Giovedì 21 Marzo 2019 | 12:30

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
PotenzaRegionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 
BariL'inchiesta
Mercato nero della legna: un business malavitoso

Mercato nero della legna: un business malavitoso

 
LecceA lecce
Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

 
MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 

Dopo l'arresto del sindaco

Emiliano: a Brindisi
forte inquinamento

Il presidente della Regione ha affermato che la situazione è «particolarmente difficile, è il territorio in cui nasce la Sacra Corona Unita» ed ha sottolineato come si assista al «ritorno sulla scena di personaggi già processati»

michele emiliano

ROMA - Nel territorio di Brindisi la situazione è «particolarmente difficile, è il territorio in cui nasce la Sacra Corona Unita» ed ha sottolineato come si assista al «ritorno sulla scena di personaggi già processati». Lo ha evidenziato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in Commissione parlamentare Antimafia.

«Il clima di forte inquinamento delle istituzioni nel brindisino è stato interrotto solo dalla sindacatura di Domenico Mennitti (sindaco di Brindisi dal 2004 al 2011 ndr), un galantuomo di vecchio stampo, mio avversario politico, ma è sbagliato usare anche questa denominazione», ha chiarito Emiliano ricordando alcune battaglie fatte insieme.

Il governatore si è poi soffermato sulla figura di Salvatore Luperti, sul quale non vi sono sospetti di reato, ma che, ha ricordato, «è figlio di Antono Luperti, capomafia Sacra Corona unita, assassinato nel luglio del 2000 e anche il cui nonno morì ammazzato». «Il fatto che fosse stato candidato nelle liste del Pd e che avesse assunto il ruolo di assessore all’Urbanistica nel comune di Brindisi, pur non avendo particolari competenze sul settore, mi aveva fortemente preoccupato», ha rivelato Emiliano, che ha ricordato come Luperti fosse stato nominato il 18 giugno 2012, «un giorno prima l’attentato alla scuola di Brindisi in cui perse la vita la 16enne Melissa Bassi».

Infine ha esposto alla Commissione Antimafia lo scontro avuto con l’ex sindaco di Brindisi Consales che lo ha accusato di voler l’approdo del Tap a Brindisi per danneggiare la città. "Dobbiamo essere consapevoli che nel fare opere pubbliche in aree delicate c'è la possibilità che qualcuno completi il disegno che si era costruito», ha concluso Emiliano che ha spiegato di aver posto il tema «al Governo. La linea politica in tal senso non è una mia personale elaborazione ma frutto del programma di governo della Regione, condiviso persino dall’opposizione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400