verde che conserva le numerose pregiate e rare specie arboree mentre, sotto a queste piante, cani di ogni specie (al guinzaglio o meno) fanno i propri bisogni in barba all’igiene, ai bambini che giocano e al divieto esistente (per questa come per altre zone verdi di Ostuni) ma rimasto inespresso a causa dei cartelli rotti.

Persino i giochi per i bambini, presenti in una parte della villa, non sono stati risparmiati, tant’è che alcuni pannelli di queste attrezzature ludiche sono stati rotti e divelti.

Un vandalismo non nuovo contro il quale il Comune, nel corso degli anni, è intervuto per riparare e ripristinare panche e cartelli ma, immancabilmente, quest’azione incivile si ripropone. Anche la voglia dei commercianti di voler abbellire o contribuire a rendere più vivo, allegro e naturale l’ambiente e il marciapiede antistante il proprio esercizio commerciale con vasi di fiori, viene colpito e l’inciviltà e la maleducazione ha causato la distruzione delle piantine e dei fiori messi a dimora nelle fioriere che alcuni esercenti aveva posizionato in viale Pola.

La speranza è che cresca sempre più il rispetto dell’arredo urbano e del verde allontanando episodi di inciviltà e barbarie che spesso vanificano i sacrifici e i lavori che tutti quanti fanno, con i soldi pubblici, per migliorare la qualità della vita e la fruibilità del territorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400